Connect with us

Altri Sport

Go Kart: i risultati delle finali WSK sul circuito La Conca

Molte sorprese e poca gloria per i piloti italiani nel secondo weekend di gare a Muro Leccese. Mercoledì pomeriggio la differita delle finali su Rai Sport 2

Pubblicato

il

Si è concluso il secondo e decisivo appuntamento della WSK Champions Cup di karting presso la pista La Conca. Nel ristretto intervallo di una settimana si sono tenute, nei weekend, due manifestazioni sul circuito di Muro Leccese, con la gara di ieri che ha sorprendentemente sovvertito molti dei pronostici espressi nella domenica precedente. Le stesse Finali di ieri pomeriggio non hanno affatto ricalcato i valori emersi dalle manche di qualifica, riservando ulteriori sorprese. Buon per il pubblico, che dal live streaming del sito ufficiale wsk.it, o direttamente dalla gremita tribuna a bordo pista, ha seguito lo svolgersi delle gare.

Sono Quattro le categorie nelle quali si è gareggiato.

In KZ2 vittoria per Jorrit Pex (CRG-TM-Bridgestone)  che, dopo aver sofferto nelle prove ufficiali, si è ripreso con una laboriosa rimonta di nelle manches. L’olandese ha avuto buon gioco in una Finale particolarmente incandescente, nella quale il britannico Ben Hanley (Art GP-TM-Bridgestone), leader di classifica, le ha provate tutte per attaccare i piloti di testa. Niente da fare per il belga Rick Dreezen (Zanardi-Parilla-Bridgestone), vincitore della Prefinale, e per il francese Jeremy Iglesias (Lenzo Kart-LKE-Bridgestone), andato in testa nei primi giri della Finale. Alle spalle di Pex, il romano Flavio Camponeschi (Tony Kart-Vortex-Bridgestone) ha resistito al secondo posto.

La Finale per la categoria KF ha visto protagonisti, in un acceso duello, l’inglese Callum Ilott (Zanardi-Parilla-Dunlop) e il polacco Karol Basz (Tony Kart-Vortex-Dunlop). Quest’ultimo, aggiudicandosi la vittoria, è anche riuscito a strappare il primato in classifica generale al bresciano Alessio Lorandi (Tony Kart-TM-Dunlop), che non si è invece mai avvicinato alla coppia di testa in gara, perdendo quindi anche il confronto nella classifica WSK Champions Cup.

Il podio della finale KF Junior

Il podio della finale KF Junior

Concorrenza in casa, invece, per l’inglese Max Fewtrell (FA Kart-Vortex-Vega) che ha dovuto competere, nella Finale KF Junior, tra gli altri, con il suo compagno di team e connazionale Enaam Ahmed, capolista in classifica generale. Quest’ultimo, perso terreno in partenza, ha dovuto rimontare parecchio per mantenere il comando della graduatoria finale. Dietro Fewtrell, secondo posto per il pordenonese Lorenzo Travisanutto (PCR-TM-Vega), che ha concluso staccato davanti al britannico Daniel Ticktum (Zanardi-Parilla-Vega).

Vittoria, infine, nella 60 Mini  per Muizz Gafar (Hero-LKE-Vega) che, ribaltando i pronostici della vigilia, si è aggiudicato la Finale e la classifica generale. Il malese ha conquistato il comando in pochi giri, ai danni del russo Bogdan Fetisov (Hero-LKE-Vega).

Per chi si fosse perso lo streaming e l’opportunità di seguire le gare dal vivo, o per chi semplicemente volessere rivederle, Rai Sport 2 manderà in onda, alle 18 di mercoledì, la differita delle entusiasmanti finali.

Continua a Leggere

Altri Sport

Coppa Italia B1 femminile: final four a Cutrofiano

“Cutrofiano ha sempre risposto alla grande e lo farà anche questa volta. Aspettiamo, però, anche tanti appassionati da tutta la penisola salentina. Sarà una bella festa di sport”.

Pubblicato

il

Il Cuore di Mamma, si sa, può tutto. Ed in questo caso le ragazze del Cutrofiano stanno regalando a tutti gli appassionati di volley un sogno chiamato Serie A.
Intanto grazie al primo posto in classifica alla fine del girone d’andata nel campionato di serie B1 femminile, il Cutrofiano ha acquisito il diritto a partecipare alle final four di Coppa Italia di Serie B. Come antipasto ai play off la società del presidente Roberto Mengoli ha regalato ai tifosi le final four di Coppa Italia di categoria che per la prima volta si giocheranno nel Salento.
Come ogni anno si giocherà per la coppa nazionale nella pausa pasquale e, quindi, durante la sosta di tutti i campionati.
Scenderanno sul parquet del Palacesari, oltre alle ragazze di casa, l’Eurospin Ford Sara Pinerolo, l’Itas Città Fiera Martignacco Udine, e la Coveme San Lazzaro Bologna.
Venerdì 30 marzo si disputeranno le due semifinali (la prima tra Pinerolo e Martignacco, alle 17, e la seconda tra cuore di Mamma e Bologna, alle ore 20);

Sabato 31, finale terzo e quarto posto alle 16, e la finalissima alle ore 19. Non sta nella pelle il direttore sportivo del Cuore di Mamma Francesco Melegari: “Grazie all’impegno degli sponsor e dell’amministrazione comunale, che hanno fortemente voluto che la final four venisse giocata a Cutrofiano, saremo al centro dell’attenzione nazionale per due giorni”, rimarca, “la manifestazione si preannuncia di altissimo livello tecnico. Si sfideranno le quattro formazioni che, dopo avere chiuso in testa il girone di andata dei quattro gironi di B1 femminile, ancor oggi comandano nei rispettivi raggruppamenti nazionali. Spettacolo dunque assicurato”, secondo Melegari, “già dalle semifinali che nelle due finali. Tutte le gare promettono di essere equilibrate ed incerte. Tutte e quattro le partecipanti alla final four hanno le proprie carte da giocare nella corsa alla conquista del prestigioso trofeo”.
Melegari è certo che il pubblico di casa risponderà presente: “Cutrofiano ha sempre risposto alla grande e lo farà anche questa volta. Aspettiamo, però, anche tanti appassionati da tutta la penisola salentina. Sarà una bella festa di sport”.
Il gotha della categoria, dunque si ritroverà al Palazzetto di Via Foggia e di questo gotha fa parte a pieno diritto anche il team del Cuore di Mamma che farà di tutto per aggiudicarsi il trofeo davanti ai propri tifosi.
Senza perdere di vista il campionato, dove il Cuore di Mamma è sempre in testa alla classifica con 52 punti, frutto di 18 vittorie su 21 partite giocate.
A cinque giornate dal termine la formazione del Cuore di Mamma Cutrofiano allenata da coach Carratù mantiene 4 punti di vantaggio sulle due dirette inseguitrici, l’Altino e l’Aprilia.

Continua a Leggere

Altri Sport

Camminare fra Arneide e Torre Uluzzu, alla scoperta di Porto Selvaggio

Un toccasana per il corpo e lo spirito, paesaggi giunti a noi intatti grazie anche all’impegno di uomini e donne salentini, come Renata Fonte, che hanno combattuto contro la loro cementificazione

Pubblicato

il

Domenica 7 Gennaio 2018 Viaggiemiraggi Puglia inaugura alla grande il nuovo anno con un grande classico, un cammino nell’Arneide tra Porto Selvaggio e Torre Uluzzo, alla scoperta di uno dei bacini preistorici più importanti del nostro territorio. Passo dopo passo ci si immergerà nel paesaggio che caratterizza queste oasi di benessere, un toccasana per il corpo e lo spirito, giunte a noi intatte grazie anche all’impegno di uomini e donne salentini, come Renata Fonte, che hanno combattuto contro la loro cementificazione.

Camminare sarà una festa tra i pini, nella macchia mediterranea, fra paesaggi mozzafiato, grotte abitate un tempo dai nostri antenati, torri di avvistamento e difesa. Luoghi suggestivi che faranno da cornice allo scambio di auguri per il nuovo anno, appena iniziato.

LUOGO DI RITROVO: S.Caterina di Nardò, ai piedi di Torre dell’Alto (area parcheggio a termine di via Cantù, coordinate GPS 40.141537 – 17.977232). Il luogo di partenza coincide con quello di arrivo. Partenza: ore 09.00 – Rientro: ore 15:00

Prenotazione obbligatoria: al 349.5265291 (Valentina) o al 346.3946545 (Betty)

Continua a Leggere

Altri Sport

Più veloce dei ricordi: VIII edizione “Scalata delle Veneri”

Parabita, oltre 500 atleti per l’edizione 2017 della Scalata delle Veneri. C’è anche la “passeggiata” non competitiva

Pubblicato

il

È iniziato il countdown per l’ottava edizione della “Scalata delle Veneri” organizzata dall’Associazione Sportiva Dilettantistica “Podistica Parabita” guidata dal presidente Antonio Leopizzi. La manifestazione 2017 si svolgerà domenica 15 ottobre nella “Città delle Veneri” e sarà valida come 12^ ed ultima prova del circuito SALENTO TOUR 2017 e si inserisce nel calendario “FIDAL” della Provincia di Lecce. Inoltre alla stessa è abbinata una camminata veloce non competitiva per cittadini e praticanti del walking. Il percorso gara di 10 Km partirà e arriverà nei pressi del Parco Comunale (60mt. s.l.m.), e si snoderà tra il centro storico, il “Parco Archeologico delle Veneri” (caratterizzato dalla presenza Grotta delle Veneri), la “Collina di Sant’Eleuterio” (200mt. s.l.m. punto più alto del Salento) e la macchia mediterranea con vista panoramica sul mare.

Oltre 500 partecipanti provenienti da tutto il Salento si daranno appuntamento alle ore 7.30 con il ritiro dei pettorali presso il parco comunale. Alle ore 9.30 sarà prevista la partenza da via Coltura cui seguirà lo start per la camminata non competitiva, mentre alle ore 11 lo spazio sarà dedicato alle premiazioni. Quella di domenica, sicuramente sarà una data tutta da ricordare per la Città di Parabita poiché al termine della manifestazione gli organizzatori si ritroveranno presso l’atrio del Palazzo Comunale di via Luigi Ferrari, per l’inaugurazione della postazione del Defibrillatore Automatico Esterno.

Proprio lo scorso 26 febbraio, gli informatori medici della provincia di Lecce in occasione della “Maratonina Salento d’Amare” che si tenne a Parabita, donarono un defibrillatore all’Associazione, in ricordo del compianto atleta Antonio Orsini, pilastro portante della Podistica, scomparso prematuramente lo scorso anno, durante la seduta di un allenamento. Dal palco delle premiazioni il presidente Antonio Leopizzi, affermò che quell’apparecchio elettronico non sarebbe rimasto a disposizione degli associati, ma reso fruibile per le emergenze di tutta la comunità.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus