Stella d’argento a Luigi De Donno

Con una lettera vergata da Giovanni Malagò, presidente del CONI (Comitato Olimpico Nazionale Italiano), un salentino (è di Serrano, frazione di Carpignano Salentino), Luigi De Donno – Unione Sportiva Acli, riceve la Stella d’argento al Merito Sportivo.

Il prestigioso riconoscimento è stato ufficializzato in questi giorni dalla  Giunta Nazionale del CONI, nell’ambito delle Benemerenze al Merito Sportivo 2017, assegnando le tradizionali Stelle d’Oro, Argento e Bronzo ai Dirigenti Sportivi italiani che più si sono distinti nell’ambito dell’attività sportiva per i risultati raggiunti.

Luigi De Donno, tra le cui cariche, riveste anche quella di consigliere del direttivo del CSV Salento, si è distinto negli anni per le molteplici attività progettate e realizzate sul territorio pugliese e nazionale.

Impegno che gli è valso la segnalazione al CONI da parte delle strutture territoriali del CONI stesso e degli Enti di Promozione Sportiva.

Lo sport è il simbolo per eccellenza dello stare insieme” ha spiegato De Donno “emblema del valore della partecipazione di tutti, senza nessuno ai margini. Essere comunità oggi, riscoprirsi comunità, significa coltivare un’identità nuova ed irripetibile. Ogni persona che vi appartiene si identifica con un determinato territorio ma anche con le sue tradizioni, la solidarietà e la partecipazione agli eventi. Quindi lo sport non è solo metafora di vita” sottolinea il dirigente ACLI “ma diventa un potente mezzo che se utilizzato bene può innescare dinamiche di cambiamento”.

Nella lunga intervista  Luigi De Donno,  ha anche  spiegato che fine del lavoro di questi anni  è stato quello di utilizzare lo sport con l’obiettivo di favorire processi di inclusione e aggregazione sociale nelle comunità con evidenti condizioni di disagio, marginalità e povertà; un must oggi sempre più impellente.

Lo sport come mezzo di dialogo”, ha concluso De Donno, “porta sicuramente a successi insperati come questo che ho ricevuto, che accetto, che ritiro io, ma, che devo condividere con tutte quelle persone che hanno lavorato instancabilmente assieme a me per il raggiungimento dei risultati. E a loro che va il mio pensiero: a coloro che tentano di cambiare la società lavorando sui valori dello sport e sulle virtù delle persone”

M.Maddalena Bitonti

Tags:


Commenti

commenti