Connect with us

Maglie

Volley, Maglie: la Colarusso affonda Roma

La Bet Italy vince 3-1 e si regala un gran Natale

Pubblicato

il

Qui non si passa. Questo il diktat rossoblù. E si parte forte. L’intesa Turlà-Corna è brevetto rossoblù. Funziona, e come funziona. Dal centro andiamo a comandare. Roma, però, si tiene stretta la voglia di fare bene contro la capolista e infila la tripletta. Ma ancora la centralona magliese stampa il muro che accorcia. 2-4 e gara frizzante. Colarusso intanto mette a dura prova la difesa capitolina e con l’immensa Corna mette muraglie.

Le ospiti, però, restano avanti sul 6-8. Time out. E tutto torna: Colarusso inquadra il bersaglio e stende vittime, Russo punisce al servizio. 10-9, c’est facile. Le magliesi, dopo il recupero, tentano la volata, ma Roma sta alle calcagna. Corna si ritrova con Turlà e piazza il più due, Colarusso rincara la dose. Serve una pausa per il coach capitolino. Non cambia molto. Kostadinova, Ferro e Colarusso fanno le cose per bene. Il gap aumenta sul 20-15. Non ci sono più sorprese. Le rossoblù corrono forte e l’ennesimo muro delle Colarusso fissa il 22-16.

Titoli di coda con la furbata della Corna al centro. 25-17. Nel rientro le romane trovano nuova vitalità con il lungolinea della Kantor, ma l’ace della Russo rimette i piattini in ordine per il 3-2. Le ospiti continuano a non mollare e Kostadinova usa le maniere forti. Il set non si schioda e sull’ 8-7 arriva il time out per il Volley Group. Mele pareggia i conti, Russo si fa sentire al centro, Colarusso regala il 9-10. Il vantaggio carica le capitoline che fissano il più tre. Giandomenico chiama in panca, le sue sembrano pericolosamente smarrite. Nessun cambio di rotta e Roma continua a rimpinguare fino all’11-16.

betCorna prova a smuovere il torpore col muro al centro, ma le avversarie ci credono. La Betitaly accumula disattenzioni e imprecisione. Le ospiti ringraziano e mettono da parte. Sul 16-22 Colarusso stecca al servizio, Corna urla per dare coraggio e le romane regalano due punti. Il game si riapre. Time out. Kostadinova firma l’uno-due che riduce a meno due e Giandomenico getta in mischia la salentina Sofia Monti per il suo debutto in B1, ma il miracolo non si compie. 22-25 e via al terzo. Si riparte nel segno di Corna che dice no a due tentativi romani. Kostadinova, poi, cala il tris. Kantor tiene le sue a portata, ma Colarusso ha idee differenti e spacca il parquet per il 5-2. Il Group stenta a riprendersi dalle scoppole casalinghe e si siede in panca sull’8-2. Kantor scuote, Mele mura la Colarusso e
Orsi mette il meno tre. La sfida si riaccende. Le salentine, però, si ricompattano e tornano cattive. Roma perde fiducia e scivola sul 16-10. Il divario placa le avversarie e dà forza alla Bet. Il set scivola comodo fino al 20-11. Le romane scoprono definitivamente il fianco e Colarusso chiude col 25-13.

In avvio del quarto Turlà stecca la furbata e Kostadinova chiude fuori uno scambio lunghissimo. Più due per Roma. Kostadinova riporta in parità, ma le ospiti mostrano maggiore sicurezza. Serve la premiata ditta Turlà-Corna per ridurre le distanze sul 5-6. Colarusso completa l’opera centrando l’angolino. Si procede colpo su colpo, fino al doppio punto della sempre lucida e affidabile Martina Escher, che rimette le rossoblù avanti sull’ 11-10. La Betitaly mette Ferro in banda e firma il 16-13. Roma cerca lumi in panca. Le salentine continuano a stare al passo e mantengono le giuste distanze. Le avversarie prima tornano timidine fino al 22-16, poi riaccendono l’orgoglio.

Troppo tardi. Il gap è incolmabile con questa Betitaly. Finisce sul 25-19. Per i tifosi magliesi, adesso è un gran Natale.

Attualità

Elisa per la Notte della Taranta, sono per metà salentina…

Fiiiiiiiiuh…   Qui si trema e si studia ragazzi. Ci si vede a Melpignano il 24 agosto

Pubblicato

il

Che emozione grande, studiare le mie radici… che conosco pochissim0, ma io sono in effetti per metà salentina 🔥🔥🔥(mamma e papà di papà erano di Gallipoli).

Cercherò di dare proprio tutta l’anima per questa festa così piena di calore e di tradizioni bellissime che è la Notte Della Taranta.
Fiiiiiiiiuh…   Qui si trema e si studia ragazzi. Ci si vede a Melpignano il 24 agosto!

Manca Pocooooooo 😱😱😱

Elisa

https://www.facebook.com/elisaweb/

Continua a Leggere

Cronaca

Ragazzo sui binari, treno lo travolge

Grave un 21enne investito da un convoglio della SudEst nel pomeriggio: amputato un braccio

Pubblicato

il

Un ragazzo di 21 anni è stato travolto da un treno delle ferrovie Sud Est in corsa.

È successo a Maglie nella serata di sabato 10 agosto. Il giovane versa in gravi condizioni ed ha perso un braccio.

Sul posto sono accorsi 118, vigili del fuoco, carabinieri e la scientifica.

Il 21enne è stato trasportato d’urgenza all’ospedale Vito Fazzi di Lecce dove i medici sono al lavoro per tenerlo in vita. Gravissime le sue condizioni: poco dopo l’arrivo in nosocomio gli è stato amputato un braccio.

È mistero invece sul perché il giovane si trovasse sui binari, in un punto peraltro particolare: l’incidente è avvenuto all’altezza del sottopasso della via che porta ad Otranto, a qualche centinaio di metri dalla stazione ferroviaria di Maglie. Il treno che lo ha inevitabilmente investito è l’ultimo serale sulla linea Lecce-Gagliano.

Dopo le prime ipotesi di tentato suicidio e scommessa tra amici, si è diffusa la testimonianza di tafferugli ed un abbozzo rissa avvenuta pochi minuti prima in un parcheggio adiacente. Da capire se il ragazzo ne fosse coinvolto e se i due episodi sono collegati. Lavorano in questo senso le forze dell’ordine.

Continua a Leggere

Maglie

Lutto nel giornalismo salentino: è morto Nunzio Pacella

Si è spento questa mattina. Era giornalista foody, archeogastronomo del Salento, appassionato fotografo, soprattutto un amico

Pubblicato

il

Si è spento questa mattina a Maglie all’età di 72 anni Nunzio Pacella, giornalista foody, archeogastronomo del Salento, appassionato fotografo, soprattutto un amico.

Giornalista pubblicista dal 1992, ha frequentato il corso di laurea interfacoltà in Scienze della Comunicazione dell’Università del Salento e corsi di aggiornamento professionale per giornalisti nella pubblica amministrazione, sul bilancio sociale negli enti locali, la progettualità per servizi di qualità e l’agricoltura sociale.
È stato capo redattore della rivista “Puglia & Mare” e a lungo collaboratore del quotidiano “La Gazzetta del Mezzogiorno” e della rivista bimestrale “Sapori d’Italia”.

E’ stato addetto stampa dell’Apt e di Pugliapromozione, direttore responsabile dei settimanali d’informazione “Tribuna del Salento” e “Belpaese”, del mensile di spettacolo, cultura e turismo “Salento Eventi” e del quotidiano d’informazione online “Giornale del Salento”.

Animatore di convegni, incontri e iniziative culturali, ha fatto parte del comitato che ha ottimizzato il progetto regionale “Città aperte” e assistito giornalisti nazionali e internazionali.

Nell’agosto 2013 gli è stato attribuito il Premio giornalistico nazionale “Mercatino del Gusto“, per il servizio sui Gamberi di Gallipoli pubblicato sul bimestrale “Sapori d’Italia”.

Ha al suo attivo numerose pubblicazioni.

Dicevamo però, soprattutto un amico: un approdo sicuro quando si aveva bisogno di un consiglio o di una indicazione, in particolar modo quando si parlava della sua città che amava visceralmente.

Lo ricorderemo sempre come un autentico vulcano, con la sua grande voglia di fare e di spendersi per il Salento la sua terra. Sempre col sorriso pronto e quella sua innata capacità di sdrammatizzare.

In questo triste momento il nostro pensiero ed il nostro abbraccio va alla famiglia: la moglie e le figlie Cristina e Federica.

Ciao Nunzio, ci mancherai.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus