Connect with us

Cronaca

Altro che Festa della Liberazione…

Apologia del nazismo (e dell’ignoranza) nell’anniversario della Liberazione

Pubblicato

il

“Proprio mentre venivano celebrati i 70 anni dalla “Liberazione”, alcuni cittadini ci hanno segnalato un fatto inquietante: sui muri e sulle vie di San Cataldo di Lecce alcuni ignoti hanno scritto con bombolette spray iscrizioni inneggianti al nazismo ed uno dei segnali con la denominazione di una delle via della marina è stato cancellato e poi sovrascritto con la dicitura: via a. Hitler”.

E’ Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, a lanciare l’allarme, raccogliendo la denuncia riguardante gli episodi di apologia del nazismo che “non possono essere sottovalutati dalle autorità inquirenti e dall’opinione pubblica per evitare che si diffonda il seme dell’odio che vede in quell’ideologia uno dei suoi più significativi esempi e proprio quando le marine leccesi ed il Salento si ritrovano ad essere crocevia degli sbarchi di profughi ed immigrati che al contrario hanno bisogno di assistenza e della naturale solidarietà che da sempre il popolo salentino ha dimostrato nel corso dei secoli”.

Dinanzi alla possibilità di tacere un simile infelice atto per non soddisfare la fame di visibilità dei suoi autori, scegliamo piuttosto di renderlo pubblico. Perché l’idiozia e l’ignoranza che sfociano nell’odio e nel razzismo, nonché nell’avversità per una ricorrenza fondamentale per la storia e la vita della nostra Nazione, quale è il 25 aprile, vanno denunciate con ogni mezzo, non sorvolate.

Di seguito, la gallery con le foto di alcune delle iscrizioni naziste.

Attualità

Primo giorno di spostamenti tra regioni: in migliaia in Puglia

Portale per le registrazioni in tilt con quasi 100mila accessi: compilati 6600 moduli già nel primo pomeriggio

Pubblicato

il

Tempo di primi bilanci al termine del primo giorno che ha segnato la riapertura agli spostamenti tra regioni dopo il lockdown da Coronavirus.

Gli ingressi in Puglia nella giornata odierna sono stati tantissimi, si presume abbiano raggiunto quota 10mila.

Ne è riprova il fatto che la piattaforma dove si deve registrare chi vi arriva ha segnato quota 6600 moduli di autosegnalazione già nel primo pomeriggio del 3 giugno.

Il sito della regione che tiene il registro degli arrivi in mattinata è andato in tilt. Il numero di accessi ha infatti toccato quota 80mila già a metà giornata.

L’ordinanza

Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha emanato una ordinanza, la num. 245, con decorrenza dal 3 giugno 2020: “Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19”. Obblighi di segnalazione per l’ingresso delle persone fisiche in Puglia”.

Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19, si dispone:

Con decorrenza dal 3 giugno 2020, tutte le persone fisiche che si spostino, si trasferiscano o facciano ingresso, in Puglia, da altre regioni o dall’estero, con mezzi di trasporto pubblici o privati:

– segnalano lo spostamento, il trasferimento o l’ingresso mediante compilazione del modello di auto-segnalazione disponibile sul sito istituzionale della Regione Puglia;

– dichiarano il luogo di provenienza ed il comune in cui soggiornano;

– conservano per un periodo di trenta giorni l’elenco dei luoghi visitati e delle persone incontrate durante il soggiorno.

Foto stazione Lecce da instagram _iacovelligiuseppe_

Continua a Leggere

Cronaca

Dona stipendio durante pandemia: carabiniere salentino sarà Cavaliere della Repubblica

Pubblicato

il

Non solo Irene Coppola, la sarta gallipolina che ha donato migliaia di mascherine: anche un altro salentino sarà tra i Cavalieri della Repubblica insigniti dal Presidente Mattarella per essersi contraddistinti per il loro servizio alla comunità durante la pandemia.

Stiamo parlando di Ettore Cannabona, carabiniere originario di Miggiano, da 10 anni in Sicilia per lavoro.
Cannabona, ha deciso di donare il suo stipendio dopo aver “visto il disagio negli occhi dei tanti uomini e donne di Altavilla Milicia che durante i giorni della pandemia non avevano nulla da mangiare.

Per me contano i valori e i rapporti umani che sono alla base della convivenza tra le persone“, ha raccontato, “il mio gesto era privato e rispondeva solo a un’esigenza: fare qualcosa di concreto per chi ha sofferto nei mesi duri della pandemia” .

La solidarietà del maresciallo ha attivato una intera comunità che, col supporto di supermercati e macellerie del paese, è riuscita a soddisfare il bisogno di un centinaio di famiglie.

Continua a Leggere

Cronaca

Colpo fallito nella notte al distributore di carburante di Depressa

Pubblicato

il

2d depressa benzina martella petroli distributore

Tentato furto al distributore di carburante “2D” Martella Petroli di Depressa, a Tricase.

Il colpo mancato è stato registrato nella notte tra martedì 2 e mercoledì 3 giugno, attorno all’1e30, quando due ignoti hanno preso di mira le colonnine del self service. 

Il pronto intervento della “Folgore”, vigilanza privata di Tricase collegata al distributore mediante impianto di videosorveglianza, ha messo in fuga i malintenzionati. 

Sul posto sono accorsi anche i carabinieri che hanno potuto constatare come le macchinette del self fossero intatte. L’unica traccia tangibile, immagini a parte, del passaggio dei due ladri era nei tombini che gli stessi hanno provato a forzare nell’intento, probabilmente, di manomettere proprio l’impianto di telecamere a circuito chiuso che ha rovinato il loro piano. 

Le successive ricerche in zona non hanno dato esito: i malviventi, seppur fuggiti a mani vuote, non sono stati rintracciati.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus