Connect with us

Cronaca

Ancora ossa a Roca: ne spunta un sacco pieno sul fondale

Pubblicato

il

Una scoperta dietro l’altra, l’una più incredibile dell’altra.

Una escalation quella dei ritrovamenti nel mare di Melendugno che ha uno sfondo misto tra il macabro ed il misterioso.

Dopo il piede rinvenuto a riva a Roca e il femore ritrovato in acqua ieri, oggi è stato estratto dall’acqua un sacco nero che giaceva sul fondale marino contente un  mucchio di ossa.

Non vi è ancora un spiegazione chiara a quanto sta accadendo in queste ore nelle acque di Melendugno. Al momento però pare si possa escludere che, quantomeno le ossa nel sacco di plastica, siano umane. Potrebbero esser di un animale di grandi dimensioni.

Dopo le operazione avviate in giornata dagli uomini del nucleo specializzato del comando di Bari, intervenuti sul posto insieme ai vigili del fuoco del comando provinciale di Lecce, coadiuvati da un elicottero AB412 del Reparto volo dei vigili del fuoco di Bari, è scattata una indagine attorno alla questione.

Cronaca

Poggiardo smentisce il bollettino epidemiologico: “Mai superati i 5 casi”

Pubblicato

il

Il bollettino epidemiologico della Regione Puglia di lunedì riporta una non irrilevante novità in merito a Poggiardo.

Come vi abbiamo raccontato nel pomeriggio, sulla mappa il territorio di Poggiardo è passato da “zona rosa-tenue” ad una tonalità più scura. Ad indicare l’aumento dei casi di positività ed il passaggio dal range tra 1 e 5 a quello tra 6 e 10.

Il COC però in serata smentisce seccamente: “Ad oggi non risultano nuovi casi di positività al Covid-19 nel territorio di Poggiardo”, scrivono dal Centro Operativo del Comune. “I casi confermati sono 5 e sono sotto sorveglianza medica da parte delle autorità competenti.
Ribadiamo sempre che non va abbassata la guardia e che bisogna rispettare le disposizioni sul distanziamento e sull’uso delle mascherine”.

Continua a Leggere

Copertino

Si ribalta col trattore: soccorso sulla Galatina-Copertino

Pubblicato

il

Grande spavento in serata sulla strada tra Copertino e Galatina.

Nel buio appena calato di questa calda notte, un uomo di e ribaltato sulla SP18 con il suo trattore, all’ingresso della zona industriale copertinese.

Pochi minuti alle 21 quando è partita, da alcuni passanti, la chiamata al 118.

Ambulanza e carabinieri sono accorsi sul luogo del sinistro. Non ancora chiare le ragioni per cui l’uomo ha perso il controllo del mezzo agricolo.

La strada interessata dal sinistro è rimasta, in quel tratto, chiusa al traffico per una abbondante mezz’ora. Il malcapitato soccorso dal 118 non sarebbe in gravi condizioni.

Continua a Leggere

Casarano

Lotta al Covid: le mosse della Regione

Fondi dal Ministero della Salute permetteranno un aumento dei posti anziché il loro taglio. Casarano sarà ospedale di primo livello

Pubblicato

il

Non piace, in Regione, l’andazzo sanitario che sta portando il Coronavirus a diffondersi nuovamente in maniera preoccupante.

Il governatore Michele Emiliano a breve convocherà i prefetti per discutere della direzione da seguire per contrastare l’incubo di un ritorno di fiamma del Covid.

Intanto, emergono decisioni in merito alla rete ospedaliera. Novità che sanno di un ritorno al passato: il Ministero ha infatti tirato il freno sui tagli. Il numero di posti letto stabilito è di 1255 per tutta la Puglia, 276 in più di terapia intensiva (arrivando a 580 complessivi) e 285 di semi intensiva.

Novità a Casarano

Il sistema ospedaliero, ha detto Emiliano, “si militarizza” in attesa della seconda ondata. Con l’imprescindibile aumento dei fondi ricevuti dal Ministero per realizzare il tutto: 98 milioni di euro.

La provincia di Lecce avrà 115 posti letto in più di terapia intensiva e 56 di sub intensiva. Per il post covid, 120 posti letto a Copertino e 40 a San Cesario.

A Casarano la più grande novità.

“L’ospedale di Casarano – ha annunciato il presidente Emiliano, aggiungendo che sarà inviata a Roma formale richiesta – deve essere di primo livello. Abbiamo previsto il raddoppio dei posti letto in terapia intensiva da 4 a 8. In questo modo, insieme a Gallipoli, non contro Gallipoli, assicurerà un presidio importante di salute e anche nella lotta al Covid”.

Poi, secondo obiettivo quello di incrementare, ovunque, di 474 posti letto gli ospedali tradizionali, 123 posti letto le riabilitazioni e 658 la lungodegenza.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus