Connect with us

Corsano

Breve fuga con l’eroina: due arresti

Fermati a Tiggiano due corsanesi che, alla vista dei carabinieri, han provato a disfarsi dello stupefacente spezzettandolo e gettandolo in strada

Pubblicato

il

Han provato a far mangiare la polvere ai carabinieri, ma han finito per impolverarsi da soli.


Nel pomeriggio di ieri son finiti in arresto due giovani di Corsano, fermati nel territorio della limitrofa Tiggiano. Si tratta di Eros Calabrese, 29enne, e di Biagio Bleve, 25enne, incappati in una pattuglia dei carabinieri di Specchia, in servizio perlustrativo.


I carabinieri, riconosciuti i due, di passaggio su un’auto e noti per precedenti piccoli reati, han provato a fermarli per un controllo.


Consapevoli di cosa gli sarebbe spettato per ciò che custodivano in macchina, i due corsanesi han tentato la fuga. Trasportavano una pietra di eroina, di cui han provato a disfarsi frantumandola e gettandola dal finestrino, mentre i militari si apprestavano ad inseguirli.


Una volta raggiunta l’auto, i  carabinieri si son trovati dinanzi a quella che definiscono una scena tragicomica, con i due impolverati dal tentativo di spezzettare l’eroina che, come raccontano i militari, “sembravano due fornai di antica memoria”.

Recuperato lo stupefacente dalla strada (circa 3 grammi), gli uomini dell’Arma han condotto gli interessati presso le loro abitazioni, per una perquisizione domiciliare.


Presso la casa di Calabrese sono stati sequestrati 25 grammi di hashish e oltre 100 di  marijuana, con il relativo materiale per il confezionamento e lo stoccaggio.


Al termine dell’attività, i due sono stati accompagnati in caserma per le formalità di rito e, in seguito, condotti agli arresti in attesa del giudizio di convalida. Rispettivamente, Calabrese presso la Casa Circondariale di Lecce, e Bleve presso la propria abitazione, ai domiciliari.


Corsano

Tremendo incidente tra Corsano e Gagliano: gravi in due

Pubblicato

il


Grave incidente stradale sulla via che collega Corsano e Gagliano del Capo.





Dopo le 17 di questo pomeriggio, due vetture si sono scontrate violentemente all’altezza del distributore di carburante Apron.





Scioccante lo scenario: i due mezzi, una Ford Kuga ed una Mercedes Classe A, sono andati completamente distrutti nella parte anteriore. Sul posto il 118 di Gagliano e i vigili del fuoco del Distaccamento di Tricase. Con loro anche i Carabinieri della Compagnia di Tricase.





Uno dei due conducenti, un medico 62enne di Gagliano (e non di Tricase, come inizialmente riportato), è stato trasportato all’ospedale Vito Fazzi di Lecce in codice rosso.




Codice giallo e corsa all’ospedale Delli Ponti di Scorrano per un uomo di 46 anni di Alessano.





Il tratto di strada della sp81 tra i due paesi è stato interrotto per permettere i soccorsi e la rimozione dei mezzi dall’asfalto. Il traffico è stato deviato per chi in provenienza dai centri abitati di Corsano e Gagliano sino a dopo le 20, poi la riapertura.






Continua a Leggere

Corsano

Sospetta tangente per appalto a Corsano: indagato anche l’ex sindaco

Pubblicato

il


Falso ideologico commesso da pubblico ufficiale, turbata libertà degli incanti, corruzione per un atto contrario ai propri doveri d’ufficio.





Questi i capi d’accusa dell’inchiesta avviata dalla Procura e supportata dal lavoro dei carabinieri del Norm di Tricase. Una inchiesta partita dopo l’esposto di alcuni attivisti pentastellati e di alcuni consiglieri.





Siamo a Corsano, dove la riqualificazione di una scuola è finita sotto ai riflettori. Il sospetto è che, sotto l’amministrazione dell’ex sindaco Biagio Martella, una tangente da 20mila euro abbia pilotato la gara per l’assegnazione dei lavori.




Con quello dell’allora sindaco, sono in tutto 8 i nomi iscritti nel registro degli indagati. Vi sono infatti il fratello dell’ex primo cittadino, Giorgio Martella; il dirigente dell’ufficio Tecnico di Corsano Antonio Bleve; gli architetti Fernando Zocco, 60 anni, di Lecce, e Antonio Bisanti, 59 anni, di Corsano; l’ingegnere Sebastiano Chiarello, 41 anni, di Tricase; l’architetto Chiara Chiarello, 32 anni, di Gagliano del Capo e l’ingegnere Emiliano Zampironi, 46 anni di Gagliano del Capo.





Le presunte irregolarità avrebbero permesso l’accesso ad un bando della Regione Puglia per un importo prossimo al milione di euro.


Continua a Leggere

Corsano

Corsano amplia la rete fognaria

Pubblicato

il


Finanziamento da 500mila euro a Corsano per la progettazione dell’ampliamento della rete fognaria.





Il Comune ne dà notizia su Facebook con queste parole:




“Un ulteriore passo nella direzione della risoluzione dei problemi della rete fognaria di Corsano è compiuto grazie al finanziamento di € 500.000,00 destinato alla progettazione dell’ampliamento dei due tronconi principali, est ed ovest. Queste nuove risorse permetteranno al nostro Comune di affrontare gli ingenti costi di progettazione che rappresentano un elemento essenziale per il successivo avvio dei lavori.
Gli uffici sono già impegnati per mettere a frutto una notizia che ci inorgoglisce, ma ci carica anche di ulteriori responsabilità, perché nonostante le contingenze dettate dalla pandemia abbiamo l’onere di rispettare la stretta tempistica legata al finanziamento e di espletare tutte le procedure necessarie per la progettazione.
Gli interventi sulla rete fognaria sono complessi, richiedono certamente del tempo, anche perché scontano un grave ritardo nel corso degli anni oltre ad impattare su problematiche tecniche di non poco conto. Allo stesso tempo le opere sui tronconi della fognatura rappresentano un impegno cruciale per la vita del nostro paese, per la sicurezza della popolazione e per la vivibilità di aree importanti della nostra Corsano. Per questo il mandato amministrativo proseguirà con l’obiettivo di dare risposta ad un impegno assunto con la popolazione”.


Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus