Connect with us

Casarano

Casarano: scampato un anno fa a imboscata, oggi accoltella in strada 49enne

Pubblicato

il


Un 49enne di Casarano è stato accoltellato nel pomeriggio di oggi in strada nel suo paese.





Ad aggredirlo il 29enne di origine marocchina Antonio Amin Afendi, vittima di un agguato il 25 ottobre dell’anno scorso al quale sopravvisse per miracolo (clicca qui per rileggerne la notizia e gli sviluppi di un anno fa).




Il 49enne vittima dell’aggressione di oggi è stato trasportato d’urgenza in ospedale, dove è stato immediatamente sottoposto ad un intervento.





I carabinieri sono al lavoro per ricostruire le cause dell’accaduto. Afendi invece è stato tratto in arresto. L’imboscata di un anno fa gli fu tesa da Giuseppe Moscara nell’ambito della faida tra clan acuitasi dopo l’uccisione del boss Augustino Potenza, freddato nel parcheggio dell’Iper Mac di Casarano 3 anni ed 1 giorno prima dell’agguato ad Afendi: il 26 ottobre 2016.


Casarano

Il Covid ferma le scuole in 3 Comuni della provincia

Pubblicato

il

Il Covid continua a metter lo sgambetto al normale svolgimento della didattica delle scuole salentine.

Nelle ultime ore 3 Comuni in provincia si son visti costretti a prendere provvedimenti in seguito a contagi che hanno interessato alunni o personale scolastico.

A Casarano

Il sindaco Ottavio De Nuzzo ha disposto la chiusura del plesso di piazza San Domenico dove frequentano la scuola alunni di elementari e medie. Sono stati riscontrati diversi casi di positività e scattate una serie di quarantene a catena.

A Sternatia

Il genitore di un alunno della scuola di Sternatia è risultato positivo al Covid. Qui la misura è più precauzionale che negli altri centri: in via preventiva verrà disposta la chiusura della scuola primaria e secondaria per l’intera settimana che inizia domani. Il sindaco Manera inoltre ha disposto, a spese del Comune, uno screening su base volontaria per docenti, studenti e personale Ata.

A Maglie

Maglie chiude invece la scuola dell’infanzia, la primaria e la secondaria di via Lanoce-Marconi. Sempre causa Covid, la didattica sarà a distanza nei prossimi giorni.
Continua a Leggere

Casarano

Contagi tra i pazienti: chiuso reparto del Ferrari a Casarano

Pubblicato

il


Prende forma un nuovo focolaio in ambienti ospedalieri.
L’ultimo nosocomio interessato è quello di Casarano. In queste ore un intero reparto, quello di Urologia, è stato chiuso. La decisione è arrivata dopo un giro di test che hanno fatto emergere sei positivi al Covid tra i degenti.
Non vi sono al momento certezze sull’origine dei contagi. Isolamenti, sanificazioni e giro di tamponi sono scattati immediatamente.
Uno dei pazienti risultati positivi era stato trasferito dall’ospedale di Gallipoli, interessato in settimana da un focolaio nel reparto Medicina. Al momento non è chiaro se possa esser stato questo caso a originare il focolaio del Ferrari che, già ad ottobre, aveva dovuto fronteggiare il Sarscov2. Allora fu il reparto di Radiologia ad andare in difficoltà causa contagi.

Continua a Leggere

Casarano

“Serve mobilitazione comune contro la chiusura dell’Agenzia delle Entrate a Casarano”

Pubblicato

il


A cura di Lorenzo Zito





Tutti contro la chiusura della sede dell’Agenzia delle Entrate di Casarano che, per il sindaco Ottavio De Nuzzo “deve essere contrastata con ogni mezzo consentito dalla legge”.





L’amministrazione di Casarano, con la deliberazione di Giunta Comunale numero 11 di ieri, esprime la sua contrarietà ad una decisione presa in nome della spending review ma che ha ben poco di logico. Una prospettiva che sa tanto di crescente scomparsa di tutele per i cittadini, i cui diritti sono sempre meno garantiti a dispetto di doveri e obblighi da mantere e rispettare. Nell’era della pace fiscale fumo negli occhi, prende forma un futuro in cui una provincia con numero di abitanti 10 volte superiore al capoluogo si ritrova senza sedi dislocate dell’Agenzia delle Entrate.





Ottavio De Nuzzo




Sulla scia della gia decisa chiusura delle sedi di Gallipoli e Maglie, con accorpamenti alla sede capoluogo di Lecce, si fa strada anche il tramonto degli uffici casaranesi che servono un bacino d’utenza di circa 300mila persone. Il sindaco Ottavio De Nuzzo ne ricorda infatti i Comuni serviti: Alessano, Alezio, Andrano, Casarano, Castrignano del Capo, Collepasso, Corsano, Gagliano del Capo, Galatone, Gallipoli, Matino, Melissano, Miggiano, Montesano Sal.no, Morciano di Leuca, Parabita, Patù, Presicce – Acquarica, Racale, Ruffano, Salve, Sannicola, Specchia, Supersano, Taurisano, Taviano, Tiggiano, Tricase, Tuglie, Ugento.




“L’importanza strategica dell’Ufficio è indiscussa”, si legge nel comunicato emesso dal Comune di Casarano, “così come i disagi che, un provvedimento di chiusura dello stesso arrecherebbe a dipendenti, contribuenti e professionisti, qualora costretti a riversarsi tutti nel capoluogo. Ingenti disagi genererebbe anche il senso di un allontanamento delle istituzioni dai cittadini e dalle loro istanze, nonché comprensibili ricadute sul tessuto economico e sociale del territorio“.
“E’ necessaria una convinta e insistente mobilitazione delle istituzioni locali e dei loro rappresentanti”, continua la nota. “Non si possono privare i cittadini del basso Salento di servizi così essenziali in nome di una riorganizzazione funzionale per esigenze di risparmio di spesa. Auspichiamo che tutti i comuni che fanno capo alla sede di Casarano approvino nei prossimi giorni una delibera analoga a quella adottata già da noi e da qualche Comune limitrofo. Invitiamo alla mobilitazione i parlamentari salentini, i rappresentati regionali e provinciali del nostro territorio, cosi come hanno già fatto Confindustria Lecce, Fondazione Messapia e Federteziario. Non possiamo consentire questa chiusura, non possiamo permettere una ulteriore azione di impoverimento di servizi, le cui conseguenze ricadono sui cittadini, a maggior ragione in un momento così delicato per la tenuta economica dei nostri territori.”





“Facilitare, non aggravare le difficoltà”





Anche il Presidente dell‘Unione Giovani Commercialisti di Lecce, Dott. Marco De Franco, esprime il suo dissenso circa la paventata chiusura della sede di Casarano: “In un momento di profonda crisi economica per imprese e famiglie e di sempre più numerosi adempimenti da parte dei professionisti, occorrerebbero iniziative atte a facilitare le esigenze di tutta l’utenza ricadente in un bacino di oltre 30 Comuni, invece di adottare scelte che creino difficoltà nel contatto e quindi nella gestione e risoluzione di problematiche. Non è da trascurare che sono state chiuse le sedi territoriali di Maglie e Gallipoli e che anche lo sportello della Camera di Commercio di Casarano è temporaneamente chiuso, con l’incertezza della riapertura dopo il 31 gennaio. Tutto ciò comporta un sovraccarico di lavoro di tutti gli uffici del capoluogo e una sempre maggiore congestione del traffico, nonché di dispendio di tempo. Tutte le associazioni di categoria, ordini professionali e esponenti politici del basso Salento devono unirsi per elaborare delle proposte serie volte ad impedire la chiusura della sede di Casarano”. E conclude: “L’attuale situazione impone scelte vicine ad imprese, cittadini e professionisti e non di aggravio delle già numerose difficoltà quotidiane”.





Marco De Franco

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus