Connect with us

Castrignano del Capo

Castrignano del Capo: parte ammodernamento impianto fognario

I primi interventi: installazione di valvole di non ritorno per poi arrivare a 2 nuovi impianti di sollevamento ed una nuova condotta

Pubblicato

il

aqp acquedotto

Il Sindaco di Castrignano del Capo, Santo Papa, il Direttore di “Reti e Impianti di AQP”, Francesca Portincasa, ed i tecnici del comune di Castrignano assieme a quelli di AQP riuniti in un tavolo tecnico a Bari per definire i primi passi di potenziamento ed ammodernamento dell’impianto fognario del comune del basso Salento.


L’incontro, tenutosi presso la sede dell’Aqp, arriva dopo l’autorizzazione dell’Autorità Idrica Pugliese (AIP) all’installazione di due nuovi impianti di sollevamento fognario e di una nuova condotta fognaria, nonché dopo i primi interventi di questi giorni. Interventi con cui i tecnici di Acquedotto Pugliese hanno provveduto all’installazione di un dispositivo di telecontrollo remoto sull’impianto e all’aggiunta di nuove pompe idonee di sollevamento dei reflui fognari.


I lavori rispondono ad una annosa criticità, riguardante proprio l’inadeguatezza del sistema fognario all’abitato. Inadeguatezza manifestatasi in particolar modo rispetto alle necessità della marina di Santa Maria di Leuca che d’estate (ma talvolta anche in periodi invernali) vive giornate di pienone complice l’afflusso turistico e non solo. Sovente infatti, negli ultimi anni (e per l’ultima volta lo scorso 22 giugno), a causa tanto dell’insufficiente portata delle condotte di risalita dalla marina all’impianto di depurazione (ubicato a Castrignano del Capo) quanto talvolta del guastarsi di alcune di esse, si sono verificati gravi episodi di esplosione delle fogne, con conseguente deflusso in mare, in aree di balneazione, delle acque reflue.


Domani sopralluogo a Leuca

Il progetto, bandito in gara nel 2020, prevede lavori per una spesa di circa 2,4 milioni di euro. Domani via Gorizia, una delle strade della marina più soggette tanto al fenomeno della debordazione quanto al taglia e ricuci del manto stradale (a causa delle importanti condutture soggiacenti) sarà sede di un sopralluogo dei tecnici Aqp. Qui infatti nelle prossime ore verranno installate delle valvole di non ritorno del flusso fognario al fine di permettere interventi mirati sulla rete.


Via Gorizia lo scorso 22 giugno


 


Castrignano del Capo

Accoltellò la fidanzata: appello riduce condanna a 8 anni

Pubblicato

il

Sconto di pena per Giorgio Vitali, il 31enne che accoltellò la sua ormai ex fidanzata, una 28enne di Tricase, il 2 settembre del 2018.

Dopo la condanna dello scorso febbraio, con rito abbreviato, è arrivata in appello la conferma della sentenza di condanna di colpevolezza. Con essa confermati l’obbligo alla refusione delle spese alle parti civili, interdizione perpetua dai pubblici uffici, interdizione legale per tutta la durata della pena. Rimodulata però la durata della pena stessa: da 10 a 8 anni.

La follia e la chiamata all’amica: “Vieni, è caduta”

Vitali sferrò 15 coltellate all’ex fidanzata e tentò anche di strangolarla mentre i due si trovavano a casa dei nonni di lei, a Morciano di Leuca. Subito dopo chiamò un’amica chiedendole di raggiungerli e dicendole che la sua ragazza era caduta.

La vittima della aggressione, che aveva perso molto sangue, era stata trasportata d’urgenza presso ospedale Cardinale Panico di Tricase dove fu ricoverata in rianimazione in prognosi riservata prima di essere dimessa.

Il giudice in rito abbreviato valutò l’uomo colpevole di tentato omicidio aggravato, così come richiesto dall’accusa. Fu posta altresì a carico dell’imputato una provvisionale (anticipo sull’importo integrale che le spetterà in via definitiva quando avverrà la determinazione complessiva del danno) immediatamente esecutiva di 20mila euro in favore della vittima (legale rappresentante l’avv. Carlo Chiuri) e di 5mila euro in favore di ciascun genitore.

Continua a Leggere

Castrignano del Capo

Movida a Leuca: chiuso locale per assembramenti

Sospesa attività per 5 giorni in una delle principale mete notturne della marina

Pubblicato

il

L’estate è decollata e il Covid sembra per molti un lontano ricordo. Ma il rischio ricaduta è dietro l’angolo e le norme ce lo ricordano.

Norme (come quelle antiassembramento) che in questi giorni sono state applicate in più centri del basso Salento. Tra questi anche Santa Maria di Leuca dove un noto locale, molto frequentato dalla movida più giovane, è stato chiuso per 5 giorni. Proprio a causa di assembramenti riscontrati dalle forze dell’ordine, è stata imposta la sospensione temporanea dell’attività.

Si tratta di una misura simile a quella adottata nelle scorse ad Alessano dal sindaco Torsello. Qui, dopo un evento musicale in piazza Don Tonino Bello, è stata revocata l’autorizzazione all’occupazione del suolo pubblico ad un locale.

Continua a Leggere

Castrignano del Capo

Spiagge sicure: firmata convenzione in Prefettura

Pubblicato

il

Oggi in Prefettura è stato sottoscritto, dal prefetto Maria Teresa Cucinotta e dai rappresentanti dei Comuni di Castrignano del Capo, Salve, Santa Cesarea e Vernole, il Protocollo d’intesa di cui vi avevamo parlato un mese fa: “Spiagge sicure – Estate 2020“.

Si tratta di progetti finanziati dal fondo per la sicurezza urbana per il potenziamento della attività di prevenzione e contrasto dell’abusivismo commerciale e della contraffazione.

Le convenzioni

Bella l’iniziativa dei Comuni di Castrignano del Capo e di Salve che, con una convenzione, d’intesa coi sindaci dei rispettivi comuni, hanno concordato la realizzazione dei progetti anche nei territori di Patú e Ugento.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus