Connect with us

Cronaca

Con una scusa ferma una ragazza, la trascina in auto e inizia a masturbarsi: arrestato

Pubblicato

il


Nella tarda serata di ieri, una 17enne leccese, mentre era ferma al semaforo di viale Japigia a bordo della sua minicar, è stata affiancata da un’autovettura. A bordo un uomo che, dal finestrino, le chiedeva delle informazioni su dove si trovasse una via del centro.





La ragazza, in buona fede, non conoscendo la strada, ed essendo scattato il verde, si è fermata poco più avanti per cercarla su Google Maps dal suo telefono cellulare. Mentre la ragazza le forniva le indicazioni, l’uomo, fingendo di non capire dove fosse, le ha preso il cellulare per meglio vedere la strada e poi, con mossa repentina, è entrato nella sua auto, invitando la ragazza a seguirlo, con la scusa di dover spostare il veicolo per timore di una contravvenzione.





La malcapitata, al fine di recuperare il proprio cellulare, ha seguito l’uomo e dal suo finestrino, lato passeggero, lo ha invitato insistentemente a restituirle il telefono. Ma l’uomo, aprendo lo sportello, la ha afferrata per un braccio, spingendola dentro l’auto, per poi masturbarsi.




La ragazza, nonostante fosse molto spaventata, è riuscita a reagire e, recuperato il telefono, è scappata minacciando ad alta voce di telefonare alla Polizia, cosa che è poi riuscita a fare immediatamente, inducendo il malintenzionato ad allontanarsi.





La ragazza è comunque riuscita a rilevare la targa del veicolo: gli agenti delle volanti in poco tempo sono risaliti all’identità dell’uomo.





Si tratta di un 24enne della provincia di Lecce che, nel frattempo, aveva raggiunto la sua abitazione.
Già conosciuto alle Forze dell’Ordine per essersi reso responsabile, negli ultimi anni, degli stessi reati, è stato svegliato nel cuore della notte dagli operatori di Polizia e condotto in carcere con l’accusa di violenza sessuale e tentata rapina.


Cronaca

Una discussione con gli amici, poi sparisce nel nulla: apprensione per 21enne

Pubblicato

il

Un ragazzo di 21 anni è scomparso la notte tra lunedì e martedì, attorno alle ore 01:30, in località Torre S. Giovanni, Ugento.

Si chiama Gabriele De Renzo, ha 21 anni. È originario di Bari. Si è allontanato dal gruppo di amici con cui era in vacanza dopo una discussione.

Indossava solo un paio di pantaloncini neri e molto probabilmente delle sneakers nere. Ha un tatuaggio sul fianco destro, una E al contrario, tutta nera. Chiunque l’abbia visto o lo veda può contattare il numero +39 328 973 7763.

Continua a Leggere

Cronaca

I Carabinieri scovano un arsenale e una base di spaccio: tre arresti

I Carabinieri del comando provinciale di Lecce a poche ore di distanza hanno colto in flagranza di reato tre individui, a seguito di altrettante perquisizioni domiciliari, traendoli in arresto

Pubblicato

il

Si è trattato di una giornata animata per i Carabinieri del comando provinciale di Lecce, che a poche ore di distanza hanno colto in flagranza di reato tre individui, a seguito di altrettante perquisizioni domiciliari, traendoli in arresto.

Il primo ha interessato Daniele Papa, classe ’76 residente a Trepuzzi, che nascondeva nella sua abitazione un vero e proprio arsenale abusivo: un ordigno esplosivo, fucili da caccia, pistole mitragliatrici e semiautomatiche assieme a centinaia di munizioni di vario calibro. La perquisizione condotta dai Carabinieri è stata quindi estesa ad una masseria situata a Squinzano, da lui gestita, dove in un cellophane era custodito 1kg di marijuana.

Arrestato in flagranza anche S.M., sempre di Trepuzzi, imputato di ricettazione e per il furto di una moto Honda, precedentemente denunciato dal legittimo proprietario. Entrambi, già noti alle forze dell’ordine, sono stati arrestati e condotti presso il carcere di Borgo San Nicola di Lecce

Ad essi si aggiunge il nome di Massimiliano Barba, ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, tra le quali cocaina, eroina e metadone e di un bilancino di precisione. Anche per lui si sono aperte le porte del penitenziario leccese.

Continua a Leggere

Attualità

Covid: sono 61 i nuovi positivi in provincia

In tutta la Puglia sono 213 i casi positivi su 11.623 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus registrati per un tasso di positività del 1,83%

Pubblicato

il

Sono 213 i casi positivi su 11.623 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus registrati per un tasso di positività del 1,83%.

Sono questi, insieme a quello dei 61 nuovi positivi in provincia di Lecce, i dati salienti dell’odierno bollettino regionale.

Sono stati registrati due decessi che vanno ad incrementare il bilancio delle vittime pugliesi con covid: uno in provincia di Brindisi, l’altro residente fuori regione.

IL RIEPILOGO

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 2.923.726 test.247.212 sono i pazienti guariti.2.585 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 256.468 di cui 27.796 nella Provincia di Lecce.

IL BOLLETTINO DEL 3 AGOSTO 2021

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus