Connect with us

Cronaca

Lucugnano e Depressa: “Non basta scusarsi per il disagio, riaprite le poste!”

La lettera di un nostro lettore, cittadino di una della frazioni di Tricase

Pubblicato

il

La chiusura degli uffici postali delle frazioni di Tricase, a Lucugnano e Depressa, ha arrecato non pochi disagi alla cittadinanza.

Già lo scorso 26 marzo ci eravamo fatti carico del problema, interpellando anche il sindaco. Chiuri, in risposta anche ai solleciti dell’opposizione, si era impegnato nel contattare il direttore di filiale della provincia di Lecce, Giuseppe Stanisci. La risposta ottenuta era stata una promessa:

Dalla settimana prossima (NdA, questa settimana), cercherà in tutti i modi una soluzione per consentire l’apertura al pubblico, almeno per un giorno alla settimana, degli uffici postali delle frazioni”.

La lettera di un cittadino

Ci scrive in merito un cittadino di Lucugnano, Salvatore Ponzetta. Nella sua lettera, che pubblichiamo qui di seguito, l’appello per la riapertura è corredato da più che giustificate motivazioni.

“I cittadini oramai da un mese lamentano il problema riguardante la chiusura dei due uffici postali di Depressa e Lucugnano, con il loro servizio sospeso a causa dell’emergenza coronavirus.

Nel DPCM dell’8 marzo scorso tutti gli uffici, e principalmente quelli privi di servizio ATM, sono da considerati presidi pubblici essenziali per tutti i cittadini, in particolar modo essenziali per le persone anziane e non automunite (fetta di popolazione numericamente ben presente all’interno delle due comunità che, in questo momento di elevata emergenza sanitaria, deve essere tutelata in quanto fascia più debole).

Pertanto, non possiamo assumerci la responsabilità di esporre al pericolo proprio quella fascia di persone, come non ci possiamo assumere la responsabilità di esporre a pericolo nessun cittadino di qualsivoglia fascia di età, semplicemente scusandoci per il disagio e invitando le persone per qualsiasi esigenza a spostarsi dalle frazioni alla sede centrale delle Poste a Tricase. Arrecando non solo disagio sociale ma soprattutto aumentando il rischio di creare assembramenti.

Per queste motivazioni chiederei al Signor Sindaco di farsi nuovamente portavoce, nei confronti dell’ente interessato, per la riapertura immediata dei due uffici.

I cittadini delle due frazioni vanno rimessi alla pari con quelli di altre frazioni di altri Comuni che, nel rispetto e nella tutela della salute di lavoratori/clienti/utenti, hanno già ottenuto la riapertura delle sedi in loco, soddisfacendo le loro motivate esigenze”.

Attualità

Covid, pochi contagi anche oggi in Puglia

E ancora zero decessi in provincia

Pubblicato

il

Come ieri in Puglia si registrano 4 nuovi casi di Covid 18, e 998 tamponi effetuati.

I quattro casi rilevati sono così suddivisi: 3 nella Provincia di Bari; 0 nella Provincia di Bat; 0 nella Provincia di Brindisi; 1 nella Provincia di Foggia; 0 nella Provincia di Lecce; 0 nella Provincia di Taranto;

Sono stati registrati 2 decessi: 1 in provincia di Bari, 1 in provincia di Foggia.

In totale sono stati effettuati in tutto 119.650 test; i pazienti guariti sono 2.837, mentre 1.155 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 4.498 così divisi: 1.486 nella Provincia di Bari; 380 nella Provincia di Bat; 651 nella Provincia di Brindisi; 1.156 nella Provincia di Foggia; 515 nella Provincia di Lecce; 281 nella Provincia di Taranto; 29 attribuiti a residenti fuori regione.

Continua a Leggere

Cronaca

La madre vuole separarsi ed il figlio la minaccia col coltello

L’uomo, spinto dalla gelosia, nella serata di ieri ha inseguito la coppia

Pubblicato

il

Arrestato a Parabita un 22enne che, a causa della separazione della madre dal mariro ed alla relazione con un nuovo compagno, li ha minacci con un coltello da cucina. Così, dopo l’ennesimo atto di stalking, per lui sono scattate le manette.

L’uomo, spinto dalla gelosia, nella serata di ieri ha inseguito la coppia in strada, si è avvicinato all’autovettura dove si trovavano madre e convivente, ed a puntato loro la lama.

L’arrestato, dopo le formalità rito, è stato messo agli arresti domiciliari

Continua a Leggere

Caprarica di Lecce

Violenta grandinata, tanti i danni

Dopo la sfuriata meteorologica di ieri, oggi il meteo ha concesso il bis. Le foto

Pubblicato

il

Dopo la sfuriata meteorologica di ieri, oggi il meteo ha concesso il bis. L’unica variazione all’opera è quella toponomastica dopo Poggiardo e Ruffano di ieri, oggi il maltempo ha imperversato nella Grecia salentina ed in particolar modo a Galatina. La sorpresa, per questo periodo di quasi estate, è stata quella di vedere, dopo le prime gocce d’acqua, dei rovesci con grossi cubetti di grandine, e le strade che sembrano ricoperte di neve. In un battibaleno sono state colpite anche e distrutte verdure e vigneti. Di seguito alcune foto pubblicate dalla protezione civile.
Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus