Connect with us

Castrignano del Capo

Dramma in ospedale dopo il parto

Una donna di 34 anni di Castrignano del Capo è deceduta 4 ore dopo aver dato alla luce il suo bimbo all’ospedale di Oderzo (Tv). La direzione dell’ospedale: “Vicini a famiglia ed équipe sanitaria”

Pubblicato

il

Non c’è notizia più bella di quella che annuncia l’arrivo di una nuova vita.


Francesca Schirinzi, estetista 34enne di Castrignano del Capo, però, non poteva sapere cosa le avrebbe riservato il destino.


Aspettava il suo bimbo con trepidazione, è morta subito dopo averlo messo al mondo nell’ospedale di Oderzo, in provincia di Treviso.


Il bimbo sta bene, come confermato dai sanitari , ma lei non ce l’ha fatta.


La donna, dopo aver partorito senza problemi, ha accusato nella notte un primo arresto cardiaco. Crisi superata grazie al pronto intervento dei sanitari. L’episodio però se purtroppo ripetuto e questa mattina, alle 5,55, il terzo e fatale arresto cardiaco.


Francesca, figlia dell’unico calzolaio del paese, si era trasferita ad Annone Veneto, nella provincia di Venezia, per lavoro insieme ad Antonio Giordano, l’uomo che aveva sposato 5 anni fa e alla prima figlia di 4 anni.


OSPEDALE DI ODERZO: “FRANCESCA MORTA QUATTRO ORE DOPO IL PARTO”


Intanto il nosocomio di Oderzo ha emesso una nota con la quale comunica che “alle ore 1,41 di questa notte una donna di 34 anni residente ad Annone Veneto, con gravidanza a termine ha partorito, con parto spontaneo senza complicanze, un bambino in buone condizioni. Due minuti dopo il parto spontaneo e fisiologico vi è stata un‘improvvisa comparsa di arresto cardiaco della paziente. Attivate immediatamente le manovre rianimatorie con il supporto dell’anestesista/rianimatore, si è ottenuta una ripresa dell’attività cardio/circolatoria“.

Eseguiti gli opportuni accertamenti“, si legge ancora nella nota dell’ospedale, “la paziente è stata portata in sala operatoria per la ricerca e l’eventuale controllo delle cause di un sanguinamento vaginale. Durante questa fase, alle ore 5, compariva un secondo arresto cardiaco. Venivano pertanto eseguite le manovre rianimatorie, mentre contestualmente compariva ulteriore sanguinamento da più sedi che si continuava a trattare con terapia trasfusionale“.


Alle 5,55, nonostante tutte le terapie messe in atto, in seguito alla comparsa di un terzo arresto cardiaco, e dopo circa un’ora di manovre rianimatorie“, conclude la nota, “è stato constatato il decesso della paziente“.


In questo momento difficile siamo vicini alla famiglia e all’équipe sanitaria“, ha commentato il direttore generale, Francesco Benazzi, “nel caso la famiglia lo ritenga opportuno siamo a disposizione per fornire supporto psicologico“.


Per lunedì 18 disposta l’autopsia.


Il piccolo Marco (così Antonio e Francesca avevano deciso di chiamare il nuovo arrivato) si chiamerà anche Francesco per volontà del padre ed in ricordo della mamma scomparsa.


In Italia la mortalità materna ha una incidenza di 8-9 morti ogni 100,000 parti. La maggioranza dei decessi, il 68%, avviene in occasione del parto e il 19% durante la gravidanza.


Appuntamenti

Castrignano del Capo stende il suo tappeto artistico

Pubblicato

il

Nella notte tra sabato 18 e domenica 19 giugno, la comunità di Castrignano del Capo si riversa in piazza San Giacomo per l’allestimento del “Tappeto artistico” in occasione della festa del Corpus Domini.

I lavori avranno inizio nel primo pomeriggio proseguiranno per tutta la notte. Alle 9 di domenica il Vescovo della diocesi di Ugento – Santa Maria di Leuca Mons. Vito Angiuli benedirà il tappeto.

Seguirà, alle ore 19, la celebrazione della messa in piazza San Michele presieduta da don Fabrizio Gallo. La solenne processione del Corpus Domini si snoderà per strade del paese a partire dalle ore 20 per poi concludersi in piazza San Giacomo con la benedizione eucaristica.

“Il tema scelto quest’anno è quello dei miracoli eucaristici – afferma Don Fabrizio Gallo – cioè i principali fatti miracolosi che durante la storia della Chiesa sono avvenuti in riferimento all’Eucaristia. Si pensi al miracolo di Lanciano in cui il vino della messa si è tramutato in sangue. – e continua – Si tratta di eventi prodigiosi e segni soprannaturali che la Chiesa ha accolto come miracoli”.

Don Fabrizio spiega che “il miracolo eucaristico è un evento soprannaturale con cui Dio rende visibile, in modo straordinario, quello che accade ogni giorno e in modo invisibile con la celebrazione dell’Eucarestia”

Si tratta di un momento di convivialità importante soprattutto nell’epoca del post covid.

La realizzazione del tappeto artistico ha visto impegnati bambini e famiglie in tutta la fase di preparazione.

Continua a Leggere

Attualità

«Ai pescatori non conviene più uscire in mare!»

L’intervento di Luigi Visconti, segretario provinciale della Fai Cisl Lecce: «Il solo costo del gasolio arriva a coprire oltre il 70% dei ricavi. Fino ad oggi nessuna risorsa utile alla tutela del futuro occupazionale di 30mila lavoratori del settore. Si sta lasciando campo libero ad un import di pescato privo di qualsivoglia sostenibilità sociale ed ambientale e di qualsiasi sicurezza alimentare»

Pubblicato

il

Ai pescatori non conviene più uscire in mare: il solo costo del gasolio arriva a coprire oltre il settanta per cento dei ricavi!

Nel 2020 un’imbarcazione spendeva in media 131 euro al giorno per l’acquisto di carburante.

Nel 2022 il costo del carburante medio per battello risulta quasi raddoppiato.

In particolare, si stima che per la pesca a strascico la spesa media giornaliera quest’anno sfiorerà i 600 euro, contro una media di poco inferiore ai 400 euro negli anni 2019-2020.

L’aumento del costo del carburante ha dato, quindi, un ulteriore grave colpo ad un settore già duramente colpito dalla pandemia e dalle limitazioni delle attività imposte dalle autorità europee.

Secondo Luigi Visconti, segretario provinciale della Fai Cisl Lecce, «per risolvere questo stato di crisi, risulta necessario ed urgente attivare un insieme coordinato di azioni a sostegno del settore, nonché prevedere provvedimenti nazionali immediati per favorire il ripristino di adeguati livelli di sostenibilità economica dell’impresa».

Si è discusso con il governo dell’estensione del credito di imposta anche al secondo trimestre 2022, della necessità di inserire fra le cause del cosiddetto “fermo bellico” anche le marinerie del Mediterraneo, del decreto ministeriale appena pubblicato in G.U. che stanzia 20 milioni di euro per fronteggiare il caro energia, della messa a punto di un sistema di norme che consentano la piena applicazione della CISOA (la Cassa Integrazione già in uso nel settore agricolo che interesserà anche la pesca), dell’erogazione immediata dell’indennità di fermo pesca del 2021, di strumenti per il sostegno al reddito dei pescatori che vedono le proprie buste paga investite direttamente dal caro gasolio.

Anche la Regione Puglia, tramite l’assessore Donato Pentassuglia, ha garantito lo stanziamento di ulteriori 3 milioni di euro.

«Attenzione, però», avverte Visconti, «si tratta di provvedimenti che non hanno ancora prodotto nessuna risorsa utile alla tutela del futuro occupazionale di 30mila lavoratori del settore. Bisogna anche dire, come se già non bastasse, che la situazione attuale sta determinando complessivamente un danno enorme alla produzione italiana a favore di un import perlopiù privo di qualsivoglia sostenibilità sociale ed ambientale e di qualsiasi sicurezza alimentare: un paradosso che bisogna sanare con tempestività prima che sia troppo tardi».

Continua a Leggere

Appuntamenti

Dal Friuli al Salento in moto contro la leucemia

Bikers… viaggio della speranza Campagna di sensibilizzazione alle donazioni con staffetta motociclistica Monfalcone – Gallipoli. Martedì 21, Giornata Nazionale lotta alle Leucemie, Linfomi e Mieloma, i bikers saranno a Santa Maria di Leuca dove verrà aperta la Cascata Monumentale. Subito dopo tutti a Gallipoli

Pubblicato

il

VanessaUn ponte per la Vita e la solidarietàAPS, associazione di Staranzano (GO) fondata dai genitori di Vanessa Guido, prematuramente scomparsa causa leucemia, ha organizzato in collaborazione con il Comune di Monfalcone e l’Associazione Italiana Leucemie Linfomi e Mieloma (AIL) la seconda staffetta motociclistica “Bikers…viaggio della speranza”.

Vanessa il cui papà Antonio, sovrintendente capo della Guardia di Finanza, era originario di Squinzano ma da molti anni residente nel Friuli Venezia Giulia, era molto legata al paese d’origine nel Salento dove percorreva le vacanze estive presso i nonni e gli zii.

Protagonisti della staffetta oltre a bikers della Vanessa APS, i bikers del gruppo Punishers Law Enforcement Motorcycle Club Italy (gruppo nel quale la maggior parte sono appartenenti alle Forze di Polizia e Forze Armate in servizio e in quiescenza) e il Moto Club Polizia di Stato. L’evento è stato patrocinato dai Comuni di Lecce, Pescara, Staranzano, Gallipoli e Castrignano del Capo.

Collaborano l’APS Basket de Raza, sempre vicino alla Vanessa APS e le Pro Loco di Gallipoli e Santa Maria di Leuca.

Un viaggio finalizzato alla donazione ed in particolar modo con l’associazione AIL che si occupa da molti anni a tutto ciò che riguarda l’assistenza agli ammalati e famigliari, convegni, ricerche.

L’itinerario, Monfalcone-Gallipoli, dunque, anche in virtù del forte legame e amore che Vanessa aveva con il Salento e del fatto che i due Comuni sono gemellati.

Per tale motivo è prevista anche la partenza da Monfalcone di una rappresentanza del Comune friulano per Gallipoli per un incontro delle due amministrazioni.

Un gemellaggio che risale al 1989 e di cui uno dei promotori era proprio il papà di Vanessa, Antonio, che in quegli anni era vice presidente e uno dei fondatori di un’associazione denominata Il Trullo, circolo culturale ricreativo.

Nel programma della staffetta, sono previste delle visite presso i reparti di onco-ematologia pediatrica nei quali Vanessa APS, grazie alla raccolta giocattoli del centro commerciale Tiare Shopping di Villesse (GO) e Pro Loco di Staranzano. Porterà dei regali a tutti i bambini ricoverati.

Venerdì 17 ci sarà la cerimonia di partenza e nella mattinata i bikers si recheranno preso il reparto di onco-ematologia pediatrica del Burlo Garofolo a Trieste.

Alle ore 15,30 saranno in piazza della Repubblica per i saluti da parte delle autorità e seguirà benedizione dei caschi e dei giocattoli.

Si farà visita a Vanessa nel cimitero di Staranzano.

Domenica 19 a Pescara presso il centro onco-ematologico del Santo Spirito e lunedì 20 presso il centro del Vito Fazzi a Lecce.

Vanessa APS sarà coadiuvata dalle varie sezioni AIL presenti nelle varie tappe che visiterà gli ospedali.

Sempre Domenica 19 il corteo bikers, effettuerà una breve sosta proprio a Squinzano.

Martedì 21, giornata dedicata da parte dell’AIL alla Giornata Nazionale lotta alle Leucemie, Linfomi e Mieloma, i bikers saranno a Santa Maria di Leuca dove, grazie al Comune di Castignano del Capo e Pro Loco di Leuca, ci sarà un momento nel ricordo di chi ci ha lasciato causa la leucemia e come imbolo di unione e lotta alla leucemia, verrà aperta la Cascata Monumentale.

Alle ore 21, arrivo a Gallipoli per i saluti delle autorità locali e Pro Loco. Seguirà il concerto rock della band The Temple of Rock.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus