Connect with us

Cronaca

Tutti a casa alle 21: c’è il primo Comune pugliese con “coprifuoco”

Pubblicato

il


“Chi verrà sorpreso a sostarvi nel corso di controlli periodici a sorpresa delle forze dell’ordine, verrà allontanato e multato da 400 a 1.000 euro come deciso dal Governo. Sarà consentito il transito per raggiungere abitazioni e locali pubblici: per questi ultimi, è confermata la chiusura a mezzanotte con solo servizio al tavolo”





È quanto scrive il sindaco di Fasano (Brindisi), Francesco Zaccaria, in un’ordinanza che dispone il “coprifuoco” in alcune zone della città fino al 13 novembre. Sarà vietato stazionare in alcune strade e piazze dalle 21 alle 5.




“Al punto in cui siamo – ha spiegato Zaccaria – ci vuole senso di responsabilità: gli assembramenti sono il principale veicolo di diffusione del Covid e vanno evitati. Faccio appello al buon senso di tutti, che come primo cittadino ho il dovere di chiedere per il bene nostro e di coloro che amiamo”.

La decisione è stata assunta prima dello svolgimento del comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica chiesto dal sindaco di Brindisi, Riccardo Rossi alla prefettura, allargato a tutti i Comuni della provincia.





Quello di Fasano è il primo caso in Puglia. Grande attenzione è riposta sulle mosse dei sindaci in queste ore. Mentre si monitora l’azione di governo: non è detto che, laddove non arrivi alcuna ordinanza dei primi cittadini, non possa essere il governo a breve a disporre misure simili su tutto il territorio nazionale.


Cronaca

Perde controllo auto, finisce per cappottarsi

Pubblicato

il


L’asfalto bagnato, un ostacolo improvviso, la velocità o una distrazione? Non è ancora noto quale tra queste più probabili cause possa aver dato origine all’incredibile capitombolo di una vettura questa sera nel pieno centro abitato di Lecce.





Senza che (almeno da primi riscontri) siano coinvolti altri mezzi, una utilitaria si è cappottata in via Carafa dopo le 20.





Il mezzo si è adagiato sul tettuccio, ruote all’aria, dopo aver rimbalzato catapultandosi tra le macchine in sosta.




Con la polizia locale, che si è occupata dei rilievi, sono arrivati i vigili del fuoco. Han rimesso in sicurezza la zona, dopo aver prestato i primi soccorsi al conducente, non gravemente ferito.





Foto di Avvisi e Segnalazioni Protezione Civile Salento Telegram






Continua a Leggere

Cronaca

Investito dal rivale a Presicce-Acquarica: amputata gamba al 38enne

Pubblicato

il


Sono ore d’inferno quelle che la vittima dell’aggressione di venerdì sera a Presicce-Acquarica sta patendo.





Il 38enne vigile del fuoco è ricoverato presso l’ospedale di Tricase, dove era stato condotto in codice rosso venerdì.





L’uomo era stato investito dal Doblò di B. A., 34enne finito ai domiciliari con l’accusa di lesioni personali gravissime. Questi aveva schiacciato il piede sull’acceleratore dopo essersi trovato davanti il suo “rivale” in amore armato di pistola a salve. Ed aveva travolto il 38enne, schiacciandolo per giunta tra due vetture: la sua ed una in sosta. Talmente violento l’impatto che il frontale del Doblò era rimasto ammaccato e ricoperto di sangue. La vittima, finita sull’asfalto, era stata subito soccorsa dai presenti. Provvidenziale il loro intervento per rallentare l’emorragia.




Addirittura accanto al 38enne è stata trovata una roncola con la quale il suo aggressore lo avrebbe colpito al capo una volta sceso dall’auto. Il che spiegherebbe la ferita alla testa riportata dal vigile del fuoco.





Dopo il trasporto in ospedale, il 38enne è stato sottoposto a due interventi chirurgici, l’ultimo ieri.





I medici si sono da subito messi al lavoro per salvare i suoi arti inferiori, entrambi fratturati. Nelle ultime ore avrebbero però dovuto procedere all’amputazione di una gamba date la irrimediabili condizioni provocate dal trauma.


Continua a Leggere

Cronaca

Positivi al Covid operatori mensa: chiuse due scuole a Maglie

Pubblicato

il


Il sindaco Toma chiude le scuole dell’infanzia e Primaria di Maglie “per sanificare gli ambienti, a scopo cautelativo, a seguito di comunicazione di positività di alcuni operatori dipendenti della ditta che effettua il servizio di mensa scolastica. I plessi in questione sono quelli siti in via Cubaju, via Diaz, corso Cavour, via Lanoce e via Toma”.





Le giornate in cui gli istituti resteranno chiusi sono quella di domani, lunedì 30 novembre, e di dopodomani, martedì 1 dicembre.




Non ci sta però il gruppo d’opposizione “Maje noscia” che si scaglia contro il sindaco sostenendo di aver, sin da martedì, sollecitato in più modi l’intervento dell’amministrazione per la positività di un dipendente della Turigest, società che gestisce appunto il servizio mensa. L’agire del primo cittadino sarebbe quindi tardivo secondo l’opposizione.


Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus