Connect with us

Dai Comuni

Sono 184 i test positivi in Puglia. Salgono i casi a Tricase

Pubblicato

il


Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi sabato 10 ottobre in Puglia, sono stati registrati 5189 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 184 casi positivi: 52 in provincia di Bari, 4 in provincia di Brindisi, 11 nella provincia BAT, 60 in provincia di Foggia, 9 in provincia di Lecce, 43 in provincia di Taranto, 5 casi residenti fuori regione.

E’ stato registrato 1 decesso in provincia di Foggia.




Salta all’occhio sulla mappa il nuovo cambiamento di colore di Tricase. Ora all’ultimo “stadio rosa”, Tricase è nella fascia tra gli 11 ed i 20 positivi (il sindaco ha annunciato che lunedì pomeriggio verranno effettuati dei tamponi nella scuola ieri interessata da un contagio).

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 450.063 test.

4.982 sono i pazienti guariti.

3.711 sono i casi attualmente positivi.



Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 9300, così suddivisi:



3.718 nella Provincia di Bari;

846 nella Provincia di Bat;

799 nella Provincia di Brindisi;

2268 nella Provincia di Foggia;

882 nella Provincia di Lecce;

713 nella Provincia di Taranto;

72 attribuiti a residenti fuori regione;

2 provincia di residenza non nota


Cronaca

Febbre dopo il vaccino, poi la morte: disposta autopsia a Matino

Pubblicato

il


Si terrà una autopsia sul corpo della donna deceduta venerdì mattina poco dopo la somministrazione di vaccino Moderna.





È stato il Dipartimento di Prevenzione della Asl a decidere che il caso andrà approfondito. Anche se, probabilmente, dopo la tumulazione.





La donna, una 82enne di Matino, è morta nelle 24 ore seguenti la ricezione della prima dose di vaccino anticovid Moderna.




Rientrata a casa aveva subito accusato brividi ed uno stato febbrile che è durato tutta la notte tra giovedì (giorno della somministrazione) e venerdì mattina. È stata poi trovata senza vita nel suo letto.





L’azienda sanitaria locale vuole ora approfondire l’accaduto per scongiurare vi possa essere un nesso tra la morte della donna ed il vaccino. Nella giornata di oggi si sono già tenuti i funerali.


Continua a Leggere

Cronaca

Vìola divieto di avvicinamento e la malmena: arrestato 58enne a Taurisano

Pubblicato

il


Arresto nella mattinata di ieri ad opera degli agenti del commissariato di Taurisano.





Fermato un uomo del posto, P. S.D., 58enne, su ordinanza di aggravamento di misura cautelare. Per lui, già sottoposto a divieto di avvicinamento alla persona offesa e ai suoi prossimi congiunti, nonché alla prescrizione di mantenere una distanza non inferiore ai 300 metri da questi ed al divieto di comunicare con loro, è scattato ora l’arresto, ai domiciliari e con braccialetto elettronico.





È stato il Gip Marcello Rizzo del Tribunale di Lecce a stabilirlo, sulla base delle evidenze raccolte dagli agenti di Taurisano.




I fatti





L’aggravamento è scaturito da presunte continue violazioni delle disposizioni impartite dall’autorita giudiziaria. In particolare, l’ultima in ordine di tempo, avvenuta nella serata del 2 aprile scorso, vedeva l’uomo avvicinare la persona offesa, in quel momento in macchina in compagnia di un’altra persona, ed aggredirla procurandole delle lesioni.
È stata la denuncia della donna a far scattare gli accertamenti e la conseguente decisione del giudice. Ora il 58enne si vede ristretto ai domiciliari e sarà controllato mediante dispositivo elettronico.


Continua a Leggere

Cronaca

Salumiere contro rapinatore, armati di coltello: malvivente messo in fuga

Pubblicato

il


Tentata rapina ai danni di una salumeria di Martano nella serata di ieri.





Lo stesso titolare dell’attività, dopo essersi difeso da sé, ha chiamato i carabinieri. Ai militari della locale stazione ed a quelli del nucleo operativo radiomobile della Compagnia di Maglie, ha raccontato l’accaduto. Un uomo alto circa un metro e 70 e vestito con jeans verdi e maglione nero, travisato in volto da un passamontagna, gli si è parato dinanzi nel negozio. Brandendo un coltello ha preteso che gli fosse consegnato del denaro.




Con sangue freddo, il commerciante ha impugnato a sua volta un coltello e si è opposto alla richiesta ingaggiando una colluttazione. Forse stupito dalla reazione, il rapinatore è rimasto ferito ad una mano e si è dato alla fuga senza il becco di un quattrino.





I carabinieri sono ora sulle sue tracce, in tutti i sensi. Sul posto sono stati raccolti i rilievi ematici.


Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus