Connect with us

Zollino

Torna l’appuntamento con “Zollino Indie Zone”

Pubblicato

il

Giovedì 6 agosto, dalle 21, torna l’appuntamento con “Zollino Indie Zone”, evento organizzato col Patrocinio del Comune, che racconta la musica indipendente nel Salento. La location, per questa seconda edizione, è quanto mai suggestiva: il Parco storico naturale “Pozzelle”.


Ad aprire il concerto ci sarà la giovanissima band zollinese “Adrenalina”; a seguire: “Teoria dei Giochi” con le loro canzoni d’autore in chiave pop rock; “Historia”, band prog. rock grintosa; “Eterea Postbong Band”, gruppo proveniente da Verona; infine, si aspetterà l’alba con i “Ghetto Child Sound System” e le loro vibrazioni Reggae, Roots e Dub.

Attualità

“Rumore perenne dalla Maglie-Lecce”: chieste barriere acustiche a Zollino

Pubblicato

il

A Zollino disagi per l’inquinamento acustico della strada statale 16: il sindaco Edoardo Calò scrive una lettera ad Anas Spa.

Troppo rumore dato dall’alta velocità, dal traffico e dei mezzi pesanti provoca grande disagio per i cittadini che abitano il territorio del comune della Grecìa Salentina tagliato in due dalla strada che collega Lecce a Otranto.

“Il rumore perenne – si legge nella missiva- dovuto al traffico degli automezzi pesanti e all’acutissimo fischio prodotto dal vento che si infrange sulle barriere in orso-grill è causa di uno stress uditivo e di disturbi del sonno, oltre ad un diffuso malessere psichico che coinvolge gran parte dei cittadini residenti nell’abitato circostante la S.S.16.”

Le barriere e gli orso grill messe per la sicurezza del tratto stradale provocano rumori che influiscono sulla vivibilità dei cittadini che da sempre vivono un costante disagio. Frequenti, nel corso degli anni, sono state le lamentele dei residenti in quel tratto di abitato, i quali denunciano un’impossibilità a vivere bene e serenamente.

«In precedenza c’è stata anche una raccolta firme, nella quale veniva posto il problema all’Anas chiedendo che venissero installate le barriere fonoassorbenti, come ci sono in tanti tratti stradali ed autostradali nei pressi degli abitati, nonostante le richieste non c’è mai stato riscontro, dichiara il sindaco Edoardo Calò-

Proprio in questo periodo abbiamo visto che il tratto di statale che percorre il nostro abitato è interessato dai lavori di rifacimento sia dei guardrail che delle barriere di sicurezza esistenti. Lavori che amplificheranno ancora di più problemi e disagi vissuti dai cittadini. Ci saremmo aspettati che in questa circostanza, le barriere fossero sostituite con quelle fonoassorbenti per venire incontro alla richiesta e alla problematica più volte sottoposta all’attenzione di Anas, invece niente. Come amministrazione – spiega il primo cittadino- abbiamo scritto formalmente una lettera ad Anas chiedendo di intervenire per la soluzione dell’annoso problema e dei disagi che vivono i nostri cittadini. Già in precedenza, negli anni passati, i cittadini anche singolarmente hanno scritto ad Anas, ad Arpa e ad altri enti interessanti sottoponendo la problematica e i disagi vissuti quotidianamente. Crediamo che nonostante non sia stato previsto, sia l’occasione giusta per intervenire con i lavori in corso per cercare di risolvere il problema.»

“Pur comprendendo le ragioni legate alla messa in sicurezza della S.S. 16, -conclude Calò nella missiva- dovendo tutelare la salute ed il benessere della cittadinanza, vi chiedo di considerare l’installazione di barriere fonoassorbenti nel tratto stradale interessato in sostituzione delle barriere orso-grill presenti ed in corso di installazione.”

Continua a Leggere

Alessano

E si udì il Gallo cantare, di passione

In programma fino al 13 aprile, i Canti di Passione…

Pubblicato

il

Torna il festival “Canti di Passione – Ce custi o gaddho na cantalìsi” (e si udì il gallo cantare) promosso dall’Unione dei Comuni della Grecìa Salentina in collaborazione con la Fondazione La Notte della Taranta e il sostegno dell’Istituto Diego Carpitella.

In programma fino al 13 aprile, i Canti di Passione sono un percorso tra il fisico e l’emozionale che rimanda ai secoli passati, ai rituali dell’area grika, agli eventi tradizionali, ai riti religiosi e ai canti popolari sacri che caratterizzavano la settimana santa. La poesia popolare grica raggiunge la sua più alta espressione poetica nelle vicende che narrano la vita e la morte di Cristo.

I canti, sia in lingua grika che romanza, venivano eseguiti a ridosso di Pasqua.
Rappresentano la pietas popolare e la modalità più complessa e articolata attraverso la quale il popolo esprime il suo misticismo e la necessità di comunicare con la divinità.

Le rappresentazioni sonore e gestuali del Festival itinerante “Canti di Passione” faranno tappa in tutti i paesi della Grecìa (Calimera, Carpignano Salentino, Castrignano dei Greci, Corigliano d’Otranto, Cutrofiano, Martano, Martignano, Melpignano, Sogliano Cavour, Soleto, Sternatia e Zollino), Lecce e Alessano.

Il festival della ripartenza, caratterizzato dalla presenza del pubblico, vedrà la direzione artistica di Antonio Melegari e la partecipazione di numerosi artisti, espressione del territorio, depositari di queste antiche tradizioni.
«Il festival dei Canti di passione del 2022, segna il ritorno sulla scena di una delle più importanti tradizioni popolari», sottolinea Antonio Melegari, «una manifestazione che mira a valorizzare la storia, l’arte e l’appartenenza culturale all’area grika. Un’edizione che vedrà il ritorno del pubblico nelle varie tappe e che vuole essere uno stimolo per le compagnie, le congreghe e le squadre dei cantori che negli anni hanno portato in giro tra case e masserie “Lu Santu Lazzaru”, “Lu Lazzarenu” o “I Passiuna tu Christù”».

«La Grecìa Salentina», aggiunge il presidente dell’Unione dei comuni ellenofoni Roberto Casaluci, «negli ultimi decenni si è fortemente caratterizzata per il fatto di aver puntato sulla cultura e sull’identità come traini per lo sviluppo del suo territorio; i Canti di Passione rientrano a pieno titolo nella tradizione della cultura popolare di quest’area grika e, per questo, intendiamo investire risorse ed energie per riprendere questa sentita tradizione e farne, da qui in avanti, un evento portante, nel rispetto della storia e della memoria popolare».

CANTI DI PASSIONE 2022

Il programma del Festival itinerante che ha avuto inizio il 3 aprile prosegue sabato 9, alle 19,30 a Cutrofiano sul Sagrato della Chiesa Madre con la 32a Rassegna di Santu Lazzaru.
Domenica 10 aprile, dalle 11, tappa a Zollino, in piazza San Pietro con la Famiglia Giagnotti e i Cantori della Bottega del Teatro di Zollino.

Nella stessa mattinata, dalle 11,30, a Martano, da Piazza Assunta a Piazza Castello, i Cantori di Martano, Astèria di Giorgio Filieri, Bosforos Trio e Santu Lazzaru de banda.
Sempre domenica 10, dalle 19,30, a Castrignano de’ Greci, presso la Chiesa Maria SS. Annunziata, la Banda itinerante salentina, Salvatore Cotardo e Roberto Licci.

Lunedì 11, alle 19,30, a Melpignano, presso la Chiesa di San Giorgio Martire, con la Compagnia Fiore Maggiulli, Michela Sicuro con Marco Garrapa e Antonio Sicuro, Antonio Castrignanò.

Martedì 12 (dalle 19,30), si esce dai confini della Grecìa Salentina per fare tappa ad Alessano, nella Chiesa di Sant’Antonio, dove si esibiranno la Compagnia te San Simone, la Compagnia Arakne Mediterranea ed i Cardisanti.

Ultimo giorno a Martignano: mercoledì 13 aprile, dalle 20, da Piazza Palmieri alla Chiesa S. Maria dei Martiri con la Compagnia Arakne Mediterranea, Anna Cinzia Villani, Stella Grande e Anime Bianche e la Famiglia Giagnotti.

Continua a Leggere

Alessano

Dedicato all’artigianato, nel Salento il Press Tour dell’Abitare

Le mani operose da domani sotto i riflettori con il turismo esperenziale. Entro il 1° luglio si possono presentare le nuove proposte finanziate da Pugliapromozione. Gli itinerari predisposti andranno dall’arte delle luminarie che creano le cosiddette “Cattedrali della Luce” a Taurisano fino ai Maestri della cartapesta di Gallipoli, poi la lavorazione del legno e l’arte antica dei mosaici a Parabita. D’obbligo la visita, a Uggiano La Chiesa, a Le Costantine diventate celebrità internazionali grazie a Dior, per vivere l’esperienza del laboratorio di cotone, seta, lino, cashmere che proseguirà ad Alessano per la tessitura, a Corigliano d’Otranto con il recupero del vintage. I merletti di pietra leccese a Cursi, il marmo a San Cesario di Lecce e le ceramiche a Cutrofiano saranno le gemme di questa proposta turistica, completata da un percorso del gusto con tipicità come i legumi di Zollino e dall’emozione del grande cinema di Edoardo Winspeare. Gianfranco Lopane, assessore al Turismo della Regione Puglia “È un esempio molto interessante di promozione della creatività e della tradizione regionale. Ci aspettiamo di ricevere altri progetti del genere dalle altre destinazioni turistiche della Puglia”.

Pubblicato

il

Inizierà domani, venerdì 1° aprile, il progetto di Confartigianato Imprese Lecce dedicato al Tour dell’Abitare: è fra le prime attività di valorizzazione turistica finanziate dall’Avviso pubblico di Pugliapromozione Educational Tour di quest’anno. Attraverso il racconto dei prodotti della creatività artigianale dell’entroterra salentina, il press tour creerà di fatto un nuovo itinerario turistico dedicato al capitale umano: il nostro saper fare!

Questo press tour, dedicato all’artigianato “made in Puglia”, è un esempio molto interessante di promozione della creatività e della tradizione regionale“, dichiara Gianfranco Lopane, assessore al Turismo della Regione Puglia, “sotto gli occhi attenti di giornalisti e fotografi ci saranno le creazioni di mani operose che impreziosiscono, e rendono attrattivi in tutto il mondo, le vie dell’abitare leccese”.

Raccontare l’artigianato pugliese, e divulgarlo come proposta esperenziale, arricchisce il valore delle nostre destinazioni turistiche: ci aspettiamo di ricevere altri progetti del genere nei prossimi giorni. Fino al 1° luglio“,  conclude l’assessore Lopane, “sarà possibile partecipare alla seconda call dell’Avviso pubblico Educational Tour, un’opportunità da non perdere”.

La meraviglia del nostro Salento, terra di bellezza e di saper fare, verrà illustrata a fotografi di livello internazionale, ad un inviato della Rai e ad uno dei protagonisti dell’economia circolare alla quale l’artigianato appartiene.

Gli itinerari predisposti andranno dall’arte delle luminarie che creano le cosiddette “Cattedrali della Luce” a Taurisano fino ai Maestri della cartapesta di Gallipoli, poi la lavorazione del legno e l’arte antica dei mosaici a Parabita.

D’obbligo la visita, a Uggiano La Chiesa, a Le Costantine diventate celebrità internazionali grazie a Dior, per vivere l’esperienza del laboratorio di cotone, seta, lino, cashmere che proseguirà ad Alessano per la tessitura, a Corigliano d’Otranto con il recupero del vintage.

I merletti di pietra leccese a Cursi, il marmo a San Cesario di Lecce e le ceramiche a Cutrofiano saranno le gemme di questa proposta turistica, completata da un percorso del gusto con tipicità come i legumi di Zollino e dall’emozione del grande cinema di Edoardo Winspeare.

Il press tour con Pugliapromozione“,  dice il presidente di Confartigianato Imprese Lecce Luigi Derniolo, “prende spunto da un’azione già organizzata e realizzata solo con risorse dell’Associazione su “Le vie dell’artigianato – percorsi accoglienti” che ha già prodotto valore. Vogliamo andare avanti e consolidare, far conoscere in Italia e all’estero questo format con le eccellenze dei nostri artigiani che vanno dal souvenir delle vacanze fino ad arredo e abbigliamento di altissima qualità”.

Attraverso il racconto dei giornalisti continuiamo ad alimentare il desiderio di conoscere la Puglia o di tornare qui, per continuare ad esplorare le sue tante meraviglie”, conclude Luca Scandale, direttore generale di Pugliapromozione.

Le proposte progettuali da inviare entro il 1° luglio devono riguardare press tour da svolgersi tra il 1° ottobre e il 15 dicembre. Per partecipare cliccare qui su Call Educational  ed il link ipertestuale condurrà al sito con l’Avviso pubblico contenente tematiche molto ampie, che vanno dal wedding al family trip, dalla cultura all’enogastronomia. Per chiarimenti su contenuti e documentazione da presentare, i proponenti potranno inviare una mail all’indirizzo educational@aret.regione.puglia.it

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus