Connect with us

News & Salento

Agricoltura: “Dal 2016 al 2018 perse 200mila giornate di lavoro”

Siamo fortemente preoccupati, i lavoratori del settore ormai non percepiscono più giornalmente un salario e sonbo senza tutele…

Pubblicato

il

IL SEGRETARIO GENERALE MAURO FIORETTI LANCIA L’ALLARME.

Gli effetti della xylella fastidiosa sul piano occupazionale sono sempre più disastrosi: migliaia di lavoratori agricoli sono rimasti non solo senza reddito, ma anche senza giuste e necessarie tutele, è una situazione intollerabile”.

Mauro Fioretti, segretario generale della Uila di Lecce, descrive un quadro disastroso e spiega perché i lavoratori agricoli del settore olivicolo non possono accedere, ancora oggi, a strumenti di sostegno al reddito. “Siamo fortemente preoccupati – dice – perché nonostante il via libera della Conferenza Stato-Regioni al Piano straordinario per la rigenerazione olivicola della Puglia che prevede 300 milioni per la ripresa dell’attività produttiva, i lavoratori del settore che ormai non percepiscono più giornalmente un salario, sono completamente sprovvisti delle giuste tutele, perché forse ancora non si è compreso che il diffondersi del batterio xylella fastidiosa ha provocato una vera e propria emergenza occupazione sul nostro territorio”.

“A ciò si aggiunge il fatto che il cosiddetto decreto emergenze (n.27 del 21 marzo 2019 poi convertito con modifiche nella legge n.44 del 29 maggio 2019) risulta inapplicabile– spiega ancora Fioretti – perché non consente il trascinamento delle giornate lavorate nell’anno precedenteNe consegue che, all’assenza di misure specifiche di intervento, si aggiunge la carenza degli strumenti “ordinari” previsti per gli eventi calamitosi.

A tal proposito, le federazioni nazionali e regionali di Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uila-Uil hanno già richiesto, in una specifica lettera del 4 febbraio scorso, al ministro del Lavoro Nunzia Catalfo e al ministro per le Politiche agricole Teresa Bellanova un incontro urgente per affrontare la grave crisi occupazionale che solo nella provincia di Lecce, dal 2016 al 2018, ha portato alla perdita di 200mila giornate di lavoro”.

Il segretario della Uila di Lecce lancia pertanto un appello al mondo politico e istituzionale locale: “Dobbiamo purtroppo constatare che i lavoratori agricoli rappresentano l’anello debole della filiera, ancora una volta trascurati come se l’assenza di reddito riguardasse solo gli imprenditori agricoli e non anche i braccianti. Come già dimostrato in passato, non vogliamo assolutamente alcun tipo di contrapposizione tra impresa e lavoro. Il dramma della xylella riguarda tutto il territorio, attiene non solo ad aspetti di carattere economico, ma anche storici ed ‘emozionali’ del Salento e congiuntamente deve essere affrontato, sollecitando l’emanazione di specifici provvedimenti normativi che possano determinare la ripresa produttiva al pari di un sostegno economico per i lavoratori agricoli che di questa auspicabile ripresa sono attori fondamentali”.

Mauro Fioretti – Segretario generale Uila Lecce

Continua a Leggere

Cronaca

Droga in camera da letto: denunciato uomo di Taurisano

Pubblicato

il

A Taurisano i carabinieri della locale Stazione unitamente al personale dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Puglia”, hanno denunciato per detenzione e spaccio un uomo del posto.

A seguito di perquisizione personale e domiciliare è stato colto in possesso di due involucri ben nascosti in camera da letto.

All’interno degli involucri 9,5 grammi di marijuana.

Continua a Leggere

Cronaca

Bar frequentato da malavitosi: chiuso per 15 giorni

Provvedimento del Questore di Lecce ai danni del Bar Movida di Melissano

Pubblicato

il

I carabinieri hanno temporaneamente chiuso un esercizio commerciale perché “frequentato da persone pienamente inserite in contesti di criminalità organizzata e da altre resesi responsabili di gravissimi reati”.

Il provvedimento di chiusura ai sensi dell’art. 100 del Tulps (Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza)  emesso dal Questore di Lecce, ha portato alla chiusura per 15 giorni 15 del Bar Movida di proprietà di una donna residente a Melissano.

Lo stesso bar ad aprile dello scorso anno fu sospeso per gli stessi motivi per 30 giorni.

Continua a Leggere

Attualità

Ryanair è pronta a ripartire: dal 1° luglio

Da quella data sarà ripristinato il 40% dei voli, passando così dagli attuali 30 al giorno ai 1000…

Pubblicato

il

Dal 1° luglio Ryanair è pronta a ripartire. Dopo due mesi di stop a causa dell’emergenza Coronavirus, ha annunciato che da quella data sarà ripristinato il 40% dei voli, passando così dagli attuali 30 al giorno ai 1000, arrivando a coprire il 90% delle sue rotte consuete, fatte salve le restrizioni dei governi sui viaggi all’interno dell’UE.

Unico obbligo: indossare sempre e comunque la mascherina, oltre a segnalare al personale di bordo ogni movimento per evitare forme di assembramento.

Come si viaggerà con Ryanair da quella data

A tutti i passeggeri e al personale dell’equipaggio di Ryanair verrà chiesto di indossare la mascherina a bordo e durante il tragitto sarà obbligatorio avvisare anche per andare in bagno per evitare code e assembramenti. Prima di salire sul vettore bisognerà misurare la temperatura.

Tutti i passeggeri dovranno compilare un modulo in cui verranno forniti dettagli sulla lunghezza del viaggio e su dove sarà previsto il soggiorno.

Informazioni che saranno poi girate ai governi europei per monitorare le misure di isolamento.

Il check-in si potrà fare solo online, si potrà effettuare il download della carta d’imbarco direttamente sullo smartphone del passeggero, non si potrà acquistare nulla durante il viaggio con i contanti.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus