Connect with us

Casarano

Calcio: al Casarano la Coppa Italia Dilettanti

La formazione salentina s’impone 2-1 sul Caldiero Terme nella finale disputata a Firenze

Pubblicato

il

È il Casarano a conquistare la Coppa Italia Dilettanti 2018/2019, battendo 2-1 il Caldiero Terme. L’atto finale della competizione è andato in scena al Gino Bozzi di Firenze, già sede del Centro di Formazione Federale della LND in Toscana e ormai, da diverse stagioni, teatro abituale delle massime competizioni della Lega Nazionale Dilettanti. Anche nella finale dell’edizione numero 53 del trofeo non sono mancati il colore e lo spettacolo.

La gara si sblocca al 31’ del primo tempo, con la rete di Palma su assist di Mincica che porta in vantaggio il Casarano. A quattro minuti dal termine del match i pugliesi raddoppiano con Di Rito. Ma il finale è incandescente con la rete di Guccione che tiene accese le speranze dei veneti fino al triplice fischio.

A consegnare il trofeo nelle mani del capitano Carlo Vicedomini, è stato il presidente della Lega Nazionale Dilettanti Cosimo Sibilia: “Una bella partita, giocata a viso aperto da entrambi le formazioni – ha commentato il numero uno della LND – Casarano e Caldiero hanno reso onore al movimento del calcio dilettantistico italiano, confermandone la vitalità e la qualità dei suoi club. Complimenti alle due squadre per aver offerto una bella giornata di sport, e congratulazioni al Casarano per la conquista del trofeo”.

Per la LND hanno assistito all’incontro e premiato i protagonisti del match il vice presidente perl’Area Nord Florio Zanon, i presidenti dei Comitati Regionali coinvolti Vito Tisci (Puglia) e Giuseppe Ruzza (Veneto), accompagnati dal Segretario generale Massimo Ciaccolini, il responsabile CAI Andrea Gervasoni e Giorgio Niccolai della CAN D. Presenti in tribuna anche il presidente del CR Toscana Paolo Mangini, quello della vicina Liguria Giulio Ivaldi ed il coordinatore del Dipartimento Interregionale Luigi Barbiero.

Oltre che bella è stata anche una finale molto social. Per il match tra Caldiero Terme e Casarano la Lega Nazionale Dilettanti ha infatti realizzato la diretta streaming della gara, seguita da migliaia di spettatori sulla piattaforma MyCujoo e contemporaneamente sulla pagina Facebook LND con tantissimi commenti in diretta, registrando ancora una volta il grande coinvolgimento da parte degli appassionati del calcio dilettantistico.

CALDIERO TERME-CASARANO 1-2
Reti: 32’pt Palma, 41’st Mincica (Cas), 46’st Guccione (Cal)
Caldiero Terme: Fortunato (35’st Anderloni), Baschirotto (35’st Brunazzi), Pisani (8’st Gecchele), Filiciotto (20’st Zanetti) , Tonolli, Falchetto, Zerbato, Peotta, Guccione, Viviani, Vanzetta (8’st Baldani); a disp. Concato, Mezzina, Odigwe, Braggio; All. Soave
Casarano: Grasso, Dall’Oglio, Morleo, Vicedomini, D’Aiello, Palma (28’st Bonasia), Cianci, Rescio, Di Rito (28’st Agodirin), Mincica, Caputo; a disp. Iuliano, Diaoula, Esposito, Cantatore, Lobjanidze, Cappilli, Carraro; All. De Candia
Arbitro: Gianluca Renzi (Pesaro); assistenti Stefano Galimberti (Seregno) e Andrea Cravotta (Città di Castello); quarto uomo Riccardo Galasso (Ciampino)
Note: allontanato l’allenatore del Casarano De Candia; ammoniti Baschirotto, Guccione, Zanetti (Cal), Palma, Caputo, Di Rito e Agodirin (Cas); recupero 3’pt e 4’st, spettatori 1.000 circa

L’ALBO DORO – Sono tante le squadre “famose” riuscite ad imporsi anche nella Coppa della LND, come Varese, Treviso, Cittadella, Savona e Ancona. Va ricordato anche che fino al 98/99 la Coppa Italia Dilettanti era assegnata alla vincente la finale tra la fase riservata al Campionato Nazionale Dilettanti e la fase tra le vincenti delle fasi regionali di Eccellenza e Promozione. Dal 1999/00 la competizione si è divisa in due Coppe tra esse separate, quella per le formazioni di Serie D e quella Dilettanti per i club di Eccellenza. Quest’ultima, oltre al prestigio della coccarda tricolore, mette in palio anche un posto in Serie D. Obiettivo stavolta già raggiunto da entrambi le pretendenti: il Casarano avendo vinto il campionato di Eccellenza, il Caldiero come finalista.

1966-67 Impruneta; 1967-68 Stefer Roma; 1968-69 Almas Roa; 1969-70 Ponte San Pietro; 1970-71 Montebelluna; 1971-72 Valdinievole; 1972-73 Jesolo; 1973-74 Miranese; 1974-75 Banco di Roma; 1975-76 Soresinese; 1976-77 Casteggio; 1977-78 Sommacampagna; 1978-79 Ravanusa; 1979-80 Cittadella; 1980-81 Internapoli; 1981-82 Leffe; 1982-83 Lodigiani; 1983-84 Montevarchi; 1984-85 Rosignano; 1985-86 Policassino; 1986-87 Avezzano; 1987-88 Altamura; 1988-89 Sestese; 1989-90 Breno; 1990-91 Savona; 1991-92 Quinzano; 1992-93 Treviso; 1993-94 Varese; 1994-95 Iperzola; 1995-96 Alcamo; 1996-97 Astrea; 1997-98 Larcianese; 1998-99 Casale; 1999-00 Orlandina; 2000-01 Nola; 2001-02 Boys Caivanese, 2002-03 Ladispoli; 2003-04 Salò; 2004-05: Colognese Bg; 2005-06: Esperia Viareggio; 2006-07: Pontevecchio PG; 2007-08 Hinterreggio; 2008-09 Virtus Casarano; 2009-10 Tuttocuoio; 2010-2011 Ancona; 2011-12 Bisceglie; 2012-13 Fermana; 2013-14 Campobasso; 2014-15 Virtus Francavilla; 2015-2016 Unione Sanremo; 2016-2017 Villabiagio; 2017-2018 St. Georgen; 2018-2019 Casarano

Continua a Leggere

Casarano

Gallipoli e Casarano: arresti per droga

A Gallipoli incastrato spacciatore 51enne. Un uomo i 31 anni di Casarano invece spacciava nonostante fosse ai domiciliari

Pubblicato

il

A Gallipoli i carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato S.B., 51 anni.

Lo hanno sorpreso mentre cedeva 7,5 grammi di marijuana ad un acquirente.

La successiva perquisizione ha consentito di rinvenire all’interno del suo garage altri 257,6 grammi di marijuana, 4,12 grammi di eroina, 50 grammi di hashish e 9.410 euro in contanti.  Il 51enne è ora agli arresti domiciliari.

Toccherà andare in carcere, invece, a Lucio Parrotto, 31 anni, di Casarano, già sottoposto alla misura degli arresti domiciliari.

A seguito di perquisizione domiciliare è stato sorpreso a detenere: 14 involucri contenenti 79 grammi di hashish, un bilancino di precisione e materiale vario per il confezionamento.

Continua a Leggere

Attualità

Maglie e Casarano il giorno della ripartenza

Pubblicato

il

Due grossi centri salentini alle prese con il primo giorno di nuova normalità.

A Maglie il sindaco Ernesto Toma predica ancora prudenza mentre a Casarano si riassapora la libertà proprio nel giorno della ricorrenza del santo patrono, San Giovanni Elemosiniere.

Maglie, il sindaco: “Siamo stati una grande comunità”

Il sindaco Ernesto Toma, “pur sapendo che non è ancora finita,  in un post su facebook ringrazia “tutti coloro che hanno contribuito, insieme all’amministrazione, a superare questo difficile momento. E quindi grazie alla Protezione Civile, la Podistica e la Pro Loco che per prime hanno istituito il carrello solidale, ma il risultato non sarebbe stato quello che è stato senza la collaborazione delle altre associazioni, delle parrocchie, delle suore, della Croce Rossa Italiana, i gruppi social, gli imprenditori ed i Magliesi di buon cuore”. In poche parole Maglie ha scoperto un senso di Comunità ed e’ da questo che vogliamo ripartire con la speranza che ognuno di noi si senta partecipe e protagonista del proprio futuro e di quello della comunità in cui vive”.
Il primo cittadino è orgoglioso: “siamo stati una grande comunità durante la pandemia, ora dimostriamo di esserlo anche in questa fase di rilancio del territorio”.

Casarano: niente festa per il Santo Patrono

Casarano, invece, pur nella gioia della ripartenza fa i conti con l’impossibilità di far festa per il Patrono.

Come avviene ormai da secoli, infatti, nella terza domenica di maggio la città festeggia San Giovanni Elemosiniere.

Quest’anno”, posta il sindaco Gianni Stefàno, “è una festa senza segni visibili. Molti cittadini in questo giorno rivolgono preghiere ed il proprio sguardo al loro santo protettore. Che sia la festa del Santo e la ripartenza che ci porterà tutti in sicurezza a riprendere la vita di sempre affidandoci anche a San Giovanni”.

Ieri il sindaco aveva anche anche reso noto che quest’oggi “per la ricorrenza della festività del Santo Patrono, gli uffici comunali sono chiusi e il servizio di trasporto pubblico locale è sospeso, mente il servizio di raccolta dei rifiuti sarà svolto regolarmente”.

Continua a Leggere

Attualità

Viaggio virtuale nello spazio con il Parco Astronomico di Casarano

La didattica di astronomia a disposizione delle scuole, anche in tempi di coronavirus, grazie ad un progetto virtuale unico in Puglia

Pubblicato

il

Dallo scorso febbraio la vita scolastica, almeno nel senso classico, si è improvvisamente fermata.

Niente più lezioni in classe, nessun compagno di banco con cui scambiarsi due parole, niente più gite didattiche.

Anche per il Parco Astronomico San Lorenzo di Casarano nessun alunno o studente ad animare le tradizionali mattinate di un normale anno scolastico.

La didattica astronomica quella no, quella non si è mai fermata. Ed ecco l’idea del proprietario e direttore del parco astronomico, Giuseppe De Filippi (nella foto a sinistra), di proporre per tutte le scuole, soprattutto per quelle che avevano programmato l’uscita didattica primaverile, l’Astronomia in formato smartworking in accordo con le/i docenti.

Il progetto ha auto i suoi albori i primi di aprile e continuerà fino a fine anno scolastico.

Tutte le settimane ad oggi sono state sold out”, commenta De Filippi, “con video-lezioni della durata di 1 ora, dal lunedì al venerdì, mattutine e pomeridiane. Incontrare i ragazzi qui al Parco è, ovviamente, tutt’altra emozione, ma il loro entusiasmo è evidente e stimolante anche in un banale schermo a decine di chilometri di distanza”.

Si tratta”, continua Giuseppe De Filippi, “di un progetto “virtuale” unico in Puglia che permette a centinaia di alunni e studenti di apprendere e approfondire tanti argomenti inerenti lo Spazio, con occhio di riguardo a curiosità e attualità su Astronomia, Astrofisica ed Astronautica“.

Tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.astronomiacasarano.it e sulla pagina facebook del Parco Astronomico San Lorenzo.

 

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus