Connect with us

Attualità

#lascuolanonsiferma e nel Salento realizza visiere di protezione

Dispositivi medici per ospedali (anche il “Luigi Sacco” di Milano), RSA, 118 e medici di base, realizzati utilizzando le stampanti 3D nelle scuole salentine

Pubblicato

il

Visiere realizzate con le stampanti 3D delle scuole salentine.


Come riportato da istruzione.it, tutto è nato da un’idea dell’Associazione “Francesco Marco Attanasi” di Soleto di realizzare, tramite stampanti 3D, delle visiere da donare a medici e operatori sanitari del territorio, impegnati in prima linea nella lotta al coronavirus.


Idea subito sposata da “Caratteri Mobili”, una rete di giovani salentini appassionati di innovazione, che ne hanno fatto un progetto coordinato dagli ingegneri Matteo Greco, Emanuele Luberto e Giuseppe Toma che, a sua volta, ha dato vita ad una grande gara di solidarietà nel momento in cui è stato condiviso nelle chat dei docenti e in quella dei Dirigenti scolastici della provincia, attivata dal Direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale, Anna Cammalleri.


La risposta delle scuole è immediata e persino travolgente: tanti sono i makers che rispondono all’appello e tante le scuole che mettono a disposizione le loro stampanti 3D, le loro bobine di filamento e le risorse professionali di cui dispongono”, ha raccontato sul sito del Ministero dell’Istruzione Maria Rosaria Bottazzo, dirigente scolastico del  Liceo “A. Vallone” di Galatina, parlando a nome delle scuole salentine e pugliesi, “nel giro di poche ore il numero di makers (docenti, studenti e persino privati con precedenti esperienze di collaborazione con le scuole) raggiunge le ottanta unità e in poco più di tre giorni, con il supporto della Protezione Civile, diventa possibile consegnare agli operatori del settore sanitario oltre 700 Dispositivi di Protezione Individuale”.


Le adesioni delle scuole sono state praticamente a tappeto su tutta la provincia: dal “Columella” di Lecce, il “Medi” di Galatone, il “La Noce” di Maglie,  il “Bottazzi” di Casarano, il “Don Tonino Bello” di Tricase e Alessano, lo “Stampacchia” di Tricase, il “Salvemini” di Alessano, ecc.


Nell’Ambito 20, giusto per fare un esempio, attualmente le stampanti in funzione sono nelle seguenti scuole: “Salvemini” di Alessano, “Don Tonino Bello” di Tricase, “Stampacchia” di Tricase e nei comprensivi di Alliste, Melissano e Corsano.


Tantissime le adesioni anche degli Istituti comprensivi e chi, per mancanza di strumenti o personale qualificato non ha potuto partecipare in maniera diretta alla realizzazione vera e propria delle visiere, ha comunque provveduto con l’acquisto di bobine e con un contributo in denaro per sostenere il progetto.


Le strutture sanitarie e assistenziali che beneficiano dell’iniziativa sono: “Santa Caterina Novella” di Galatina, “Vito Fazzi” di Lecce, “Sacro Cuore di Gesù” di Gallipoli, “Giuseppina Delli Ponti” di Scorrano, “San Giuseppe Sambiasi” di Nardò, RSA “La Fontanella” di Soleto, “Luigi Sacco” di Milano, il 118 di Aradeo e Galatina e 40 Medici di Base.


Attraverso il comodato d’uso le stampanti 3D delle nostre scuole sono entrate nelle case dei docenti, degli assistenti tecnici e degli studenti”, ha spiegato ancora la dirigente del “Vallone” di Galatina, “per la realizzazione delle strutture che vengono poi assemblate compiendo, per dirla pedagogicamente, un vero compito di realtà! (…) Tutti, offriamo ciò che abbiamo. Guardiamo avanti”, conclude Maria Rosaria Bottazzo, La scuola c’è, la scuola non si ferma”.


Attualità

Tricase: la scuola di via Pertini riapre sabato 24

Nel pomeriggio sanificati i locali; riapertura posticipata di 24 ore

Pubblicato

il

Nel corso del pomeriggio sono stati sanificati i locali del plesso di via Pertini pronto a riaprire le porte ai propri alunni.


La riapertura, però, non potrà avvenire come annunciato domani, ma sarà posticipata di 24 ore.


Gli scolari di materna ed infanzia dunque potranno riprendere possesso delle loro aule al suono della campanella di sabato 24 ottobre.

Riapertura che sarà ufficializzata in serata da un’ordinanza del sindaco di Tricase, Antonio De Donno.


Continua a Leggere

Attualità

Boom di contagi: quasi 500 oggi in Puglia

Diciannove tamponi positivi solo in provincia di Lecce

Pubblicato

il


Sono quasi 485 i nuovi positivi in Puglia su 5.651 test registrati.


Sono 19 i positivi, invece, per quanto riguarda la sola provincia di Lecce.


Di seguito il Bollettino metereologico del 22 ottobre.


Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi giovedì 22 ottobre in Puglia, sono stati registrati 5.651 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 485 casi positivi: 178 in provincia di Bari, 22 in provincia di Brindisi, 53 nella provincia BAT, 132 in provincia di Foggia, 19 in provincia di Lecce, 83 in provincia di Taranto. 2 casi di residenza non nota sono stati riclassificati e attribuiti.

È stato registrato 1 decesso in provincia di Bari.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 507.982 test.

5886 sono i pazienti guariti.

6279 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 12.810, così suddivisi:

5361 nella Provincia di Bari;

1213 nella Provincia di Bat;

955 nella Provincia di Brindisi;

3043 nella Provincia di Foggia;

993 nella Provincia di Lecce;

1147 nella Provincia di Taranto;

94 attribuiti a residenti fuori regione;

4 provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.


LA MAPPA DEL CONTAGIO





 


Continua a Leggere

Attualità

Ciak, si gira: primi scatti delle riprese a Tricase

Pubblicato

il


Sono iniziate a Tricase le riprese per The Nanny: Mission Italy, per la regia di Sascha Bigler, prodotto dalla Viola Film Il film gode del supporto logistico di Apulia Film Commission.





Negli scatti pubblicati su Facebook da alcuni utenti dei “Sei di Tricase se”, i primi ciak in via Roberto Caputo.








Leggi qui la notizia completa sul film.


Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus