Connect with us

Appuntamenti

Giulio Deangeli e il suo “Metodo Geniale” in tour nel Salento

Il giovane ricercatore dei record racconta il suo metodo di studio in un libro che sarà presentato in anteprima nazionale al Museo “S. Castromediano” di Lecce. Nel suo tour salentino, anche l’Università del Salento per ritirare l’Alto Riconoscimento “Virtu’ E Conoscenza”, il Liceo Stampacchia e il Centro per le Malattie Neurodegenerative e l’Invecchiamento Cerebrale di Tricase

Pubblicato

il

Lecce: si terrà martedì 25 gennaio 2022, ingresso alle 18, presso la sala convegni del Museo Archeologico Provinciale “Sigismondo Castromediano”, la prima presentazione nazionale del libro “Il Metodo Genialedi Giulio Deangeli, edito Mondadori, la cui uscita nelle librerie è programmata proprio per il 25 gennaio.


L’evento potrà essere seguito in diretta streaming in contemporanea sul canaleYoutube e sulla pagina Facebook dell’Alto RiconoscimentoVirtù e Conoscenza“.


Sarà Fabiana Cicirillo, Assessore alla Cultura del Comune di Lecce, a dare il benvenuto. Dopo i saluti di Pasquale De Monte (presidente del Consiglio comunale di Porto Cesareo) e di Daniela Palmieri (titolare della libreria Palmieri), introdurrà Cosimo Damiano Arnesano, presidente di MediterraneaMente. Dialogheranno con l’autore: Ornella Castellano (pedagogista e dirigente dell’Istituto comprensivo “G. Falcone” di Copertino) e Andrea Scardicchio, docente di Letteratura Italiana Contemporanea all’Università del Salento. Tirerà le somme e chiuderà i lavori Luigi De Luca, direttore del Polo Biblio-Museale della Puglia.


Una rappresentanza di studenti dell’Istituto Bachelet di Copertino, impegnata in PCTO, dopo aver curato il progetto grafico dell’evento, gestirà il servizio di accoglienza. La gestione del team dedicata alla Security è capitanata da Guglielmo Saturnino, security manager di Servizi Sicurezza Italia. Regia online di Davide Tommasi.


 Nel rispetto della normativa anti Covid-19 e nei limiti dei posti disponibili, si potrà accedere solo con super green pass e mascherina FFP2.


Si consiglia di prenotare con messaggio WhatsApp ai seguenti numeri 349.1045425 – 371.1593639.


Per l’occasione, con partenza alle ore 17, è prevista la visita al Museo Castromediano.


IL PREMIO VIRTÙ E CONOSCENZA


«Conosco Giulio da un anno», riferisce Cosimo Damiano Arnesano, Presidente dell’Associazione MediterraneaMente APS, «si fa sentire spesso per telefono per aggiornarmi dei suoi progressi.  Quello che mi colpisce di lui è la semplicità, l’ottimismo, la solarità, l’energia tipica della sua età, oltre, naturalmente, alle straordinarie conoscenze e competenze trasversali e multidisciplinari che lo caratterizzano. Doveva venire a Porto Cesareo a fine giugno dell’anno scorso per ritirare la statuetta del dio Thot, divinità egizia della scrittura, della scienza e della sapienza, simbolo dell’Alto Riconoscimento Virtù e Conoscenza, un premio simbolico assegnatogli da una giuria tecnica, eterogenea nella sua composizione, presieduta da Serenella Molendini, Consigliera Nazionale di Parità. ll Covid, però, non gli ha permesso di lasciare la Gran Bretagna; ora, nonostante l’emergenza sanitaria ancora in atto, d’accordo con Mondadori, ha voluto avviare il tour per la presentazione del suo libro “Il metodo geniale” partendo proprio dal Salento».


Cosimo Arnesano, peraltro ideatore ed organizzatore del Festival “Virtù e Conoscenza”, aggiunge: «La mattina di martedì 25, alle ore 10, accompagnerò Giulio al Centro Congressi dell’Università del Salento (Complesso Ecotekne) per incontrare studenti e comunità accademica sul tema “Lo studio oggi, il lavoro domani”, per raccontare la sua esperienza di ricercatore, per parlare di orientamento e metodo di studio, per rispondere ad eventuali domande e per ritirare il Premio “Virtù e Conoscenza” che gli sarà consegnato dal Rettore Fabio Pollice e dal sindaco di Porto Cesareo Silvia Tarantino».


Condurrà il prof. Andrea Scardicchio. Interverranno: Loredana Capone (Presidente del Consiglio Regionale della Puglia), Dario Stefàno (Senatore e Presidente della Commissione Politiche UE), Pierluigi Lopalco (Ordinario di Igiene all’Università del Salento), Amedeo Maizza (Delegato all’Orientamento UniSalento), Pierluigi Stefàno (Direttore Cardiochirurgia all’Azienda Ospedaliera Universitaria Careggi di Firenze). L’evento sarà trasmesso in diretta streaming: https://unisalento.it/lostudiooggi


A TRICASE


La mattina di lunedì 24 gennaio, invece, Giulio sarà a Tricase, ospite di Giancarlo Logroscino, direttore del Centro per le Malattie Neurodegenerative e l’Invecchiamento Cerebrale e, subito dopo, al Liceo G. Stampacchia” dove, alle ore 10,30, incontrerà autorità, studenti e docenti, oltre al dirigente Mauro Polimeno e al Sindaco Antonio De Donno. Qui terrà una lezione su “L’intelligenza artificiale applicata alla medicina”. (Anche questa tappa sarà trasmessa in diretta streaming sulla pagina Istagram del Liceo Stampacchia).


CHI È GIULIO DEANGELI


Classe 1995, figlio unico, di Este (Padova), un titolo mondiale e cinque lauree conseguite con lode in pochi mesi, grazie alla forte motivazione e ad un metodo di studio infallibile.


Da studente liceale, Giulio conquista il secondo posto al campionato mondiale di Neuroscienze. Nel 2016 vince una borsa di studio all’Università di Cambridge (Inghilterra), dove lavora con Maria Grazia Spillantini, la biologa che ha scoperto la proteina del Parkinson.


Nel 2018 è la volta di Harvard (Stati Uniti) e le sue ricerche vengono pubblicate su Science, una delle più prestigiose riviste in campo scientifico.


Nel 2020 si laurea prima in Medicina, in Biotecnologia, Ingegneria e Biotecnologia molecolare, per conseguire, subito dopo, il Diploma di Eccellenza in Scienze Mediche alla Scuola Sant’Anna di Pisa.


Da un anno è ricercatore in Neuroscienze Cliniche all’Università di Cambridge, selezionato tra oltre 23mila candidati provenienti da tutto il mondo.


«Il mio obiettivo», dice Giulio, «è dare un contributo alla lotta contro le malattie neurodegenerative, fra cui si annoverano l’Alzheimer, il Parkinson e la SLA. Mio nonno è morto a causa di una di queste malattie. So bene quanto ci si senta impotenti dinanzi a queste tragedie. Non ho superpoteri, sono solo carico di motivazione e passione per la ricerca. Il segreto per riuscire nello studio? Leggere, scrivere, elaborare, riscrivere, fare delle dispense, ripetere ad alta voce, muoversi. Uno dei miei metodi personali consiste nel “farsi il mazzo”. Mi costruisco un mazzo di carte, sul lato A scrivo la domanda, sul lato B la risposta. Poi le metto in tasca e mi interrogo, ad alta voce. Se conosco la risposta, butto la carta; se non la conosco, metto da parte la carta, per interrogarmi nei giorni seguenti».


Giulio Deangeli pratica sport, suona il violino, fa volontariato. Ha ideato “A choice for life”, un percorso gratuito di orientamento all’Università e al mondo del lavoro, aperto a tutti, e pensato in particolar modo per i ragazzi delle scuole superiori e dei primi anni di università.


L’edizione 2021 ha avuto 1500 partecipanti da tutta Italia, con una pioggia di feedback entusiastici.


L’edizione 2022 si terrà online, nei pomeriggi di venerdì 8, sabato 9 e domenica 10 aprile 2022.


Nel giro di una settimana, il suo libro “Il metodo geniale”, è balzato ai primi posti di tutte le classifiche di vendita ancor prima della sua uscita in libreria.






Appuntamenti

“La Meraviglia del Pensiero. Dialogo e pratiche filosofiche con ragazzi”

Una nuova metodologia filosofica per i più piccoli: in dialogo per Costruire conoscenza

Pubblicato

il

La Meraviglia del Pensiero. Dialogo e pratiche filosofiche con ragazzi” è il titolo dell’incontro pubblico che si terrà sabato 28 maggio, alle ore 18, presso il Monastero delle Clarisse a Galatina.

L’incontro è parte conclusiva del Progetto di Philosophy for Children (P4C)Io penso con Sofia” realizzato con i ragazzi delle classi quinte della scuola primaria e delle classi prime della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto Comprensivo Polo 2 di Galatina (Le). Tale percorso, realizzato per  “far filosofare” gli alunni, trasformando la classe in laboratorio ed il contesto educativo in Comunità di ricerca, ha visto protagonisti bambini e ragazzi che si sono confrontati quotidianamente con esperienze e punti di vista propri e altrui cercando di dare senso e significato alla vita, allo stare insieme, alle esperienze quotidiane di ciascuno, attraverso il pensiero.

Strumento privilegiato è stato il Dialogo filosofico complesso.  Ad ogni incontro sono state utilizzate delle strategie metodologiche per l’approfondimento delle diverse tematiche affrontate: agende, piani di discussione, esercizi, lavori di gruppo.

Le finalità educative specifiche della P4C sono la convivenza democratica, l’acquisizione di competenze relazionali e comunicative di tipo argomentativo e lo sviluppo del pensiero critico, creativo e caring    , l’affinamento della capacità di ascolto.

Dopo i saluti del dirigente dell’IC Polo 2 Fausto Melissano, che si confronterà con i relatori, sostenendo la validità’ di un percorso della filosofia critica parallelo a quello del curricolo, volto ad una partecipazione sempre più attiva da parte degli alunni, interverrà Alessandro Volpone, filosofo della Scienza e Presidente del CRIF (Centro di Ricerca sull’Indagine Filosofica), che offrendo contributi critici al dibattito sulla filosofia con i bambini, evidenziandone condizioni e potenzialità, relazionerà sulle linee metodologiche fondamentali della P4C, sulle sue ricadute pratiche nella vita, nella cultura e nella costruzione del Sapere.

Giuseppe Scarciglia, teacher P4C e Counsellor formatore, metterà in luce quanto emerso nelle sessioni svolte a scuola con bambini e ragazzi: caratteristiche educative, dinamiche socio- cognitive e ruoli relazionali messi in gioco nell’avventura comune di co-costruzione della conoscenza, di ri–scoperta della propria autenticità, di sviluppo di attitudini critiche, riflessive, aperte alla problematizzazione del mondo.

«È un incontro», racconta Scarciglia, «in cui raccontiamo tutto ciò che è emerso con i bambini di quinta elementare e di prima media nei laboratori in cui abbiamo dato loro la possibilità di parlare, facendoli filosofare. Come sappiamo i bambini sono i primi filosofi per eccellenza poiché la loro è l’età dei mille perché, sul senso della vita, sul significato delle cose e così con dei pretesti (libri, immagini, canzoni, scene di film ecc.) abbiamo fatto in modo che loro tirassero fuori tutto ciò che veniva loro in mente e creando poi un confronto all’interno della classe che è divenuta così un vero centro di ricerca sul senso delle cose».

Continua a Leggere

Andrano

Il Labirinto dei Grani Alti a Castiglione d’Otranto

Venerdì 27 e sabato 28 maggio, a Castiglione d’Otranto: due giorni di laboratori, incontri, letture, cibo e musica per riscoprire 12 varietà diverse di grano, orzo e farro

Pubblicato

il

Un labirinto vero e proprio per un percorso, anche di consapevolezza, all’interno della biodiversità cerealicola. A Castiglione d’Otranto si svela il “Labirinto dei grani alti”, letteralmente seminato da Casa delle Agriculture.

Sono 12 le varietà coltivate e di cui si possono ammirare le differenze: farro monococco, farro dicocco, orzo nudo, Russello, Saragolla, Maiorca, Gentil Rosso, Strazzavisazz, Tumminia e le tre popolazioni evolutive di grani duri, grani teneri e orzo

Venerdì 27 e sabato 28 maggio, in località Pajare, lungo la strada per Andrano, si terrà la due giorni di incontri, laboratori, letture, cibo e musica organizzata assieme al Parco Otranto-Leuca, all’associazione Marina Serra, al Gus-Gruppo Umana Solidarietà e a “Leggere tra due mari” nell’ambito di “È fatto giorno”, progetto di promozione della legalità e di tutela del territorio sostenuto dalla Regione Puglia attraverso l’avviso pubblico “Bellezza e legalità per una Puglia libera dalle mafie”. Gli appuntamenti pubblici servono a rafforzare i valori e le pratiche di cura dei contesti rurali, con il coinvolgimento attivo dei bambini e dei giovani.

GRANI E LETTURE

Si inizia venerdì 27 maggio, alle ore 9, con “Popolazioni evolutive Icarda (Aleppo)”, selezione partecipativa delle parcelle di orzo e grani duri e teneri con Tazio Recchia, socio di Monte Frumentario Terra di Resilienza, cooperativa sociale che nel Cilento si occupa di agricoltura, solidarietà e turismo esperienziale. Nella stessa mattinata, si terrà un’escursione biodiversa con la Scuola dell’Infanzia di Andrano.

Nel pomeriggio, alle 18.30, il labirinto ospita l’ultimo appuntamento di “Letti in Piazza”, l’azione che, in dieci tappe, ha promosso la lettura in luoghi inediti dell’Unione dei Comuni Andrano Spongano Diso, pensata nell’ambito del progetto “Leggere tra due mari”, frutto di un’idea di Libera Compagnia Teatrale Aradeo e Amici della Biblioteca di Tuglie per promuovere il ruolo sociale delle biblioteche salentine, con il sostegno di Fondazione CON IL SUD e Centro per il libro e la lettura e il patrocinio di Aib-Associazione italiana biblioteche e Polo Biblio-museale di Lecce. L’evento di “Letti in Piazza” è coordinato da Martina Stefanelli, operatrice culturale incaricata dall’Unione, e vede la collaborazione delle biblioteche di Andrano e Diso e dell’attore Alessandro Fedele: si prevedono letture e dialoghi da “L’imperfetto lettore” di Antonio Errico, la sua opera che è un omaggio alla lettura, in grado di costruire un dialogo con i libri, che diventano una navigazione verso la conoscenza di sé e un ottimo strumento per approfondire il rapporto con l’alterità.

La serata si conclude alle 20,30 con la tavolata conviviale “A cena con i grani alti” (per info e prenotazioni: 366.5471708, anche Whatsapp) e, a seguire, con “Suoni e silenzio: la campagna canta”, pratiche di ascolto della natura.

GRANI E MUSICA

Nella mattinata di sabato 28, il labirinto ospita l’escursione biodiversa con i bambini della Scuola dell’Infanzia di Castiglione e, nel pomeriggio, dalle 17 alle 19, è aperto a tutti i bambini con il laboratorio gratuito su e tra i cereali ideato dalle operatrici di “Verso l’Agriludoteca di Comunità”. Nel frattempo, dalle 15, i giovani di Casa delle Agriculture saranno impegnati nel laboratorio delle relazioni “Miscugli e pensieri”. Alle 20,30, si ripete la tavolata conviviale “A cena con i grani alti” (info e prenotazioni: 366.5471708, anche Whatsapp).

A seguire, alle 21,30, il Live Almoraima: Massimiliano Almoraima all’oud, Saleem Anichini alla viola, Giovanni Ceresoli a chitarra flamenca e cajòn e Matteo Resta al basso elettrico presenteranno “Desert Songs“, il nuovo spettacolo dei paesaggi sonori orientali in cui si riconoscono differenti tasselli musicali, impressioni e suggestioni.

Continua a Leggere

Appuntamenti

Gallipoli di corsa per prevenire

#obiettivoprevenzione. Il 5 giugno torna la “Gallipoli Run”: corri per Lilt Lecce e sostieni la lotta ai tumori. I fondi raccolti serviranno a sostenere i servizi gratuiti di Prevenzione ed Assistenza oncologica erogati sul territorio dalla Lilt di Lecce, nonché il completamento del “Centro Ilma”

Pubblicato

il

Ritorna in presenza, domenica 5 giugno, la “Gallipoli Run”, maratona benefica organizzata per il quinto anno dalla Lega contro i tumori di Lecce in occasione della Giornata mondiale senza tabacco. “Obiettivo Prevenzione” è lo slogan dell’edizione 2022 che propone diverse novità, a cominciare dalla collaborazione con il Parco Gondar di Gallipoli, che sarà punto di partenza e di arrivo della maratona non agonistica.

Tutti i partecipanti potranno correre o semplicemente passeggiare sul lungomare Galilei, in direzione Baia Verde, anche insieme ai propri amici a quattro zampe (purché accompagnati al guinzaglio dai proprietari).

L’evento è patrocinato dal Comune di Gallipoli e vedrà la partecipazione dei “The LesionatiGiampaolo Catalano e Pasquale Zonno e l’animazione a cura dello staff “Tappeto Volante” di Nardò. All’interno del Parco Gondar, sarà allestita un’area dedicata ai bambini con gonfiabili, intrattenimento e trucca-bimbi.

Chi non potrà prendere parte al raduno in presenza, invece, avrà comunque la possibilità di iscriversi alla seconda edizione della “Gallipoli Selfie Run – Fai sport ovunque tu sia e condividi con LILT”.

Le iscrizioni si effettuano on-line secondo le modalità indicate sul sito dedicato www.gallipolirun.it. La quota d’iscrizione è di 10 euro e comprende il pacco-gara con la coloratissima t-shirt, la sacca “Obiettivo Prevenzione”, la borraccia, il caffè Quarta, altri gadget degli sponsor e la rivista Lega contro i tumori di Lecce.

I fondi raccolti serviranno a sostenere i servizi gratuiti di Prevenzione ed Assistenza oncologica erogati sul territorio dalla Lilt di Lecce, nonché il completamento del “Centro Ilma”, Istituto multidisciplinare per la lotta al cancro che sorge alle porte di Gallipoli.

«In occasione della Giornata mondiale senza tabacco, Lilt Lecce rinnova il suo impegno per sensibilizzare soprattutto i più giovani sui danni provocati dal fumo di tabacco», dichiara Carmine Cerullo, oncologo e presidente LILT Lecce, «e richiamando l’attenzione di tutti sugli effetti di sigarette elettroniche, tabacco riscaldato e altri prodotti cosiddetti “light”, sui quali l’Organizzazione Mondiale della Sanità ci mette da tempo in guardia. Secondo il Rapporto 2018 dell’Istituto Superiore di Sanità, oltre il 47 per cento dei giovanissimi fuma o “svapa” di tanto in tanto e 1 minorenne su 10 è un fumatore abituale. Un quadro che sconforta, in particolare noi medici oncologi impegnati ogni giorno in corsia sul fronte delle cure, nella consapevolezza che la vera lotta al cancro debba essere combattuta fuori dagli ospedali, partendo proprio dai giovani e i bambini. Fumare in giovane età significa danneggiare precocemente la salute presente e futura. È importante parlarne e non sottovalutare questo fenomeno: lo facciamo attraverso la Gallipoli Run, ma abbiamo dedicato a questo tema anche il numero di giugno del nostro trimestrale di divulgazione scientifica, nonché i progetti di Educazione alla Salute che realizziamo da anni nelle scuole primarie e secondarie del territorio, rivolti a bambini e ragazzi, insegnanti ed educatori in genere. Abbiamo trascurato l’emergenza Fumo per troppo tempo. Non si ribadirà mai abbastanza quanto sia fondamentale troncare i rapporti con la sigaretta, a tutte le età. A costo di essere noiosi e ripetitivi, è importante continuare a parlarne, nella speranza che, in primis bambini e giovani e almeno qualcuno dei 12 milioni di fumatori si metta in testa che fumando ci si espone a una forte probabilità di accorciarsi la vita, per colpa di tumori, insufficienze respiratorie, malattie cardiovascolari. Abbiamo il dovere di essere sani: è questo l’assioma che dovrebbe attecchire nella cultura di ciascuno di noi, come sostiene un luminare della Medicina, nonché caro amico della LILT di Lecce, il prof. Silvio Garattini, quando dice che “occorre far comprendere, fin dalla scuola elementare, il dovere di essere sani”. Ebbene noi ci crediamo», conclude il presidente LILT Lecce, «e di questo assioma ne ha abbiamo fatto la nostra missione».

Il programma

Sabato 4 giugno, dalle 16,30 alle 18,30: iscrizioni e consegna pacchi-gara sino a esaurimento scorte, presso Torre La Pedata di Gallipoli (zona lido San Giovanni). Il pacco-gara è garantito ai primi 600 iscritti.

Domenica 5 giugno: dalle 9 alle 10, raduno al Parco Gondar (è consigliato parcheggiare nella zona stadio), iscrizione e consegna pacchi-gara, sino a esaurimento scorte; ore 10.30 partenza dal Parco Gondar della quinta edizione della Gallipoli Run; ore 11.15 arrivo al Parco Gondar; ore 11.30 premiazioni e ringraziamenti delle autorità locali e dei rappresentanti della Lilt Lecce.

Per tutta la durata dell’evento, presentato da Giampaolo Catalano e Pasquale Zonno (The Lesionati), sono previsti: il servizio di animazione (truccabimbi, gonfiabili, mascotte, etc.) in un’area apposita del Parco, in collaborazione con Tappeto Volante di Nardò; servizio bar e ristoro, a pagamento, a cura del Parco Gondar; il servizio caffetteria è offerto da Quarta Caffè.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus