Connect with us

Alessano

Alessano: celebrazioni per i 60 anni del “Salvemini”

Divertente serata in piazza Castello domani. Sabato un convegno di studi centrato sulla figura dello studioso e politico pugliese e sui temi dello sviluppo del Sud Salento

Pubblicato

il

Per celebrare i sessant’anni dalla nascita, l’Istituto Salvemini di Alessano ha organizzato un convegno di studi centrato sulla figura dello studioso e politico pugliese e sui temi dello sviluppo del Sud Salento.

Dopo una manifestazione in Piazza Castello nella serata di venerdì nel corso della quale tra ricordi, musiche e immagini verranno premiati alcuni  alunni dell’Istituto, l’appuntamento è per sabato mattina per ascoltare gli interventi del prof. Vitantonio Gioia docente di Storia del pensiero economico presso l’Università del Salento e del prof. Vito Antonio Leuzzi direttore dell’IPSAIC di Bari sulla figura di Salvemini nel Mezzogiorno d’Italia; sarà poi la volta del direttore di Puglia Sviluppo, il dott. Andrea Vernaleone, che parlerà delle Prospettive di sviluppo del Sud Salento. Previsti interventi degli assessori regionali avv. Loredana Capone e prof. Sebastiano Leo, oltre a quelli del Direttore Ufficio Scolastico Regionale e Provinciale Anna Cammalleri e Vincenzo Melilli ed i saluti del Sindaco di Alessano Francesca Torsello e del Presidente della Provincia Stefano Minerva.

L’Istituto Salvemini cominciò ad operare nel 1959 con una sola classe  indirizzo Ragioneria tutta di professionisti che si sono resi protagonisti di iniziative imprenditoriali e professionali di grande successo; alla fine degli anni novanta all’Istituto venne accorpato il Corso Tecnico Industriale  e da  dieci anni è attivo un corso di Liceo scientifico Scienze Applicate.

Non vogliamo soltanto avere un momento di celebrazioni”, dichiara la dirigente scolastica Chiara Vantaggiato, “ma creare le basi per un osservatorio sul Capo di Leuca, da sviluppare con la collaborazione delle Istituzioni e in primis dell’Università del Salento. In questo senso le relazioni con la nostra realtà che nel corso degli anni si sono sviluppate anche grazie alle esperienze di formazione-lavoro ci spingono a mettere in maggiore sintonia la Scuola con il territorio. L’offerta formativa tecnica e scientifica dell’Istituto si vuole porre al servizio del Capo di Leuca per favorirne lo sviluppo e per evitare quella fuga di cervelli che tanto sta impoverendo le nostre terre”.

 

Alessano

Un giorno per l’ambiente a Montesano

Sabato dedicato all’educazione ambientale

Pubblicato

il

Un Giorno per l’Ambiente, un sabato dedicato all’educazione ambientale a Montesano Salentino.

La manifestazione è organizzata da “Fai la Cosa Giusta” e dal Comune di Montesano Salentino in collaborazione con  l’IISS “Don Tonino Bello” di Tricase e Alessano, l’Istituto Comprensivo di Miggiano, Ecospo Specchia, la Comunità Cooperativa Melpignano ed il Museo di Storia Naturale.

In programma di sabato 5 ottobre prevede alle ore 8,45 l’incontro tra la Comunità Cooperativa Melpignano e i ragazzi della scuola elementare e media.

Alle 9,30 la partenza del corteo dei ragazzi della scuola per la pineta San Donato; i ragazzi saranno accompagnati dalla polizia locale dei volontari.

Alle 10 inizio delle attività informative sull’ecologia dell’ambiente attraverso un percorso didattico ricreativo.

Alle 11 la merenda salutare dei ragazzi a cura delle associazioni.

A mezzogiorno il rientro dei ragazzi.

Tutti cittadini sono invitati a partecipare.

Continua a Leggere

Alessano

Lo Stemma di Specchia a Mons. Frisina

L’artista Laura Petracca ha donato al direttore del Coro della Diocesi di Roma Mons. Marco Frisina un suo quadro con lo stemma di Specchia

Pubblicato

il

Un quadro per Mons. Frisina.

In occasione del concerto all’Auditorium “Benedetto XVI” di Alessano (sold out) del Coro della Diocesi di Roma (i cinquanta coristi che animano molte celebrazioni di Papa Francesco a San Pietro), l’artista Laura Petracca di Specchia, su richiesta degli organizzatori dell’evento: “Musica e Mirabilia – Cammini di Leuca, oggi come ieri”, organizzato dalla Parrocchia “Presentazione Beata Vergine Maria” di Specchia, ha donato a Mons. Marco Frisina , direttore del coro, una sua litografia dal titolo: “Stemma di Specchia“.

La Petracca, corista per passione, ha consegnato l’opera pittorica con molta emozione, in quanto grande estimatrice dell’autore della maggior parte dei canti liturgici che si ascoltano durante le celebrazioni eucaristiche.

Maurizio Antonazzo

 

Continua a Leggere

Alessano

Friday For Future: la mobilitazione degli studenti

Nel Salento adesione massiccia allo sciopero e cortei e manifestazioni un po’ ovunque con studenti in strada a Casarano, Gallipoli, Nardò, Galatina, Maglie, Tricase ed Alessano

Pubblicato

il

Studenti in piazza, per le strade, ovunque, per immolare questo venerdì al loro futuro.

La sezione italiana di Friday For Future, il movimento di Greta Thunberg, ha aderito alla Settimana per il clima, ma mentre nella maggior parte degli altri Paesi le manifestazioni si sono svolte lo scorso 20 settembre, da noi la mobilitazione chiude la settimana di sensibilizzazione ai problemi dell’ambiente.

Si tratta del terzo sciopero globale (dopo quelli del 15 marzo e del 24 maggio), realizzato per chiedere l’abbandono delle fonti di energia fossili e giustizia climatica per i popoli di tutto il mondo.

Allo sciopero hanno aderito numerosi sindacati e anche il ministro dell’Istruzione, Lorenzo Fioramonti, ha invitato tramite una circolare i dirigenti scolastici a considerare giustificate le assenze degli studenti che partecipano alle manifestazioni.

Nel Salento adesione massiccia allo sciopero e cortei e manifestazioni un po’ ovunque con studenti in strada a Casarano, Gallipoli, Nardò, Galatina, Maglie, Tricase ed Alessano.

Avviso ai naviganti: domani sul vostro libretto per le giustifiche alla voce “motivo” scrivete “sciopero”.

Proprio il ministro dell’Istruzione, Lorenzo Fioramonti, come detto, ha inviato una circolare alle scuole invitandole “pur nella loro autonomia, a considerare giustificate le assenze degli studenti occorse per la mobilitazione mondiale contro il cambiamento climatico”.

Il ministro ha anche sottolineato su che la decisione è stata presa “in accordo con quanto richiesto da molte parti sociali e realtà associative impegnate nelle tematiche ambientali”.

Quindi la giustifica dell’assenza per “sciopero” sarà legittima e dirigenti scolastici ed insegnanti dovranno accettarla.

Anzi sarà un segno di civiltà. Perché il nostro clima, il nostro futuro, val bene un giorno di scuola e probabilmente i nostri ragazzi devono riappropriarsi di quel sentimento di appartenenza al loro quartiere, alla loro città, alla loro Nazione, al loro pianeta. Tradotto, i professori non potranno certo dirvelo, noi si: se c’è da scioperare e manifestare per motivi così importanti con tutto il mondo che (finalmente) prende coscienza della direzione sbagliata che ha intrapreso, fatelo!

Ognuno di noi può contribuire ad un piccolo-grande cambiamento. Anche i bimbi più piccoli che subito imparano quanto sia importante avere cura del loro pianeta.

Sull’esempio dei ragazzi e dei bambini dell’Istituto comprensivo di Via Apulia di Tricase che, mentre i loro colleghi delle superiori manifestavano per il paese (molti sono anche andati a Lecce per partecipare al corteo promosso dalla sezione salentina di Friday For Future), sotto lo sguardo attento degli insegnanti, sono usciti nel cortile della loro scuola per esporre i loro striscioni e dare l’esempio. Perchè il futuro è soprattutto loro. E noi dobbiamo smetterla di comprometterglielo.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus