Connect with us

Cronaca

Terremoto: l’Albania ringrazia i nostri vigili del fuoco

“Grazie a nome di tutta l’Albania”. Lo stato Maggiore del PAese delle Aquile ringrazia i soccorritori italiani. Tra loro anche gli uomini dei distaccamenti di Tricase, Maglie e Lecce che si sono imbracati per far ritorno a casa

Pubblicato

il

Ufficialmente chiusa la prima fase dell’emergenza in Albania i nostri Vigli del fuoco dopo una cinque giorni (e notti) di duro lavoro passata a scavare tra le macerie e ad aiutare dove possibile si apprestano a tornare a casa.

Un funzionario dello Stato Maggiore albanese (Ministero della Difesa) si è intanto recato sul posto per ringraziare personalmente a nome di tutto il Paese delle Aquile i soccorritori italiani sottolineando come i “nel momento del bisogno si vedono i Paesi amici“.

Questa sera anche gli uomini dei distaccamenti di Tricase, Maglie e Lecce (foto in alto) con i loro mezzi si sono imbarcati per fare ritorno in Italia. Sbarcheranno a Bari da dfaranno ritorno ognuno nella sua sede di appartenenza.

Nel frattempo dal Belpaese è arrivato il cambio: forze fresche che parteciperanno alle operazioni di sopralluogo e verifica statica degli edifici danneggiati ma rimasti in piedi.

Confermato che sono terminate le ricerche di eventuali superstiti o corpi senza vita tra le macerie, il bilancio al momento è di 50 morti, circa 2mila feriti e, secondo i dati preliminari, circa 900 edifici a Durazzo e oltre 1.465 nella capitale Tirana con gravi danni strutturali.

 

Cronaca

Incidente sul lavoro: operaio perde dua dita della mano

L’uomo stava lavorando in una corniceria della zona industriale quando è rimasto ferito dalla tronchese

Pubblicato

il

Stava lavorando ad una troncatrice alla corniceria “Mdl day” della zona industriale di Miggiano quando per motivi ancora da chiarire si è troncato di netto quarto e quinto dito della mano sinistra.

L’episodio è avvenuto poco prima della chiusura, appena dopo le 20,30 di ieri sera.

L’uomo, D.G., 54 anni, di San Cassiano, è stato soccorso immediatamente dai colleghi che hanno chiamato il 118. Così tamponata la ferita l’operaio è stato trasportato d’urgenza al “Card. Panico”  dove è stato operato nella notte.

Sul posto, nella zona industriale di Miggiano, oltre ai sanitari, i carabinieri di Specchia e gli ispettori dello Spesal chiamati a ricostruire l’accaduto e a verificare fossero rispettate le normative relative alla sicurezza sul lavoro.

Continua a Leggere

Cronaca

A scuola con la droga nello zaino

Arrestato diciannovenne di Cutrofiano. Stava per entrare nella sua scuola di Maglie con tutto l’occorrente per lo spaccio al posto dei libri

Pubblicato

il

I carabinieri della sezione radiomobile della Compagnia di Maglie, nel corso di uno specifico servizio finalizzato al contrasto spaccio di stupefacenti in prossimità dell’istituto d’istruzione scolastica superiore “Mattei” di Maglie, hanno arrestato in flagranza Giorgio Melissano, diciannovenne originario di Gallipoli ma residente a Cutrofiano.

Il giovane è stato fermato mentre alla guida della sua automobile e si dirigeva a scuola.

Notato l’atteggiamento nervoso e sospetto, i militari dell’Arma hanno voluto approfondire.

Dato vita ad una perquisizione personale e dell’auto, hanno rinvenuto,  all’interno dello zaino, due dosi di mdma (un grammo), 14 grammi di marijuana ed un bilancino elettronico di precisione.

Tutto sottoposto a sequestro unitamente al cellulare dello studente. L’arrestato è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari.

Continua a Leggere

Castrignano del Capo

Salvati 56 migranti in balìa dalle onde al largo di Leuca

Sono di di nazionalità curda, siriana e irachena: erano in balia delle onde e del maltempo a bordo di una barca a vela in mare da giorni

Pubblicato

il

Intercettati dalla Capitaneria di Porto a 6 miglia al largo di Santa Maria di Leuca, sono stati tratti in salvo 56 migranti di nazionalità kurda, siriana e irachena, che in balia delle onde e del maltempo erano a bordo di una barca a vela in mare da giorni.

A darne notizia la Croce Rossa Italiana Comitato di Lecce.

A causa della situazione metereologica le operazioni di sbarco si sono presentate assai difficoltose, ma il trasbordo e lo sbarco sono volti a termine senza alcun imprevisto.

A bordo anche cinque  bambini e una donna.

Due persone sono state accompagnate in ospedale a causa di lievi malori dovuti alla traversata e mal di denti, mentre tutti gli altri pur visibilmente stremati, erano in discrete condizioni di salute.

I due bambini più piccoli“, hanno raccontato gli operatori della Croce Rossa, “hanno subito stretto amicizia con i nostri volontari che dal nulla hanno fatto comparire palloncini fatti con i guanti di lattice e aeorplanini di carta facendo tornare il sorriso ai piccoli inizialmente molto spaventati“.

Dopo i controlli sanitari, così come previsti dalla prassi, saranno a breve trasferiti al centro di prima accoglienza.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus