Connect with us

Melissano

Melissano: la situazione finanziaria

Pubblicato

il

Dopo tante voci e polemiche, è stata effettuata la ricognizione su tutta la situazione finanziaria e contabile del Comune di Melissano. Merito dell’assessore al Bilancio, Gianluca Mura, che, in collaborazione con l’Ufficio Ragioneria, ha poi relazionato nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale.

“Molti dei debiti”, dice Mura, “risalgono ad Amministrazioni precedenti…”. Ecco i debiti, molti dei quali già transati anche con piani di rientro: Legali Massimo Fasano (€ 183.661,44), Mario Liviello (€ 104.700,00), Pietro Quinto (€ 31.249,56); Gialplast € 714.127,00 per canoni arretrati (il debito era di €  634mila euro alla data dell’insediamento del sindaco Roberto Falconieri nel maggio del 2006); Acquedotto Pugliese € 469.314,00 (venti rate trimestrali da € 30mila; dal 2001 al 2006 fatture non pagate per oltre € 300mila); Wind € 62.890,55 (“provenienti”, spiega Mura, “dai cellulari che avevano in uso gli amministratori precedenti”); Enel  € 250mila; Telecom € 40mila; determine varie da liquidare € 160mila; debiti fuori bilancio da riconoscere € 289.100,08.

Sui debiti fuori bilancio, l’assessore chiarisce che il precedente esecutivo aveva “proceduto a effettuare due operazione di finanza derivata che non hanno comportato alcun beneficio. Anzi, per pagare gli interessi passivi, si sono dovuti sacrificare servizi essenziali. La situazione di cassa al 30 settembre 2009 vedeva una disponibilità presso la tesoreria della Banca Popolare Pugliese di € 304.400,33 a fronte di un affidamento di € 773.715,33. Corposi però anche i crediti vantati dall’ente per € 2.152.270,71: ruoli Equitalia e Tarsu per € 403.748,83; recupero evasione Ici e Tarsu anni precedenti € 601.179,20; vendita delle scuole elementari Polisportiva “C.Pindinelli” € 247.342,68; condoni edilizi e pratiche edilizie giacenti € 160mila; ammanco di cassa per la nota vicenda del contabile € 400mila (“si dovrà svolgere a breve”, aggiunge Mura, “un incontro definitivo con i vari responsabili ovvero banca, revisori dei conti, segretario comunale per stabilire, ognuno per le proprie spettanze, il dovuto, più la parte relativa alla Ditta Cavalera di Casarano”).

“Questa Amministrazione”, conclude Mura, “sta lavorando su due fronti ovvero mantenere fede agli impegni assunti con i cittadini e amministrare i disastri ereditati, pagando i loro debiti, oltre 600mila euro. Ai consiglieri comunali di opposizione diciamo che non siamo in dissesto finanziario ma in crisi di liquidità e di fronte ad una mole di contenziosi in atto. Conseguenze gravi causate da scelte inopportune e politiche di spesa irresponsabili della passata amministrazione. Sembra proprio strano che proprio il partito in cui oggi milita l’ex-sindaco (Sergio Macrì ndr.), si faccia paladino della legalità e della trasparenza. Non occorre sbandierare ai quattro venti con manifesti, dichiarazioni e comunicazioni ad enti e organismi la situazione debitoria del Comune quando poi i maggiori responsabili di questo disastro si trovano proprio in quel partito (il PD, Ndc.). Continuino pure a fare questo tipo di politica, noi andiamo avanti con la trasparenza, i fatti e le cose concrete”.

Attilio Palma

Continua a Leggere

Casarano

Un curriculum di reati: arrestato 47enne

Pubblicato

il

Estorsione in concorso, truffa, ricettazione, furto aggravato, falsità in scrittura privata, falsità in testamento olografo, cambiale o titolo di credito, sostituzione di persona.

Questi i reati commessi tra Casarano, Melissano, Otranto, Maglie e Tricase da B. L. tra il 2004 al 2018.

L’uomo, oggi 47enne, è stato condannato alla pena residua definitiva di 9 anni, 10 mesi e 25 giorni di reclusione.

I carabinieri lo hanno arrestato nelle scorse ore a Casarano e, espletate le formalità di rito, tradotto presso la propria abitazione di residenza in regime di detenzione domiciliare.

Foto di repertorio

Continua a Leggere

Cronaca

Lavoro nero: stangate 3 ditte

Sorpresi 10 lavoratori non in regola e rilevate violazioni in materia di sicurezza: migliaia di euro di sanzioni

Pubblicato

il

Attività ispettiva volta al contrasto del fenomeno del lavoro nero e irregolare nei comuni di competenza per i Carabinieri di Casarano.

Controllate 3 ditte tra Ruffano, Matino e Melissano con deferimento in stato di libertà per 3 titolari di attività commerciali, responsabili a vario titolo di diverse violazioni, tra le altre, in materia di sicureza sui luoghi di lavoro, in particolare “lavoro nero”, “mancata formazione sui rischi presenti sui luoghi di lavoro, “omessa consegna ai lavoratori dei dispositivi di protezione individuali” e “occupazione in nero di soggetto percettore del reddito di cittadinanza”.

I carabinieri hanno individuato 10 lavoratori, di cui 3 irregolari e 7 in nero, per poi elevare sanzioni amministrative per un importo totale di oltre 25mila euro.
Contestate ammende per un totale di 12.500 euro circa.
Gli uomini dell’Arma hanno poi informato l’autorità giudiziaria e i competenti enti assistenziali, previdenziali e fiscali, di quanto riscontrato.

Continua a Leggere

Casarano

Con l’auto contro l’albero, grave!

Melissano: 35enne di Casarano, mentre era alla guida della sua Alfa 147, ha perso il controllo della vettura ed è andato sbattere

Pubblicato

il

Grave incidente stradale sulla Casarano – Melissano.

Un uomo di 35 anni di Casarano, ieri sera, poco prima delle 18, mentre era alla guida della sua Alfa 147, ha perso il controllo della vettura ed è andato sbattere contro un albero.

L’auto dopo lo schianto si è letteralmente accartocciata e son dovuti intervenire i vigili del fuoco del distaccamento di Gallipoli per estrarre il 35enne dalle lamiere.

Sul posto oltre ai sanitari del 118 che hanno provveduto ad accompagnare a sirene spiegate ed in codice rosso il ferito al “Vito Fazzi” di Lecce, anche i carabinieri della Compagnia di Casarano che hanno effettuato tutti i rilievi per ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente e gli agenti della polizia municipale di Melissano.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus