Connect with us

Presicce e Acquarica

Fusione Acquarica – Presicce, ok dalla Regione

La parola ora passa ai cittadini che dovranno esprimere il loro parere al referendum. Se ci sarà la maggiorazna per il “si” in entrambi i Comuni si tornerà in Commissione regionale per l’ok definitivo

Pubblicato

il

Approvato all’unanimità da parte della VII Commissione il Disegno di Legge riguardante la fusione dei Comuni di Acquarica del Capo e Presicce.

Ora la parola passerà agli abitanti di Acquarica e Presicce che dovranno esprimersi mediante referendum sulla volontà o meno di una.

Se l’esito sarà positivo in entrambi i Comuni, si tornerà in Commissione regionale per l’ok definitivo. Altrimenti si fermerà per almeno cinque anni.

Abaterusso: “Nella giusta direzione”

Per il consigliere regionale di Art.1-Mdp/Leu, Ernesto Abaterusso, “è una buona notizia che merita di essere salutata con soddisfazione perché va nella giusta direzione per la costruzione di un nuovo sistema di enti locali capace di innalzare la qualità della pubblica amministrazione”.

Ernesto Abaterusso

Abaterusso plaude al passo in avanti compiuto oggi in Commissione Affari Istituzionali in occasione dell’audizione dei sindaci di Acquarica e Presicce.
Quello avviato dai due Comuni del Capo di Leuca con il sostegno del governo regionale”, spiega il consigliere regionale, “è un processo lungo che, se portato a compimento, porterà a un nuovo soggetto istituzionale capace di rispondere meglio ai bisogni dei cittadini e al contempo produrrà un miglioramento dei servizi, una riduzione dei costi della politica e porterà nuove risorse e nuovi investimenti per il bene della comunità e lo sviluppo del territorio”.
In gioco oggi c’è il futuro di questi due Comuni.

Per questo non ho potuto nascondere le mie perplessità circa l’accelerata che si vuole dare all’indizione del referendum che rischierebbe, in caso di fallimento o di scarsa partecipazione, di far fallire un progetto importante e strategico per il territorio.

Ho proposto quindi di accorpare la consultazione referendaria alle elezioni amministrative della prossima primavera così da valorizzare adeguatamente la partecipazione dei cittadini” spiega ancora il consigliere di Art.1.

L’augurio, da Consigliere regionale e cittadino del Capo di Leuca”, conclude Abaterusso, “è che dal referendum possa emergere la volontà condivisa di unire queste due realtà in un unico, nuovo Comune e che questa strada possa diventare in futuro modello istituzionale di riferimento per tutta la regione ed essere abbracciata anche da altri Comuni”.

Pellegrino: “Un passo verso il futuro”

Un’iniziativa apprezzabile sotto tutti i punti di vista. A dimostrazione che i territori possono e devono fare sistema mettendo da parte ogni campanilismo nel nome dell’interesse generale. Per queste ragioni ho espresso un convinto voto favorevole”.

Paolo Pellegrino

Esprime soddisfazione il presidente de La Puglia con Emiliano, Paolo Pellegrino, a margine della votazione favorevole in VII Commissione regionale al disegno di legge sulla fusione dei Comuni leccesi di Presicce e Acquarica del Capo.

Da salentino e da consigliere regionale”, sottolinea, “non posso non sostenere questa iniziativa apprezzabile e indispensabile considerando la frammentazione amministrativa dell’intera provincia di Lecce e la presenza di territori di scarsissima entità demografica.

La fusione di due Comuni è un passo verso il futuro; significa unire le forze per garantire migliori servizi ai cittadini in una fase storica in cui sono diminuiti i fondi statali messi a disposizione degli enti locali”.

Per questo”, conclude Pellegrino, “mi auguro che il processo legislativo, con annessa consultazione referendaria dei cittadini, proceda avanti speditamente e senza perplessità. Alle due amministrazioni interessate e alla giunta regionale va dato il merito di aver colto questa importante opportunità consentita dalla legge”.

Cronaca

L’allarme delle mamme: “Rimettete in sicurezza la scuola”

Con un videomessaggio i genitori di alcuni alunni della scuola media di Presicce-Acquarica segnalano un muro di cinta distrutto, rifiuti abbandonati e pericolose spranghe di ferro accanto al cortile d’ingresso dell’edificio

Pubblicato

il

A dispetto del gelo che sta avvolgendo il Salento in questi giorni, è un inizio di 2020 bollente quello di Presicce-Acquarica.

Dopo la chiusura della scuola elementare di Via Fiore per la presenza di rattinell’edificio e dopo le segnalazioni di disagi per gli utenti degli uffici postali, con code all’aperto e al freddo ad Acquarica dopo la chiusura della sede di Presicce per ristrutturazione, arriva un’altra segnalazione, stavolta dalla scuola media di via Kennedy.

Sono alcune mamme degli alunni dell’istituto a scrivere e lo fanno inviando un video TeleRama.

Nelle immagini riprese amatorialmente si vede un muro di cinta dell’edificio scolastico, nel cortile d’ingresso della scuola, semidistrutto. Una apertura che lascia un pericoloso accesso alla adiacente campagna dove sono presenti rifiuti e spranghe di ferro.

La segnalazione dei genitori è al contempo un messaggio di allarme e una richiesta di intervento affinché si rimetta in sicurezza l’area prima che qualcuno possa farsi male.

Continua a Leggere

Cronaca

Lavori alle Poste, disagi a Presicce-Acquarica

Dall’8 gennaio l’ufficio è chiuso per ristrutturazione e gli operatori rimpiazzati da sportelli telematici. Lunghe attese e utenza che si sposta ad Acquarica dove le code arrivano in strada

Pubblicato

il

L’ufficio postale di Presicce si rinnova ma, nel frattempo, all’utenza, tocca far dei sacrifici.

Dallo scorso 8 gennaio la sede postale del comune di Presicce-Acquarica situata in territorio presiccese è chiusa per lavori di ristrutturazione. I 5 sportelli di cui dispone sono stati temporaneamente rimpiazzati da sportelli telematici, per dar modo di fruire dei servizi fino al giorno di riapertura, previsto per il 30 gennaio prossimo.

La situazione però sta creando notevoli disagi. Lunga attesa e difficoltà di utilizzo degli sportelli elettronici ha spinto l’utenza a muoversi verso l’altro ufficio postale presente sul territorio comunale, quello ubicato ad Acquarica. Qui, in ugual modo, l’afflusso generato dalla “migrazione” di utenti sta creando in questi giorni un sovraccarico di accessi e spesso momenti di tensione causati dalle lunghe code che, addirittura, arrivano fuori dall’edificio, con gente anziana talvolta costretta ad attendere in piedi al freddo.

Continua a Leggere

Cronaca

Ci sono i topi: la scuola chiude

Presicce-Acquarica: derattizzazione e niente lezione per due giorni

Pubblicato

il

Un rientro dalle vacanze natalizie con sorpresa (sgradita) quello degli alunni (e del personale scolastico) della scuola primaria di via Fiore a Presicce.

Nel plesso infatti, nelle prime ore di lezione post epifania, sono spuntati dei ratti. Una presenza allarmante che ha indotto il dirigente scolastico a chiedere al sindaco un immediato intervento di derattizzazione (richiesta protocollata in Comune lo stesso 7 gennaio scorso).

Prontamente il primo cittadino di Presicce-Acquarica ha disposto, con una ordinanza emessa nella giornata di ieri, la chiusura della scuola per l’8 ed il 9 gennaio e l’immediato intervento di derattizzazione.

La preoccupazione per le condizioni igieniche dell’edificio ha subito scosso le famiglie dei piccoli alunni costretti a restare a casa per due giornate. A conclusione degli interventi però, tutto dovrebbe tornare alla normalità. La ripresa delle lezioni è prevista per domani 10 gennaio.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus