Connect with us

Appuntamenti

Il Salone del Libro rende omaggio al taurisanese Giulio Cesare Vanini

Oggi a Torino “Tutte le opere” di Vanini. La figura ed il pensiero del filosofo taurisanese omaggiati presso lo stand della Regione Puglia. All’evento prenderanno parte l’autore Mario Carparelli ed il prof. Vincenzo Barone dell’Università del Piemonte Orientale

Pubblicato

il

A distanza di tredici anni, il volume che raccoglie “Tutte le opere” di Vanini è stato ristampato in una nuova edizione da Bompiani, che nel frattempo dal 2016 è entrata a far parte del gruppo Giunti dopo una breve parentesi nel gruppo Mondadori.


L’annuncio ufficiale della ristampa libro, scritto da Mario Carparelli (attualmente docente di Storia della filosofia moderna presso il Corso di Laurea in Filosofia dell’Università del Salento) e Francesco Paolo Raimondi (oggi Presidente del Centro Internazionale di Studi Vaniniani) era stato dato lo scorso 31 gennaio.


In occasione di un evento così importante per l’imponente volume di quasi duemila pagine, che aggiorna e rivede le traduzioni dello stesso Raimondi e di Luigi Crudo pubblicate tra il 1981 e il 1990 da Congedo, la figura ed il pensiero del filosofo taurisanese saranno omaggiati giovedì 18 maggio, alle ore 17,30, presso lo stand della Regione Puglia (Pad.Oval. V121-122) al Salone Internazionale del Libro di Torino.


All’evento prenderanno parte l’autore Mario Carparelli ed il prof. Vincenzo Barone dell’Università del Piemonte Orientale.


Nel 2010 le opere di Giulio Cesare Vanini furono pubblicate da Bompiani nella prestigiosa collana di filosofia “Il Pensiero Occidentale”, allora diretta da Giovanni Reale. Si trattò di un evento che segnò una svolta nella storia della fortuna del filosofo di Taurisano, avviando il definitivo riscatto della sua figura e assicurando ai suoi scritti (l’Amphitheatrum aeternae providentiae del 1615 e il De admirandis naturae reginae deaeque mortalium arcanis del 1616) una straordinaria circolazione in Italia e all’estero.


La filosofia di Giulio Cesare Vanini (Taurisano 1585 – Tolosa 1619) è probabilmente l’espressione più estrema del radicalismo della seconda decade del Seicento.


Il pensatore pugliese, inizialmente frate carmelitano, rappresenta in qualche modo la coscienza filosofica in cui vengono alla luce tutti gli elementi di crisi dell’eredità umanistico-rinascimentale: demolisce il mito dell’antropocentrismo, scardina i princìpi del platonismo cristianizzato, fa scricchiolare i pilastri dell’aristotelismo concordistico, smantella la costruzione di un universo compatto, finito, armonizzato, avente al suo vertice Dio e la schiera delle intelligenze angeliche, stronca ogni forma di teleologismo, sfata il mito del primato dell’uomo nella scala degli esseri viventi, manda in frantumi i più consolidati princìpi dell’etica cristiana, smaschera le illusioni della magia e dell’astrologia.


In positivo, teorizza un universo autonomo nella sua composizione materiale e nei suoi princìpi costitutivi di moto e di quiete e recide alla radice il rapporto della natura con Dio, poiché nega non solo l’atto creativo, ma anche l’attività assistenziale, provvidenzialistica e finalistica, di un’intelligenza sovraceleste


Gli sbocchi materialistici del pensiero di Vanini sono inevitabili: tutto si riduce a materia vivente e vivificatrice, senza gerarchizzazioni e gradi di realtà, poiché unica è la materia di cui sono composti i corpi celesti e quelli terreni fino ai più umili come lo scarabeo. La vita è l’effetto casuale della generazione spontanea e l’uomo non fa eccezione: rigorosamente radicato nel regno animale, è anch’esso una produzione spontanea della materia; il suo passato è a quattro zampe e nella sua anima non v’è traccia di un’impronta divina.


Per queste idee, accusato di ateismo dal Parlamento di Tolosa, fu condannato a morte a soli 34 anni; pare che poco prima di essere giustiziato abbia esclamato: “Andiamo a morire allegramente da filosofo!”.






 


Appuntamenti

Spiramax, musica e libri alla Mondadori di Tricase

Sabato 18 maggio, live set con i vinili di Max Nocco e le linee di basso di Luigi Spira

Pubblicato

il

 Segui il canale il Gallo  Live News su WhatsApp: clicca qui

I libri e la musica si incontrano.

Promettenter evento promosso dalla libreria Mondadori di Tricase.

Sabato 18 maggio, dai locali di via Stella d’Italia, risuoneranno i vinili di Max Nocco e le linee di basso di Luigi Spira per il live set Spiramax.

Start alle 18,30, ingresso gratuito.

Continua a Leggere

Appuntamenti

Il Comprensivo “Pascoli” di Tricase “Ad alta voce”

La rassegna letteraria tra letture e legalità

Pubblicato

il

Grandissimo fermento anima le ore che ci dividono dal primo incontro inaugurale della rassegna ‘Ad Alta Voce, dialoghi tra letture e legalità’, kermesse letteraria organizzata dall’Istituto Comprensivo Pascoli di Tricase e patrocinata dal Comune di Tricase, in collaborazione con Aurora Art Space, le librerie Idrusa e Marescritto e Armonia Scuola.

L’iniziativa si colloca ne ‘Il Maggio dei Libri’ e prevede una serie di incontri con gli autori che dialogheranno con gli alunni dei vari ordini di scuola dell’Istituto e presenteranno i loro libri.

Il primo appuntamento aperto anche al pubblico, a cui tutta la cittadinanza è invitata a partecipare, sarà sabato 18 Maggio alle ore 09.00, presso Aurora Art Space, con lo scrittore Dario Levantino, Premio Biblioteche di Roma 2018, Premio Letterario Subiaco Città del Libro 2018, Premio Leggo QuINDI Sono 2019.

Gli altri incontri al pubblico previsti sempre all’Ex Cinema Aurora, ora Aurora Art Space, saranno lunedì 20 Maggio con Giacomo Sances e Sabato 25 maggio con Antonio Errico.
Ma non finisce qui. L’Istituto è anche alle prese con l’organizzazione di altri due eventi importanti: uno per celebrare la Giornata sulla Legalità e l’altro, di natura musicale, presso il Porto Museo di Tricase.

Continua a Leggere

Appuntamenti

Marco Maggi a Tricase, Miggiano e Montesano

Incontri rivolti a tutti i genitori sul tema della cura affettiva ed emotiva nelle relazioni familiari e comunitarie

Pubblicato

il

 Segui il canale il Gallo  Live News su WhatsApp: clicca qui

Lo scrittore Marco Maggi, consulente educativo e formatore sarà a Tricase e terrà un incontro rivolto a tutti i genitori sul tema della cura affettiva ed emotiva nelle relazioni familiari e comunitarie.

L’incontro dal titolo I Care Family si terrà giovedì 23 maggio, alle ore 19 presso la Sala del Trono di Palazzo Gallone.

L’iniziativa promossa dall’Azione Cattolica parrocchiale in collaborazione con la parrocchia della Natività Beata Maria Vergine, non sarà l’unico appuntamento in realtà.

Diversi Istituti scolastici infatti, hanno voluto approfittare della presenza in loco del professor Maggi per dibattere su tematiche attuali relative al mondo giovanile e mediatico: mercoledì 22, al mattino, il Liceo Stampacchia incontrerà l’autore in un dibattito su Linguaggi dell’amore, dipendenza affettiva e prevenzione alla violenza.

Nel pomeriggio del 22 maggio Maggi sarà all’Istituto comprensivo di Miggiano, prima nella sede principale e poi a Montesano Salentino, per un incontro con i genitori dal titolo Educazione emozionale in Famiglia. 

Altri appuntamenti con gli Istituti scolastici: venerdì 23 maggio al mattino presso il comprensivo Tricase – Via Apulia con l’intervento per tutti i ragazzi dal titolo Schermi violenti.

Ultimo appuntamento, sabato 24 nel corso della mattinata, con l’Istituto comprensivo G. Pascoli, sempre a Tricase, con due interventi: Generazione App – Contrastare il bullismo ed il cyberbullismo.

MARCO MAGGI

Consulente educativo, è formatore del Metodo Gordon per docenti, genitori e operatori socio-sanitari.

Da circa 25 anni prevalentemente realizza attività formative di promozione nelle scuole di ogni ordine e grado.

È coordinatore di progetti di prevenzione per alcuni comuni e agenzie educative, nonché autore di varie pubblicazioni sul tema del disagio giovanile e di manuali operativi sul bullismo, affettività e sessualità, lutto ed educazione socio-affettiva.

 

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus