Connect with us

Attualità

Impennata cassa integrazione: +120%

Le ore autorizzate dall’Inps sono state 278mila e 583, oltre il doppio rispetto a gennaio

Pubblicato

il

Dopo la frenata registrata a gennaio, le richieste di cassa integrazione delle aziende salentine a febbraio segnano una nuova, pesante impennata. Tra interventi straordinari e in deroga, le ore autorizzate dall’Inps sono state 278mila e 583, in aumento del 120,3% rispetto al primo mese dell’anno.

La cassa ordinaria (Cigo) a febbraio registra zero ore, causa il blocco delle procedure dovuto all’allineamento con le nuove regole introdotte dal Jobs Act. Continua a preoccupare, invece, la corsa della cassa straordinaria (Cigs), il cui numero di ore autorizzate a febbraio è pari a 262mila e 326 ore, con un grave rialzo del 107,2% sul precedente dato di gennaio.

Riguardo alla cassa in deroga (Cigd), le ore autorizzate sono 16mila e 257 (a gennaio erano azzerate).

Non è un buon segnale il fatto che la ripresa della cig a febbraio dipenda dal boom, rispetto a gennaio, della cassa straordinaria e della cassa in deroga e dunque a situazioni di difficoltà protratte nel tempo e spesso più legate a reali situazioni di crisi aziendali più strutturali che a esigenze contingenti di rallentamento della produzione”, commenta Salvatore Giannetto, segretario generale Uil Lecce. “Purtroppo“, ricorda, “molte imprese della nostra provincia sono nel pieno di complicati processi di ristrutturazione o addirittura di dismissioni di intere aree”.

Alla luce di questi dati sulla cig, cui si aggiunge il boom dei voucher registrato nella nostra provincia nel 2015″, osserva Giannetto, “è chiaro che il mercato del lavoro attuale ha più ombre che luci. I segnali di ripresa sono ancora troppo flebili e in questo senso occorrono immediatamente politiche economiche che rilancino investimenti e consumi interni. Fondamentale, per la crescita dell’occupazione in tutta la Puglia, sarà il corretto impiego dei fondi comunitari 2014-2020, unica risorsa a disposizione delle istituzioni, per affrontare la pesante piaga della disoccupazione. Quindi”, conclude il segretario provinciale Uil, “la risposta ai problemi del lavoro e dell’occupazione, non può che essere politica, anzi, di una nuova e buona politica economica fatta di riduzione del peso fiscale sul lavoro, di investimenti in opere pubbliche, di rinnovo dei contratti a partire da quelli pubblici”.

Attualità

Fai parlare il tuo silenzio…ti ascolto

Progetto sociale lanciato dal Rotary Club Tricase – Capo di Leuca, in supporto alle conseguenze psico-emotive causate dal distanziamento sociale imposto per il contenimento dei contagi da covid-19

Pubblicato

il

Per fronteggiare le difficoltà di questo momento, il Rotary Club Tricase – Capo di Leuca, guidato dalla dottoressa Luigia Morciano, offre un servizio alla comunità, “perché siamo convinti che il futuro dipenderà da ciò che si riuscirà a fare oggi”.

“Fai parlare il tuo silenzio…ti ascolto” è il progetto con cui il Rotary Club Tricase – Capo di Leuca mette a disposizione un servizio di supporto psicologico alle famiglie in modo che, chiunque ne abbia la necessità, possa elaborare la rivoluzione emotiva, sopraggiunta all’improvviso a sovvertire alcune priorità.

Il Servizio di Consultazione gratuito garantirà uno spazio privilegiato affiancando le famiglie anche in termini di supporto alla genitorialità nelle varie situazioni potenzialmente problematiche di crisi e di sostegno dell’età evolutiva.

Molto importante sarà anche il sostegno alle famiglie che vivono in questo momento ulteriore disagio perché costrette ad affrontare anche tutta una serie di problematiche legate a malattie rare.

Malati fragili che richiedono grandi energie e grande conforto”, ha  precisato la dottoressa Luigia Morciano, pediatra e genetista responsabile malattie rare presso l’ospedale “Cardinale Panico” oltre che  Presidente del Rotary Club Tricase – Capo di Leuca.

Il team a disposizione del progetto sociale sarà guidato dal dott. Giovanni Scarascia, esperto in situazioni di disagio correlate a conflitti allo scopo di focalizzare l’attenzione “sull’allenamento emozionale”.

Il team risponderà ai contatti 324 0439156 – progettotiascolto@gmail.comSkype

La cultura di un popolo”, ha aggiunto la presidente Morciano, “si misura anche dalla capacità di affrontare e superare momenti deboli, momenti critici e quindi sull’ottimizzazione e valorizzazione del concetto di resilienza”.

Quella stessa “resilienza” che il progetto intende diffondere “attraverso il ricorso a strumenti idonei per razionalizzare dubbi, ansie, timori, strumenti per costruire progettualità in un particolare momento storico in cui tutto non sembra più perseguibile e realizzabile”.

Stress traumatico: una condizione che imperversa

Siamo in emergenza medica CoViD-19 e bisogna imparare a gestire ansia, panico, incertezza del futuro con l’obiettivo di elaborare la tragedia ed incanalare la paura verso una nuova progettualità, cercando di cogliere le due facce dell’ansia: una pone l’individuo ad adattarsi alla catastrofe, l’altra sovvertendo a cascata i nostri fisiologici meccanismi di difesa può aumentare il rischio di patologie.

Gestire lo stress o meglio gestire l’eccesso di stress diventa necessario per far fronte a piccole e grandi emergenze, dando una maggiore resistenza.

Non è lo stress in sé a logorare l’individuo ma il prolungamento e l’errata gestione dello stesso. È riconosciuto oggi un sistema di interazione fra sistema nervoso, neuroendocrino ed immunologico definito psiconeuroendocrinoimmunologia (PNEI) quale scienza che studia l’organismo nella sua interezza e nell’interazione con l’ambiente. Le situazioni di “allerta” attivano un circuito neuroendocrino che determinano un incremento degli ormoni dello stress da cui consegue un aumento della pressione arteriosa, del colesterolo, dei trigliceridi e della glicemia, rilascio di sostanze infiammatorie, le citochine, che oltre ad alterare la parte interna dei vasi sanguigni producono uno stato di malessere, come fatica, disturbi alimentari, rallentamento psicomotorio.

Superata la condizione stressante l’organismo torna poi in fase di equilibrio e di ricarica di energia. Quando tale alternanza non è più rispettata il nostro sistema immunologico risponde in maniera sbagliata ed incontrollata. Situazioni di allarme psicologico alterano la qualità e la quantità delle sostanze difensive prodotte dal nostro organismo (numero e tipo di globuli bianchi, interferoni, citochine, popolazioni microbiotiche ecc.), causando una compromissione generale della capacità di difesa dall’organismo da parte di virus, batteri ed altri agenti patogeni. L’esposizione a situazioni di stress predispone poi a patologie cardiovascolari, deficit di concentrazione e memoria, palpitazioni, sudorazione, irritabilità, ansia, aggressività, alterazioni ritmo sonno/veglia.

Nel 1980 è stato riconosciuto ufficialmente il Disturbo post-traumatico da stress (DPTS) che può colpire anche bambini ed adolescenti con vari risvolti (ansia, insicurezza, paura, confusione, problemi psicosomatici, evasione scolastica, enuresi). Tanto più piccolo è il bambino tanto maggiore può essere l’attivazione psico-fisiologica dell’intero organismo di fronte agli stimoli esterni. È importante sottolineare che la sensibilità dei bambini li rende più vulnerabili alla paura rispetto all’adulto che per lui rappresenta l’unico punto di riferimento in grado di trasmettere, anche con la comunicazione non verbale, protezione e sicurezza.

Rotary Club Tricase – Capo di Leucasi mette a disposizione della comunità e intende condividere il progetto per trasformare l’attuale grande problema in un’occasione per ricostruire un futuro più sereno per tutti”.

Continua a Leggere

Attualità

Taviano, Eventude: mascherine gratis su richiesta

L’associazione culturale no profit, autofinanziandosi, realizza mascherine artigianali in cotone tipo chirurgiche, igienizzabili e riutilizzabili, donandole ai tavianesi ma anche dei paesi e agli abitanti dei paesi vicini

Pubblicato

il

In questo periodo buio, di particolare paura, incertezza e scoraggiamento, l’associazione culturale no profit “Eventude, gli Amici degli Eventi” di Taviano ha pensato di rendersi utile, autofinanziandosi e senza nessun tipo di sponsorizzazione, realizzando mascherine artigianali in cotone tipo chirurgiche, igienizzabili e riutilizzabili, donandole alla popolazione, non solo tavianese ma anche dei paesi limitrofi, in modo completamente gratuito.

Le mascherine sono realizzate su richiesta, contattando l’associazione tramite la pagina facebook di Eventude e con conferma telefonica al numero della presidente M. Grazia Burlizzi (3270446178).

La consegna delle ordinazioni è effettuata su appuntamento all’esterno della sede, in modo da evitare assembramenti e contatti tra più persone, e in caso di particolare difficoltà o di persone disabili, direttamente a domicilio; sempre con le dovute precauzioni dettate dal decreto legislativo.

Le mascherine sono realizzate dalla presidente Burlizzi, dal vice presidente Vladimir Nuzzo e dai collaboratori Marcos Reho, Simone Nuzzo, Francesca Rainò e Gilda Rainò con l’utilizzo anche di piccoli pezzi di stoffa inutilizzata.

Fino a oggi sono state consegnate più di mille mascherine.

In una città fervente e dinamica come Taviano, radicata nell’ambiente e nella storia salentina, “Eventude, gli Amici degli Eventi” è un’associazione culturale no profit, che nasce dall’idea di un gruppo di amici.

Il nome “Eventude” è la modernizzazione di un’unica parola “eventi” che racchiude un mondo vasto di occasioni e modalità atte alla scoperta e rivalutazione di avvenimenti e circostanze di natura storica, popolare, delle consuetudini, delle usanze religiose e folkloristiche, delle scaramanzie, dei racconti e delle leggende; alla diffusione di eventi moderni come laboratori, concorsi, fiere; alla tutela e promozione d’iniziative che consentono la valorizzazione delle risorse locali nei loro aspetti culturali, ambientali, turistici, enogastronomici, sociali, economici e ricreativi; alla cura di attività sociali di volontariato e solidarietà.

Tante le iniziative e gli eventi organizzati: dal Carnevale Tavianese negli anni 2017 e 2018 al  Presepe Vivente nelle prime due edizioni del 2017 e 2018; dalla consegna dei regali a domicilio da parte di Babbo Natale nella notte del 24 dicembre 2019 con la compagnia del Grinch all’ambientazione e la rappresentazione della Befana in collaborazione con la Fidas di Gallipoli su Corso Roma e la consegna delle calze insieme agli Spazzacamini a domicilio in quest’anno 2020; dalla realizzazione di Gruppi Mascherati con Carro Allegorico negli anni 2018, 2019 e anche per questo Carnevale 2020.

Particolarmente emozionante il tema scelto quest’anno “I Trolls e lo Scazzamurrieddhu salentino” in quanto”, racconta la presidente M. Grazia Burlizzi, “pur non immaginando quello che sarebbe di lì a poco accaduto, ci siamo ritrovati, nella presentazione e nella rappresentazione stessa, ad incoraggiare le persone a superare i momenti di tristezza e di scoraggiamento”.

Filo conduttore dei progetti ed eventi di Eventude è il riciclo di materiali di recupero di vario genere rientranti nel macroprogetto “R alla Terza….Riciclo, Riuso e Rispetto”.

Continua a Leggere

Attualità

“La Spesa a Casa Tua”: da oggi anche dolci pasquali

Ordini con una telefonata o un messaggio (al 375 62 85 738) e ricevi direttamente a casa beni di prima necessità, consegnati nel rispetto delle norme anti-contagio

Pubblicato

il

Da oggi una vasta selezione di dolci Venchi e Caffarel si aggiunge ai prodotti disponibili per la consegna a domicilio mediante il servizio “La Spesa a Casa Tua“.

Si tratta di prodotti pasquali: uova, colombe, cioccolatini e tanto altro per tutti i gusti.

Il servizio è disponibile grazie a Dolce e Salato di Massimo Dell’Abate (Tricase).

Come usufruire del servizio

“La Spesa a Casa Tua” è attivo su Tricase e Comuni limitrofi e ti permette di acquistare tutto ciò che ti occorre senza muovere un passo da casa, chiamando o scrivendo (SMS o Whatsapp) al numero 375 62 85 738.

È possibile ricevere a domicilio beni di prima necessità di vario genere: alimentari, carni, dolci, frutta, verdura, surgelati, prodotti per l’igiene della casa e della persona, prodotti per animali, libri e tanto altro.

Basta telefonare dalle 9e30 alle 19 al numero 375 62 85 738. Oppure, inviare un messaggio WhatsApp o un SMS allo stesso numero richiedendo il servizio “La spesa a casa tua” per essere richiamati gratuitamente.

Un operatore risponderà alle vostre domande e raccoglierà il vostro ordine al telefono (secondo l’elenco di prodotti disponibili nelle attività aderenti) e vi fornirà tutte le informazioni circa le modalità ed i tempi di erogazione del servizio.

La consegna a domicilio (entro i tempi concordati telefonicamente) sarà effettuata nel rispetto delle misure di sicurezza imposte dal DPCM del 09/03/2020 da un operatore munito dei dispositivi di sicurezza anti-contagio da Coronavirus.

Le attività che permettono la realizzazione sono:

– Supermercato SuperDay di Tricase

– Azienda agricola AgriPispero di Tricase

– Libreria Mondadori Point di Tricase

Dolce e Salato di Massimo Dell’Abate di Tricase

“La spesa a casa tua” ha lo scopo di venire incontro alle necessità del particolare momento storico: evitare code o assembramenti in supermercati ed attività commerciali, scongiurare l’isolamento di quanti sono impossibilitati a muoversi da casa e agevolare la riduzione del rischio contagio da Covid-19.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare il numero 375 62 85 738.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus