Connect with us

Attualità

Maglie-Leuca: Anas ora ha fretta

Ribadita l’intenzione di cantierizzare subito il tratto fino aMontesano e definire a breve il progetto fino a Leuca. Il Coordinamento Pro 275: “Ora si passi ai fatti”

Pubblicato

il

SS 275 Maglie-Leuca: ANAS, in una riunione con le istituzioni locali e regionali, ha ribadito la volontà di realizzare l’intera opera, cantierizzando subito il primo lotto e definendo contestualmente il secondo tracciato, da Montesano a Leuca, per il quale intende presentare a breve le linee progettuali.
Al netto dei risvolti che i contenziosi in corso potranno avere e sui quali si attendono le pronunce dei giudici amministrativi, Coordinamento Associazioni Pro 275 fanno sapere: “Finalmente  il torpore dell’immobilismo burocratico sembra essere cessato. Ciò, però, non può essere il paravento per nascondere nuove insidie e tentennamenti, per questo vogliamo chiarezza. Messo da parte il chiasso del disfattismo qualunquista, ora è necessario conoscere la tempistica e conoscere i dettagli ed il cronoprogramma dei singoli lotti”.

In particolare, ciò che più interessa è “avere esatta conoscenza dell’ipotesi di tracciato inerente al secondo tratto, con le relative caratteristiche di dettaglio progettuale, perché il Salento non può sopportare ulteriori lungaggini o, peggio, delle incompiute”.
Quali sono i progetti esecutivi sui quali Anas sta ragionando? In che termini vuole interloquire con gli enti locali? Come pensa di risolvere i nodi giuridici ancora sul tappeto, così come giustamente evidenziati l’avvocato Quinto?

Secondo il Coordinamento “le risposte a queste domande segnano la reale volontà di Anas e la concretezza della infrastrutturazione. È stato compiuto un primo passo, ora ne attendiamo altri. Vigiliamo”, concludono, “affinchè le parole lascino spazio ai fatti”.

Anche il consigliere regionale Sergio Blasi è intervenuto sulla vicenda con una propria nota: “Voglio esprimere il mio apprezzamento per lo sforzo profuso da Anas per garantire ai salentini in tempi brevi una statale 275 sicura fino a Montesano. E per l’impegno di procedere spediti verso la progettazione di un intervento sul tratto finale che sia rispettoso della sicurezza e soprattutto dell’interesse pubblico di una infrastruttura che deve essere al servizio del territorio e non di pochi. Nonostante si stia finalmente procedendo in maniera chiara e trasparente alla realizzazione dell’opera, resta l’amarezza per il fatto che questa strada avremmo potuto averla già pronta da anni. Se solo qualcuno non avesse pensato di cavalcare l’interesse sacrosanto di una comunità ad avere vie di comunicazione più sicure per tentare di fare bottino grosso asfaltando e cementificando il più possibile, e cercando anche di occultare le discariche illegali poste sul tracciato del vecchio progetto. Sono questioni sulle quali spero“, aggiunge iul consigliere regoionale del Pd, “che la magistratura arrivi a fare chiarezza prima possibile“.

Alla nuova Anas“, conclude Blasi, “va il merito di aver mandato all’aria “la vergogne delle vergogne” e di aver scelto la strada della ragionevolezza e del corretto equilibrio tra l’infrastruttura e la tutela ambientale del Sud Salento

Attualità

Rientri record in Puglia: il secondo giorno “senza frontiere” nel dettaglio

Pubblicato

il

Se ne parla già da ieri anche sui quotidiani nazionali: il numero di arrivi in Puglia, dopo l’apertura agli spostamenti tra Regioni, è da record.

Numeri superiori a quelli delle altre regioni. Numeri, beninteso, prevedibili: la Puglia non scopre certo oggi di avere migliaia di figli sparsi per il Paese e per il mondo interno. Persone alle quali è stato chiesto a gran voce (dalla comunità prima ancora che dalle autorità) di rinviare il più possibile il rientro a casa. A tempi migliori. Tempi che, stando a numeri e leggi, per tantissimi pugliesi sono finalmente arrivati.

I numeri

Se nel pomeriggio del 3 di giugno erano già oltre 6mila le autosegnalazioni sul portale online della regione (andato in tilt nelle prime ore di Fase 3), l’indomani, il 4 giugno, a metà giornata è stata superata quota 20mila.

Dalla Lombardia la più grande fetta di arrivi: il 34,8%. Seguono l’Emilia Romagna (13,7%) e poi sotto il 7%, Campania, Veneto e Piemonte. 

Si contano anche spostamenti di persone provenienti dall’estero. Sempre a mezzogiorno di ieri, erano in 749.

È la Svizzera la prima nazione per numero di autosegnalazioni: 26,7%. Poi la Germania col 17,6%. In tanti arrivano anche da Gran Bretagna, Francia e Polonia.

Continua a Leggere

Attualità

La Puglia riparte: 448 milioni di aiuti, anche a fondo perduto

Pubblicato

il

Dopo le tante le riunioni di questi giorni con le associazioni di categoria, i sindacati, gli operatori di tutti i settori produttivi, la Regione Puglia annuncia l’arrivo dei nuovi strumenti per la ripartenza.

Sono online i nuovi avvisi Microprestito (Lift), Titolo II Capo 3 Circolante (Lift Plus) e Titolo II Capo 6 Circolante (Lift Plus), gestiti da Puglia Sviluppo in qualità di organismo intermedio e finanziario.

“Un’importante iniezione di liquidità, del valore di 448 milioni di euro, per far fronte alla carenza di liquidità determinata dalla emergenza sanitaria da Covid 19 e far ripartire il nostro tessuto produttivo”, spiega Loredana Capone.

“Tutti i settori produttivi e dei servizi, tutta la filiera allargata del turismo, le imprese culturali e le partite iva iscritte alla Camera di Commercio potranno partecipare”, commenta. “Le parole d’ordine sono: liquidità immediata e una quota di fondo perduto”.

Ecco i link:

*Avviso Microprestito Circolante*
https://www.regione.puglia.it/web/competitivita-e-innovazione/-/microprestito-circolante

*Avviso Titolo II Capo 3 Circolante*
https://www.regione.puglia.it/web/competitivita-e-innovazione/-/titolo-ii-capo-3-circolante

*Avviso Titolo II Capo 6 Turismo Circolante*
https://www.regione.puglia.it/web/competitivita-e-innovazione/-/titolo-ii-turismo-capo-6-circolante

Continua a Leggere

Attualità

Tricase: lavori in corso nella nuova area mercatale

Gli operai stanno asfaltando quell’area dove un tempo erano ospitati circo e giostre

Pubblicato

il

Lavori in corso nella Zona 167 in quella che sarà la nuova area mercatale.

Gli operai stanno finendo di asfaltare lo spiazzo dove un tempo erano ospitati il circo e/o le giostre e dove, dal 9 giugno, sarà ospitato una parte del mercato settimanale che dovrebbe riprendere a pieno regime il 9 giugno prossimo.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus