Connect with us

Attualità

Protocolli riapertura imprese turistiche, Confcommercio Lecce: “Siano condivisi”

Il presidente Maurizio Maglio ha incontrato in videoconferenza gli imprenditori e i rappresentanti del settore turistico: “Punto irrinunciabile è il rifiuto di ogni responsabilità civile e penale in capo all’imprenditore rispetto ad eventuali contagi di dipendenti e avventori il cui nesso di casualità è del resto impossibile da dimostrare”

Pubblicato

il

Riaprire in sicurezza, mettendo in atto protocolli snelli e di facile applicabilità, con strumenti di regolamentazione chiari e semplici, condivisi da tutte le categorie imprenditoriali del settore turistico, dalle strutture alberghiere a quelle extra-alberghiere, come i B&B e gli affittacamere, dai pubblici esercizi agli stabilimenti balneari, dai locali da ballo alle attività del trasporto nautico.


Questo l’obiettivo centrale dell’incontro che il presidente di Confcommercio Lecce, Maurizio Maglio (foto grande in alto), ha avuto in videoconferenza, con oltre sessanta imprenditori e rappresentanti dei sindacati delle categorie del turismo della provincia di Lecce. Tutti accomunati dal desiderio di poter tornare alla normalità, offrendo di nuovo ai consumatori un servizio di qualità e in condizioni di sicurezza.


È stato un incontro davvero proficuo e ampiamente partecipato quello di ieri pomeriggio”, ha affermato il presidente Maglio, “da cui è emerso chiaramente il disagio che i nostri imprenditori stanno vivendo in questo periodio di crisi. Tante sono state le idee e le opinioni condivise dagli imprenditori salentini, ai quali come Associazione siamo chiamati a continuare a dare il nostro supporto operativo di tutela e rappresentanza sui tavoli istituzionali, ora più che mai”.


Punto iniziale che ha dato avvio alla discussione intorno al tema della sicurezza è stato la bozza di documento proposta alle associazioni di categoria dalla Regione Puglia, da tutti considerata troppo accademica e slegata dalle necessità del sistema di impresa. La Regione avvierà nei prossimi giorni dei tavoli tecnici settoriali con le associazioni di categoria per arrivare alla stesura di protocolli condivisi.


Allo stato attuale”, ha aggiunto Maglio, “sono stati redatti a livello nazionale due specifici protocolli sulla sicurezza, rispettivamente da FIPE – Federazione Italiana Pubblici Esercizi – “Protocollo per la Prevenzione del Covid nelle aziende della ristorazione” –  e da Federalberghi,  – Protocollo Accoglienza Sicura”  – già depositati e al vaglio del Governo, contenenti precise linee guida e misure che sia i ristoratori italiani che i titolari di strutture ricettive sono pronti a mettere in pratica sin da subito, per favorire una riapertura il più rapida possibile delle loro attività. Da sottolineare è il fatto che entrambi i protocolli sono stati realizzati con il contributo di esperti virologi e infettivologi, nonché con la supervisione di consulenti in materia di igiene e sicurezza e dalla Croce Rossa Italiana”.

Ciò significa”, ha sottolineato il presidente di Confcommercio Lecce, “che ai tavoli tecnici di lavoro che avvierà la Regione Puglia nei prossimi giorni presenteremo tali protocolli con l’aggiunta delle proposte avanzate dagli imprenditori nel corso dell’incontro, con lo scopo di elaborare un protocollo regionale unico e condiviso”.


Tra queste, particolare rilevanza hanno le criticità messe in rilievo dai titolari delle strutture ricettive appartenenti al settore extra-alberghiero, come B&B e affittacamere, secondo i quali è opportuno e necessario che nel Protocollo si tenga conto delle specificità di ciascuna categoria ricettiva, alla luce delle diversità di infrastrutture e servizi presenti nella micro ricettività.


Il dibattito tra gli imprenditori della ristorazione, invece, ha rivelato molti aspetti controversi per l’applicazione del Protocollo sulla sicurezza previsto per l’apertura, a cominciare dal distanziamento delle sedute e dei tavoli e dal problema dello stesso distanziamento interpersonale impossibile da applicare all’interno dello stesso tavolo.


L’obiettivo”, ha concluso Maurizio Maglio, “è che si arrivi a documenti finali condivisi da Regione e associazione di categoria, protocolli snelli e realmente applicabili che ci guidino in questa fase di transizione. Con il Covid siamo destinati a convivere, ma per quanto ci riguarda un punto irrinunciabile è il rifiuto di ogni responsabilità civile e penale in capo all’imprenditore rispetto ad eventuali contagi di dipendenti e avventori il cui nesso di casualità è del resto impossibile da dimostrare”.


Alliste

Alliste, Torre Sinfono’ si rifà il look

Continuano i lavori nell’ambito della riqualificazione dei paesaggi costieri…

Pubblicato

il

Continuano i lavori nell’ambito della riqualificazione dei paesaggi costieri dei comuni di Taviano, Racale ed Alliste.


I lavori finanziati per circa 1.380mila euro, di recupero della litoranea salentina che da Torre San Giovanni portano a Gallipoli, già a buon punto in vista della prossima estate, si riferiscono a quelli del ponte di Torre Sinfono’, nella marina di Alliste. (foto di Fabrizio Casto)

Continua a Leggere

Attualità

Unisalento, oggi webinar sul tema “Riforma dello Sport”

Dopo i saluti dei professori UniSalento Luigi Melica e Attilio Pisanò…

Pubblicato

il

CICLO DI SEMINARI “LA RIFORMA DELLO SPORT DILETTANTISTICO E PROFESSIONISTICO”


OGGI APPUNTAMENTO SUL TEMA “I RAPPORTI DI LAVORO NELLO SPORT”


Nuovo appuntamento del ciclo di seminari online “La riforma dello sport dilettantistico e professionistico”, organizzato dal corso di laurea in Diritto e management dello sport del Dipartimento di Scienze giuridiche dell’Università del Salento: appuntamento alle ore 16.30, su http://bit.ly/lariformadelsistemasportivo, sul tema “I rapporti di lavoro nello sport”.

Dopo i saluti dei professori UniSalento Luigi Melica e Attilio Pisanò e di Michele Sciscioli, Capo Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei ministri, e l’introduzione dell’avvocato Domenico Zinnari, sono previste le relazioni degli avvocati Mattia Grassani, Gabriele Nicolella, Angelo Barnaba, Gianni Di Corrado e Guido Martinelli. Modererà l’incontro l’avvocato Zinnari, conclusioni del professor Carlo Zoli dell’Università di Bologna.


Continua a Leggere

Appuntamenti

Dal Macma di Matino a Cantù, pioggia di consensi

Apprezzamenti per la mostra fotografica della corrente artistica verbo visiva del 1963 curata dalla salentina Emanuela Magellano a Cantù

Pubblicato

il

Partecipazione oltre ogni più rosea aspettativa e indice di gradimento alle stelle.


Ha mietuto consensi la mostra fotografica della corrente artistica verbo visiva del 1963 a cura della salentina Emanuela Magellano e ancora in corso a Cantù.


L’esposizione nei locali della Pro Cantù, durerà ancora fino al 30 aprile e propone le riproduzioni fotografiche delle opere donate e custodite presso il MacMa di Matino e realizzate dagli artisti dell’Accademia delle belle arti di Firenze.


Come ha spiegato l’insegnante originaria di Matino, si tratta di “un piccolo contributo all’arte contemporanea attraverso autori coinvolti nella Poesia Verbo Visiva sempre attuali e sperimentalisti in un linguaggio di esperienze enigmatiche e comuni. In questa società in un tempo così precario è bello prendere avvio con l’interiorità per dare espressione a quei turbamenti dell’anima”.

Il progetto sull’arte contemporanea ha stupito ed affascinato i canturini che hanno apprezzato la poesia verbo-visiva che si è fusa ed amalgamata profondamente al pizzo.


È stata un’esperienza enigmatica espressa in un linguaggio unitario che ha accomunato la creatività e la voglia di ricominciare”, ha aggiunto Emanuela Magellano.


La prof salentina prima del termine dell’esposizione sarà anche insignita dalle autorità locali con un riconoscimento per la sua professionalità e passione.


Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus