Connect with us

Cronaca

Armato e con la droga: arrestato 41enne a Morciano

Pubblicato

il


I carabinieri lo hanno sorpreso durante una mirata attività di indagine. Come sospettato dai miliari, nascondeva droga ed armi illegali, addirittura di provenienza estera.





Nelle scorse ore è finito in arresto Z. S., 41 anni, nato a Casarano ma residente a Morciano di Leuca.





Il blitz è stato operato dal nucleo radiomobile della Compagnia di Tricase, col supporto dei colleghi della vicina stazione di Salve. I militari han trovato in suo possesso quanto segue:




– Un fucile a pompa calibro 12, con calciolo modificato, di provenienza estera, privo dei segni di punzonatura caratteristici del banco di prova nazionale, non presente nel catalogo nazionale delle armi, avvolto in un sacco di colore nero, occultato sulla parte superiore del camino, non visibile, del vano ingresso;
– 8 cartucce calibro 12 e una cartuccia calibro 9;
– 2 pistole a salve, prive di tappo rosso, complete di caricatore, occultate nel forno in pietra del giardino di pertinenza dell’abitazione;
– 3,1 grammi di cocaina, in un involucro in cellophane e occultata all’interno di un contenitore in vetro contenente riso;





– 1 bilancino di precisione.





Alla luce di quanto rinvenuto, su indicazione dell’autorità giudiziaria, il 41enne è stato arrestato dai carabinieri e posto ai domiciliari.


Cronaca

Fermi nel parcheggio con oltre 3 quintali di droga: doppio arresto a Poggiardo

Pubblicato

il


Non è chiaro se si fossero smarriti o se qualcuno gli avesse dato buca. Due spacciatori, o forse due corrieri della droga, di nazionalità albanese ed ucraina, sono stati arrestati a Poggiardo con un carico in tutti i sensi…stupefacente (foto a fine articolo).





Nel vano di un furgone a noleggio, avevano stilato ben 3,2 quintali di droga.





Erano fermi in sosta davanti ad un centro commerciale di Poggiardo. In attesa di qualcosa o, presumibilmente di qualcuno, son rimasti lì per tutta la mattinata destando i sospetti dei carabinieri della Compagnia di Maglie. Alla richiesta di delucidazioni circa la loro presenza i due, una coppia, una 24enne ucraina ed 35enne albanese, entrambi residenti nel Fiorentino, non hanno saputo dare spiegazioni plausibili.





Aperto il vano del furgone a noleggio, i carabinieri, increduli, han trovato la sorpresa: 265 chili di marijuana e 63 di hashish.




La sostanza è stata sequestrata e i due sono finiti in manette, condotti presso il carcere di Lecce a disposizione dell’autorità giudiziaria.














Continua a Leggere

Cronaca

Stanato nelle campagne di Melendugno, boss della Scu finisce in arresto

Pubblicato

il


Scacco ad uno dei vertici della Sacra Corona Unita per i carabinieri di Lecce.





È stato arrestato in queste ore Sergio Notaro, 61enne di Campi Salentina, destinatario di una ordinanza di custodia cautelare emessa dalla Procura di Taranto.









Era nascosto nella dependance di una villa nel territorio di Melendugno. Probabilmente da mesi.




L’attività di indagine, supportata da tecnici, messa in piedi dai militari, ha permesso di rintracciarlo e consegnarlo alla giustizia.





Le azioni criminose di cui è ritenuto responsabile sono state operate principalmente nel territorio di Squinzano e dintorni.





I reati di cui risponde sono associazione per delinquere di stampo mafioso; associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti o psicotrope, estorsione e rapina in concorso aggravata dal metodo mafioso. Tutti ricadenti nel periodo 2008 – 2013.





Dovrà espiare una pena definitiva di 13 anni, 5 mesi e 27 giorni di reclusione.


Continua a Leggere

Cronaca

Si accascia al suolo mentre torna a casa: 75enne muore in strada

Pubblicato

il


Non ha potuto nulla l’equipe del 118 accorsa in soccorso di una donna che, oggi, ha improvvisamente accusato un malore in strada a Lecce.





Erano circa le 15 quando la signora, una 75enne originaria di Vernole ma residente in città, si è accasciata al suolo. Era in via Simini e la stava percorrendo a piedi.




Si è spenta improvvisamente, stroncata da un malore mentre rientrava a casa. La manovra di rianimazione cardiopolmonare non è stata sufficiente. La donna è deceduta e la sua salma, su disposizione del pubblico ministero intervenuto sul caso, verrà restituita alla famiglia.


Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus