Connect with us

Aradeo

«ASL Lecce garantisca trasporto disabili ai centri socio-educativi e riabilitativi»

Il Consiglio di Stato dispone che l’Asl Lecce ripristini il servizio di trasporto dei soggetti diversamente abili presso i centri diurni socio-riabilitativi contrattualizzati negli Ambiti territoriali di Galatina e Nardò

Pubblicato

il

Il Consiglio di Stato, con una sentenza chiarificatrice della normativa regionale in materia, stabilisce che è di competenza dell’ASL Lecce e non dei singoli Comuni il servizio di trasporti dei soggetti diversamente abili dalle loro abitazioni presso i centri socio-educativi e riabilitativi contrattualizzati.


L’Asl Lecce svolgeva, da circa dieci anni, il servizio di trasporto dei soggetti disabili presso i centri diurni socio-educativi, contrattualizzati ai sensi dell’art. 60 del regolamento regionale n. 4 del 2007 negli Ambiti territoriali di Galatina e Nardò.


Il centro diurno socio-educativo comunità “Capodarco Padre Gigi Movia” e gli altri centri socio-riabilitativi contrattualizzati, pertanto, potevano usufruire del servizio di trasporto dell’ASL, che era indispensabile per l’espletamento delle prestazioni riabilitative in favore di persone diversamente abili.


Senonché nel maggio 2021, i Direttori del Dipartimento di Riabilitazione e dell’Area Gestione Patrimonio dell’ASL di Lecce comunicavano che il servizio di trasporto degli utenti diversamente abili presso i suddetti centri sarebbe cessato dal 10 maggio, salvo poi prorogarlo soltanto fino al 18 giugno.


L’Avv. Paolo Gaballo


La Comunità “Capodarco Padre Gigi Movia”, l’Associazione no profit “Oltre la diversità” e diversi genitori di figli diversamente abili, non potendo accettare l’improvvisa interruzione del servizio, che da circa dieci anni assicura il trasporto dei disabili presso i suddetti centri, si sono rivolti all’Avv. Paolo Gaballo, che ha impugnato al TAR Lecce la sospensione del servizio decisa dall’ASL, chiedendo il ripristino immediato del servizio, la cui interruzione si poneva in aperta violazione della normativa statale e regionale, impedendo che siano garantiti i Livelli essenziali di assistenza (LEA), e cagionava gravi danni ai diversamente abili, alle loro famiglie e alle strutture preposte all’erogazione del servizio socio-educativo e riabilitativo.

La Seconda Sezione del TAR ha respinto il ricorso con una sentenza in forma semplificata, che, tuttavia, è stata appellata innanzi al Consiglio di Stato.


Già nel settembre dello scorso anno, il massimo organo della giustizia amministrativa, accogliendo le tesi difensive dell’Avv. Gaballo, aveva sospeso l’efficacia esecutiva della sentenza del TAR, ritenendo che la decisione dell’ASL di sospendere il servizio era taleda produrre nella sfera giuridica degli appellanti, soggetti deboli, elementi di pregiudizio dotati degli attributi della gravità ed irreparabilità”.


Ora con la sentenza definitiva del giudizio, il Consiglio di Stato, Sez. III, (Presidente Quadri, relatore Tulumello), accogliendo l’appello, ha chiarito che, in base all’art. 46 della Legge regionale n. 4 del 2010, il servizio di trasporto per utenti disabili presso centri che svolgono attività socio-riabilitativa viene assicurato dalle ASL competenti per territorio, mentre i Comuni concorrono alla copertura delle spese necessaria in misura non superiore al 60%.


Per effetto della decisione del Consiglio di Stato, l’ASL Lecce non potrà più sospendere il servizio, ma dovrà continuare a svolgerlo senza interruzioni di sorta.


«La decisione», ha commentato l’Avv. Paolo Gaballo, «riveste particolare importanza, in quanto rappresenta una pietra miliare nella distribuzione delle competenze dei servizi in favore dei diversamente abili e nell’interpretazione della normativa regionale in materia».


Aradeo

I risultati delle amministrative: tante riconferme in provincia

Riconferme a Galatina, Ruffano e Castrignano de Greci

Pubblicato

il

Scrutini terminati per le elezioni amministrative.

A prendere il posto di Luigi Arcuti, deceduto all’età di 57 anni durante il suo mandato da sindaco, ad Aradeo, sarà Mauro Giovanni, in continuità con la precedente amministrazione.

Grande riconferma per Antonio Cavallo a Ruffano che sfiora l’85% delle preferenze e lascia le briciole ai concorrenti Massimo Cantoro e Pasquale Gaetani.

Edoardo De Luca batte Alessandro Caputo a Ortelle, per altri 5 anni in continuità con la precedente amministrazione.

A Melendugno già arrivati, sui social, i complimenti di Simone Dima al vincitore Maurizio Cisternino. È uno dei pochi casi di discontinuità: Dima era sostenuto dall’uscente Potì.

A Galatina sarà ballottaggio tra Fabio Vergine e l’uscente Marcello Amante.

Idem a Galatone dove Flavio Filoni si avvicina al 50% che gli garantirebbe la riconferma senza passare dal ballottaggio.

Pierpaolo Cariddi sarà il sindaco di Otranto per altri cinque anni.

L’unica lista presentata a San Cassiano, quella di Oronzo Lazzari, vicesindaco dell’uscente Petracca, ha raggiunto il 75% delle preferenze degli aventi diritto, superando la soglia del 50% degli elettori e portando sulla poltrona di primo cittadino l’unico candidato.

A Leverano sarà ancora sindaco Marcello Rolli.

Anche Castrignano de Greci, nella sfida tra Casaluci, conferma il sindaco uscente, Roberto, contro l’antagonista Vincenzo: la percentuale vincente si assesta al 68%.

Altro giro, altra riconferma a Castro dove Luigi Fersini è ufficialmente uscito vincitore dal confronto con i suoi due avversari.

A San Cesario è sprint tra Fernando Coppola e Giuseppe Distante. Per ora, distaccata Fabiana Del Cuore.

A Scorrano la sedia del primo cittadino torna ad avere un occupante dopo l’esperienza del commissario prefettizio: è stata assegnata a Mario Pendinelli.

Cosimo Leuzzi è il nuovo sindaco di Salice.

A Guagnano vince Francois Imperiale aggiudicandosi il 40% delle preferenze ed 8 seggi 12.

A Matino Giorgio Toma, unico candidato, riesce a superare il 50%.

Continua a Leggere

Appuntamenti

“Leggere tra due mari”: appuntamento ad Aradeo

Pubblicato

il

Tre giorni di eventi per celebrare il valore e la pratica della lettura: “Leggere tra Due Mari” sta per concludersi come progetto, ma continuerà a restare vivo come processo innescato sul territorio della provincia di Lecce, quello di costituzione di una rete sociale e istituzionale attorno alle biblioteche, da riscoprire come luogo di nuova socialità e di nuovo approccio alla cultura. Sono stati due anni di lavoro intensi: nato da un’idea delle associazioni “Libera Compagnia” di Aradeo e “Amici della Biblioteca” di Tuglie, il progetto ha coinvolto un ampio partenariato locale e ottenuto il sostegno di Fondazione CON IL SUD e Centro per il libro e la lettura, oltre al patrocinio di AIB-Associazione italiana biblioteche e Polo Biblio-museale di Lecce.

«Concepito con l’obiettivo di rafforzare il nuovo ruolo delle biblioteche quali luoghi d’incontro e di inclusione – spiega Michele Bovino, presidente di Libera Compagnia Aps – “Leggere tra due mari” ha avuto uno sviluppo molto più ampio interessando l’intero territorio salentino, attraverso la realizzazione di interventi e iniziative socio-culturali innovative ma anche inclusive per le fasce di popolazione più svantaggiate. Partendo dal punto di aggregazione, qual è la Biblioteca Comunale di Aradeo, sono stati coinvolti enti privati e pubblici, associazioni culturali e sociali, le realtà interessate presenti nel tessuto territoriale. Un “movimento culturale” che è andato avanti per questi due anni, resistendo a molte insidie esterne, in primis la pandemia mondiale, per arrivare allo scopo fissato, quello di incentivare la lettura. Ci pare che l’obiettivo sia stato raggiunto con voti alti, lasciando una traccia importante nel Salento».

Dalle letture ad alta voce in luoghi inediti ai libri inclusivi di diversi livelli di abilità, dalla valorizzazione delle comunità migranti all’uso della tecnologia per avvicinare i più giovani, ma anche la consegna dei libri a domicilio in bicicletta, le tre cacce al tesoro, le passeggiate ecologiche e letterarie, i caffè con lettura e le letture in barca, le gare di slam poetry e i laboratori sulla Costituzione rivolti ai bambini, la contaminazione con i linguaggi del teatro, dello sport, della musica, della pittura. «Questo progetto – commenta Paola Sperti, al timone di “Amici della Biblioteca” di Tuglie – lascia molta consapevolezza del proprio territorio e delle sue componenti sociali. Le associazioni hanno confermato il loro ruolo di portatrici di interessi e di valori che solo il volontariato e la cittadinanza attiva, non senza altissime competenze e capacità, sanno interpretare in maniera disinteressata. E tradurre in atti concreti. I partner hanno attivato nuove sinergie e relazioni che probabilmente senza “Leggere tra Due Mari”, e durante una pandemia, non avrebbero costruito. L’ideale sarebbe rendere questa forza efficace dal punto di vista economico e per lo sviluppo del territorio. Il progetto lascia, oltre ad una consistente dotazione libraria e multimediale (ragionando esclusivamente in termini materiali), una visione, un modo di guardare alle proprie potenzialità in modo alternativo, lancia una sfida a innovarsi senza tradire le proprie inclinazioni e a credere e investire nel potere indubbio della rete e della condivisione».

4 GIUGNO-ARADEO: EVENTO DI CHIUSURA DEL PROGETTO
Sabato 4 giugno, festa di chiusura del progetto ad Aradeo, a cura della capofila Libera Compagnia e dei partner di “Leggere tra due mari”: dopo l’assemblea plenaria dei partner, dalle 19 si apriranno le porte del Teatro comunale “D.Modugno” per la restituzione al pubblico delle sette azioni del progetto. Successivamente, la serata si concluderà nel piazzale antistante il teatro, con interventi degli ospiti, performance teatrale con i giovani di Libera Compagnia, performance d’arte dal vivo, letture ad alta voce e musica dal vivo con un gruppo della scuola “Amici della Musica”.

Continua a Leggere

Aradeo

In Salento la spesa si fa…a cavallo!

Pubblicato

il

Il video di Daniele Congedo che strappa un sorriso: un cavallo davanti all’ingresso del supermercato. Sarà andato a far spesa?

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus