Connect with us

Cronaca

Furti nelle ville sul litorale ugentino: ladri in manette

Colti nelle mani nel sacco mentre portavano via da un’abitazione un divanetto completo di cuscini, un tavolino, piccoli elettrodomestici ed utensili

Pubblicato

il

Colti nelle mani nel sacco mentre portavano via da un’abitazione un divanetto completo di cuscini, un tavolino, piccoli elettrodomestici ed utensiliGli agenti in servizio presso il Commissariato di Taurisano, hanno tratto in arresto  Cosimo Caro e Davide Napoli, entrambi 38enni della zona, ma stabilitisi in una casa a Lido Marini, per furto aggravato.


Nella tarda serata di ieri, nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di controllo del territorio mirati alla prevenzione dei furti nelle abitazioni del litorale di Ugento, due pattuglie della Squadra Volanti del Commissariato di Polizia di Taurisano, hanno intercettato i malviventi mentre erano intenti a trasportare un divanetto in rattan.


I due uomini erano talmente sicuri di poter agire indisturbati, che non hanno saputo nascondere la sorpresa quando si sono visti davanti gli agenti di polizia.


Eppure, pochi giorni prima, gli stessi erano stati denunciati a piede libero per ricettazione perché, durante un controllo di polizia effettuato in orario in cui sono vietati gli spostamenti (dalle 22 alle 5), erano stati trovati in possesso di attrezzature per l’edilizia (un gruppo elettrogeno ed un martello pnumatico) di cui non avevano saputo fornire la provenienza.

Sul luogo i poliziotti hanno rinvenuto oltre al divanetto completo di cuscini, un tavolino, piccoli elettrodomestici ed utensili.


Una volta individuati i proprietari dell’abitazione depredata e devastata, i due  fermati sono stati tratti in arresto e, su disposizione del P.M. di turno, sottoposti agli arresti domiciliari in attesa del porcesso per direttissima.


Tutta la refurtiva recuperata è stata consegnata al legittimo proprietario.


Andrano

Incendio nell’ecocentro di Andrano

Scarti in fiamme, il Comune consiglia di chiudere le finestre. Ma fortunatamente non si tratta di rifiuti pericolosi

Pubblicato

il

Fiamme nell’ecocentro di Andrano in serata.

Lo annuncia il Comune, sulla sua pagina Facebook: un incendio ha avvolto parte del punto di smaltimento collocato in via Vecchia Comunale per Marittima.

Hanno preso fuoco diversi scarti raccolti sul posto. Intervento dei vigili del fuoco del Distaccamento di Tricase per riportare la situazione in sicurezza. Mentre il suggerimento, dall’amministrazione, è di tenere le finestre chiuse ed evitare di avvicinarsi alla zona.

Sarebbe stato un corto circuito ad un lampione a fare da innesco. Ben 4 i cassoni intaccati, a partire dalle 18. Le operazioni di spegnimento si sono concluse attorno alle 23.

Nota positiva: a bruciare, semplici sfalci di potatura. 

Continua a Leggere

Cronaca

Si è spento don Eugenio Licchetta

Originario di Corsano, era stato storico parroco della parrocchia di Sant’Andrea, nel rione di Caprarica del Capo, a Tricase

Pubblicato

il

Lutto a Tricase per la morte di don Eugenio Licchetta.

Originario di Corsano, il parroco avrebbe compiuto 84 anni a dicembre. Si è spento nella sua dimora, a pochi passi dalla parrocchia di Sant’Andrea dove nel 2012 aveva celebrato 50 anni di sacerdozio.

Dopo aver preso i voti nel 1962, divenne anche docente di religione presso il Liceo Stampacchia di Tricase. Durante la sua permanenza nel rione di Caprarica del Capo, tra le altre cose, edificò la casa di accoglienza e le opere del Santuario della Madonna di Fatima e creò una rete di beneficenza per la vicina Albania, dopo gli sbarchi degli anni 90.

Una lunga malattia lo aveva costretto a letto negli ultimi anni, prima di portarlo inesorabilmente via nel pomeriggio di oggi.

Continua a Leggere

Cronaca

Eroina e cocaina in auto

Arrestato in flagrante 37enne di Santa Cesarea Terme

Pubblicato

il

I carabinieri lo hanno sorpreso con eroina e cocaina in auto e per questo lo hanno arrestato.

È finito nei guai A. D. 37 anni di Santa Cesarea Terme.

Dopo averlo fermato, i carabinieri di Poggiardo hanno dato vita alla perquisizione domiciliare e veicolare, rinvenendo due involucri per complessivi 7,7 grammi di eroina e un altro involucro con 0,7 grammi di cocaina,

L’arrestato sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso l’abitazione di residenza.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus