Connect with us

Cronaca

In arrivo agevolazioni per PMI e farmacie

Agevolazioni post pandemia: ecco come e per chi

Pubblicato

il


In Puglia anche le farmacie avranno maggiore accesso ad agevolazioni a fondo perduto e al credito, grazie alle modifiche del Titolo II, Capo 3, strumento finanziario messo a disposizione dalla Regione per la ripresa post-pandemica, pubblicate sul bollettino ufficiale della Regione Puglia e diventate operative.





A illustrare l’impatto delle modifiche è l’assessore allo Sviluppo economico della Regione Puglia Alessandro Delli Noci: «Il Titolo II è uno strumento di agevolazione che ha avuto grande successo nel sistema imprenditoriale pugliese – ed aggiunge – Da oggi, inoltre, pure le farmacie, così importanti anche nel contrasto alla pandemia, potranno innovare avvalendosi del Titolo II Capo 3, allo stesso tempo spingiamo gli investimenti nel settore della distribuzione dei combustibili alternativi ed efficienti provenienti da fonti pulite. Infine, semplifichiamo le procedure: i confidi vigilati, da oggi potranno deliberare direttamente il mutuo e trasmettere telematicamente le domande».





Titolo II strumento di agevolazione a Pmi e Farmacie 





L’importante novità è che potranno avvalersi delle agevolazioni del Titolo II Capo 3 anche le farmacie e le imprese di commercio al dettaglio di carburante purché si tratti di combustibile alternativo quale gas naturale, biogas, idrogeno, elettrico, biocombustibile, combustibili sintetici.





Il Titolo II si rivolge a Pmi e Farmacie





  • Con un contributo aggiuntivo in conto impianti (a fondo perduto) che sale al 30% dell’investimento ammesso in attrezzature e macchinari (prima era del 20%) e all’importo massimo di 1,2 milioni di euro per le medie imprese (rispetto agli 800mila euro previsti prima della modifica). 
  • Lo stesso contributo a fondo perduto sale al 35% dell’investimento e all’importo massimo di 700mila euro per le piccole imprese (prima erano rispettivamente il 20% e 400mila euro). 
  • Per le imprese che hanno conseguito il rating di legalità, l’importo massimo del contributo in conto impianti è elevato a 1,3 milioni di euro per le aziende di media dimensione e a 800mila euro per le piccole (contro i 900mila e 500mila euro di prima).




Tale misura rende possibile anche l’acquisto di suoli, macchinari, impianti e attrezzature, la realizzazione di opere murarie, l’investimento per la prevenzione dei rischi, per la salute e la sicurezza sui luoghi di lavoro, le spese di progettazione ingegneristica, l’acquisto di programmi informatici e di brevetti e licenze. 




Vengono agevolati investimenti tra 30 mila e 4 milioni di euro per le medie imprese e tra 30mila e 2 milioni per le micro e piccole imprese.





Stesse modifiche per il Titolo II Capo 6, che si rivolge a Pmi che operano nel settore turistico-alberghiero con la differenza che il contributo aggiuntivo a fondo perduto viene calcolato sull’intero investimento. 





Come funzionano gli strumenti





Le domande vengono presentate a un confidi o ad una banca accreditata. 





La banca e i confidi vigilati, fatte le proprie valutazioni sul merito creditizio, concedono il finanziamento ed in seguito inviano alla Regione e a Puglia Sviluppo la richiesta di ammissione alle agevolazioni regionali. Queste ultime consistono in un contributo in conto impianti determinato sul montante degli interessi del finanziamento bancario e in un contributo aggiuntivo per nuovi macchinari e attrezzature (Titolo II Capo 3) o per l’intero investimento (Titolo II Capo 6).





Agevolazioni Puglia – Sportello informativo gratuito 800.910.245 info@agevolazioni.puglia.it


Cronaca

Centro estetico ed auto di carabiniere dati alle fiamme nel basso Salento

Doppio attentato nel giro di poche ore, nella notte, tra Racale e Taviano

Pubblicato

il

Due incendi nella notte nel basso Salento ed altrettanti forti sospetti di dolo. Gli episodi in due paesi limitrofi: Racale e Taviano.

A Racale è stato registrato un palese tentativo di dare alle fiamme un centro estetico in via Garibaldi. Tracce di un mancato incendio, proprio in corrispondenza dell’attività, sono rimaste lungo la parte esterna del locale: anneriti portone e bordo strada.

I vigili del fuoco avrebbero indivutato del liquido infiammabile. Elemento che sta facendo muovere le indagini del carabinieri sulla pista dolosa.

Non lontano da qui, in via Respighi, a Taviano, una macchina è stata completamente distrutta da un rogo attorno alle 3 della notte: sull’asfalto non restano che le lamiere consumate dalle fiamme.

Si tratta della vettura del vicecomandante della stazione dei carabinieri di Racale. È la violenza delle fiamme, in questo caso, a far propendere per il dolo.

L’intervento dei vigili del fuoco di Gallipoli ha scongiurato il propagarsi delle fiamme nei dintorni. Anche in questo caso, indagano i carabinieri.

Continua a Leggere

Cronaca

Allerta meteo: raffiche di burrasca in arrivo

Il messaggio della Protezione Civile per la giornata di domani: vento atteso per 12 ore

Pubblicato

il

Sarà una domenica dal meteo non favorevole, l’ultima di settembre.

Per domani, infatti, è stata lanciata una allerta meteo sul Salento.

Dalle ore 8 sino alle 20 è previsto un rischio giallo per venti forti meridionali con locali raffiche di burrasca, in particolare su tutti i settori adriatici.

Non sono previste precipitazioni.

Continua a Leggere

Casarano

Lavori Aqp a Casarano: lunedì senz’acqua per due strade

Inserzione di nuove opere acquedottistiche a partire dalla mattina di lunedì 26

Pubblicato

il

Acquedotto Pugliese sta effettuando interventi per il miglioramento del servizio nell’abitato di Casarano. I lavori riguardano l’inserzione di nuove opere acquedottistiche.

Per consentire l’esecuzione dei lavori, sarà necessario sospendere temporaneamente la normale erogazione idrica lunedì 26 settembre in via Benedetto Croce e via Guglielmo Marconi.

La sospensione avrà la durata di 8 ore, a partire dalle ore 09:00 con ripristino alle ore 17:00.

Disagi saranno avvertiti esclusivamente negli stabili sprovvisti di autoclave e riserva idrica o con insufficiente capacità di accumulo.

Acquedotto Pugliese raccomanda i residenti dell’area interessata di razionalizzare i consumi, evitando gli usi non prioritari dell’acqua nelle ore interessate dall’interruzione idrica. I consumi, infatti, costituiscono una variabile fondamentale per evitare eventuali disagi.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus