Connect with us

Andrano

Ragazzo trovato senza vita a Castiglione d’Otranto

Esanime nel letto all’alba: aveva 27 anni

Pubblicato

il


Dramma a Castiglione d’Otranto. Questa mattina, nella frazione di Andrano, un ragazzo è stato trovato senza vita.





Si tratta di un giovane del posto di 27 anni. Al momento del rinvenimento, attorno alle 6 di stamani, era nel suo letto, esanime.





Vana la chiamata ai soccorsi: al loro arrivo, il ragazzo era già deceduto. Sul posto i carabinieri.




La salma è stata trasportata presso la camera mortuaria dell’ospedale Vito Fazzi di Lecce, su disposizione del pm in turno. Gli accertamenti di queste ore faranno luce sulle cause del decesso. Da chiarire se si sia trattato di un malore improvviso o se il ragazzo possa aver assunto delle sostanze: resta infatti ancora in piedi l’ipotesi suicidio.





Sempre in queste ore, nella marina di Novaglie i carabinieri hanno posto rimedio ad un tentativo di suicidio. Un uomo minacciava di togliersi la vita ma i militari lo hanno fatto desistere.





Lor. Z.


Andrano

L’omaggio a Dante: la maratona si allarga

Alternanza nelle letture del Sommo Poeta: la provincia sposa l’iniziativa del Comune di Andrano

Pubblicato

il

La Provincia di Lecce rende omaggio a Dante in occasione dei 700 anni dalla morte del Sommo Poeta.

Lo fa partecipando in modo corale alla Maratona Dantesca promossa dal Comune di Andrano, alla quale hanno aderito i Comuni insieme a tante Associazioni e moltissimi lettori.

La manifestazione prevede la lettura integrale di tutte le Opere dell’Alighieri in un percorso affascinante che si concluderà con la lettura dei Canti della Divina Commedia.

I lettori si alterneranno nella lettura delle Opere sabato 4 settembre. L’inizio della lettura della Divina Commedia è fissato per sabato 4 settembre alle ore 19,00.

Sarà il Comune di Lecce ad inaugurare la lettura del Poema quasi a sancire simbolicamente l’intima comunione della nostra terra con Dante attraverso la città rappresentativa del territorio.
La Maratona si concluderà in Castiglione d’Otranto nella Chiesa di San Michele Arcangelo con la lettura degli ultimi Canti del Paradiso.
“Ci è sembrato molto importante rivolgere ai Comuni della nostra Provincia l’invito ad aderire a tale iniziativa che rende omaggio a Dante. In lui riconosciamo il tratto fondativo dell’identità italiana e nello stesso tempo il genio che ha saputo condensare nei suoi versi il patrimonio civile e culturale italiano ed europeo. Attraverso Dante possiamo ritrovare le radici della conoscenza in ragione della sua opera che racchiude il sapere di un’epoca e costituisce un modello di ricerca intellettuale valido per il presente. Ringrazio i Sindaci, le Associazioni, i lettori, i tecnici, il Comitato per le Celebrazioni e quanti hanno collaborato a questo evento straordinario” dichiara Salvatore Musarò, Sindaco di Andrano.

Il Professor Marcello Aprile Presidente del Comitato per le Celebrazioni istituito dal Comune di Andrano afferma:
“Dante rappresenta il punto più alto della nostra letteratura proprio perché ha incarnato egli stesso il senso e il destino della nostra storia.
Il fascino che promana dalla sua opera dopo 7 secoli lo si ritrova nell’interesse di tanti che lo leggono, lo studiano, lo citano.
La Commedia può veramente definirsi un testo popolare nel senso più nobile del termine. Ecco dunque il valore di questa Maratona che ci restituisce nella sua grandezza il significato universale dell’opera di questo autore.”.

L’evento è reso possibile dalla partecipazione di numerose associazioni a partire dalla Compagnia teatrale ALIBI, la Pro Loco di Andrano, il Progetto Leggere tra due Mari che mette in rete numerose associazioni, la Pro Loco di Andrano, l’Associazione Icarus, la Pro Loco di Miggiano, l’Associazione Ciaula, L’Associazione Biblioidee di Taviano, L’Associazione Amici della Biblioteca di Tuglie, il Gruppo di Ci Vediamo in Biblioteca di Andrano.

Continua a Leggere

Andrano

Letti in Piazza ad Andrano

Abitare poeticamente il mondo: domani lettura-evento (Slam Poetry) e musica. Letture, gara di poesia, visite guidate e musica. Dalle 18.30 alle 23 presso il Castello

Pubblicato

il

Una camminata dentro i luoghi e dentro se stessi e la slam poetry per continuare a promuovere la lettura e l’incontro interculturale nei piccoli paesi. L’esperimento si terrà ad Andrano, dove giovedì 2 settembre, alle ore 20, l’atrio del Castello ospiterà “Abitare poeticamente il mondo”, la lettura-evento con gara di poesia e musica, ideata nell’ambito del progetto Leggere tra due mari. È affiancata, alle 18.30, da una visita guidata allo stesso maniero e alla vicina chiesa dell’ex convento dei Domenicani, in collaborazione con una guida turistica e con la locale Pro Loco (per info e prenotazioni: 351 92921059).

Dopo Spongano e Diso, con questa tappa, dunque, entra ancora di più nel vivo l’azione “Letti in piazza”, che mira a socializzare l’approccio al libro attraverso stili e linguaggi inediti, popolando i luoghi più insoliti per la lettura come, appunto, le piazze dei paesi, i castelli, i parchi, i cimiteri, i tratturi di campagna. Portare la lettura nei centri più distanti dai grandi circuiti di produzione e fruizione culturale è, d’altronde, tra gli obiettivi più importanti di Leggere tra due mari, progetto nato per valorizzare le biblioteche pubbliche della provincia di Lecce, ideato da Libera Compagnia Teatrale Aradeo e Associazione Amici della Biblioteca di Tuglie, con il sostegno di Fondazione CON IL SUD e Centro per il libro e la lettura, la collaborazione di Anci e il patrocinio di Associazione italiana biblioteche, Polo Biblio-Museale di Lecce, Regione Puglia e Provincia di Lecce.

L’evento di Andrano è curato da Ermanno Serratì, collaboratore appositamente selezionato con bando pubblico per questa azione dall’Unione dei Comuni Andrano Spongano Diso, tra i partner del progetto, e vede la collaborazione della Lega Italiana di poetry slam.

Abitare Poeticamente il Mondo” prende il nome dall’omonimo libro della Casa Editrice Anima Mundi di Otranto, anch’essa nella rete di “Leggere tra due mari”. Alla lettura di alcuni passi del testo si affiancherà la Slam Poetry (o Poetry Slam). Si tratta di una gara di poesia orale con la presenza di una giuria popolare scelta tra il pubblico presente. I poeti (numero massimo 6-8) avranno tre minuti per interpretare i propri versi inediti e due manches a disposizione. I tre finalisti approderanno alla manche finale in cui verrà decretata la persona vincitrice, che sarà qualificata di diritto alle selezioni regionali del campionato LIPSLega Italiana Poetry Slam (per prenotarsi alla gara di slam: 3338723641, francescopedala@gmail.com).

«La scelta della Slam Poetry quale forma d’arte e d’espressione da affiancare alla lettura di alcuni passi del libro potrebbe sembrare azzardata ma – spiega Ermanno Serratìsiamo consapevoli della nostra scelta e crediamo fermamente possa essere una meravigliosa consociazione. Il libro “Abitare poeticamente il mondo” ci riporta delicatamente alla bellezza delle piccole cose, all’essenziale, all’origine, regalandoci poesia e invitandoci alla contemplazione. La Slam Poetry irrompe in tutto questo affermando l’esistenza di nuovi linguaggi, popolari, dal basso, riappropriandosi di quello spazio necessario per esprimere un’esigenza, una necessità».

La Slam Poetry si inserisce tra la poesia che viene dalla strada (com’è stato per il rap, il reggae, l’hip hop) e la poesia quale genere letterario, portando con sé un messaggio genuino e autentico: la poesia appartiene a tutte e a tutti. E tutte e tutti hanno il diritto di esprimersi con forme e linguaggi differenti, riprendendo così alcuni tra gli obiettivi principali del progetto “Leggere tra due mari”: la partecipazione della comunità, il carattere inclusivo delle iniziative culturali e la promozione alla lettura con modalità nuove e coinvolgenti.

La serata prevede, alle ore 20 nell’atrio del Castello, un’introduzione musicale a cura di Francesco Palmieri (alla chitarra) e Claudia Giannotta (canto). Gli interventi musicali si alterneranno alla gara di Slam Poetry ed alle letture del libro, queste ultime fulcro attorno al quale l’evento ruota. La gara giungerà poi al termine con la manche finale e la proclamazione della persona vincitrice, a cui seguiranno poesie a tema libero per chi nel pubblico abbia voglia di cimentarsi e, infine, chiusura con musica e canto.

Nei prossimi mesi, “Letti in piazza” proseguirà con altri sette appuntamenti pubblici che prenderanno spunto da altrettanti libri: “La malapianta” di Rina Durante, voce fondamentale della terra e della cultura salentina; “Mala Agapi” di Luigi Garrisi, viaggio alla scoperta della lingua grika; “Gli uomini nuovi” di Maria Marzioni che racconta la quotidianità degli ospiti del centro accoglienza di Ortelle (Lecce); “Parole sotto sale-piccolo vocabolario poetico” di Claudia Fabris per prendere coscienza della forza delle parole; “Mozart e la pioggia” di Christian Bobin, libro di riflessioni che hanno come protagonista la morte; “L’imperfetto lettore” di Antonio Errico, libro sui libri, un inno alla lettura; “Folli i miei passi” di Christian Bobin su una ragazza che sa diventare donna capace di autodeterminarsi.

Leggere tra due mari coinvolge 15 comuni della provincia di Lecce attraverso un ampio partenariato formato da 21 realtà associative, istituzionali e imprenditoriali: oltre alle organizzazioni ideatrici, la rete è composta dalle biblioteche comunali di Aradeo, Taurisano, Collepasso, Cavallino, Taviano, da Comune di Andrano, Comune di Collepasso, Unione dei Comuni Andrano-Diso-Spongano, Istituto scolastico di Aradeo, Parco regionale Otranto-Leuca, Amici della Biblioteca di Tuglie, Anima Mundi, Aps Amici della Musica, Casa delle Agriculture Tullia e Gino, Ciàula, Corte Grande Edizioni, Sablio, Università Popolare Aldo Vallone, Voce alle Donne.

Continua a Leggere

Andrano

Stop alle classi pollaio: ecco i soldi

Restyling e prevenzione: 270 milioni di euro destinati agli Enti locali per lavori di edilizia leggera (200 mln) e affitti di spazi per la didattica (70 mln)

Pubblicato

il

Sono state pubblicate sul sito del Ministero dell’Istruzione le graduatorie relative all’Avviso pubblico da 270 milioni di euro destinati agli Enti locali per lavori di edilizia leggera (200 mln) e affitti di spazi per la didattica (70 mln).

La misura fa parte degli interventi previsti per l’avvio dell’anno scolastico 2021/2022 in presenza e in sicurezza.

I fondi, su precisa indicazione del Ministro Patrizio Bianchi, sono stati distribuiti tenendo conto, in via prioritaria, della quantità di alunni presenti sui territori e, per la prima volta, delle classi numerose.

Le candidature sono state aperte dal 6 al 13 agosto e sono state divise secondo tre diverse tipologie di intervento: per gli affitti e relative spese di conduzione; per i noleggi di strutture modulari e relative spese di conduzione; per i lavori di messa in sicurezza e adeguamento degli spazi e delle aule.

Nello specifico per gli affitti, sono 269 gli Enti ammessi al finanziamento per un totale di 26.645.919,66 euro. Per i noleggi sono 247 gli Enti finanziati, per un totale di 43.190.380,54 euro. Per i lavori di messa in sicurezza e adeguamento risultano ammessi al finanziamento 1.299 Enti, per un totale di 175.112.377,39 euro.
Con le risorse stanziate, secondo i dati forniti dagli stessi Enti locali, si interviene su una popolazione scolastica di 806.233 studentesse e studenti, che corrispondono a circa 38.000 classi.

Leonardo Donno

«In totale in provincia di Lecce sono stati captati € 6.604.209  per i progetti  in questione», spiega il deputato salentino M5S, Leonardo Donno, «a goderne, avendo presentato apposito progetto, saranno 37 Comuni salentini. La macchina organizzativa per far ritornare i nostri studenti a scuola in sicurezza è in moto da tempo, in continuità con l’impegno già profuso dall’allora Ministra Azzolina nel Governo Conte 2. Il tema delle classi pollaio non è affatto nuovo in questo territorio. Per questo i fondi captati per prevenire il fenomeno rappresentano una boccata d’ossigeno doppia. Su questo fronte stiamo intervenendo con un programma specifico, con oltre 400 milioni per il personale e altri 270 milioni per gli enti locali».

«Ricordo», continua Donno, «che nel maggio scorso proprio i sindacati pugliesi, alle porte dell’Ufficio scolastico regionale, lanciarono l’allarme sul fenomeno delle classi pollaio, partendo dai numeri».

Dati e statistiche pugliesi che fotografarono in modo netto un quadro al limite.

In Puglia – spiegarono in quell’occasione – 137 classi su circa 27 mila superano i 28 alunni (22 in caso di presenza di studenti disabili). Per raggiungere il limite dei 20 alunni per classe, necessario per la riapertura in sicurezza delle scuole da settembre – aggiunsero poi i sindacati –  servirebbe un aumento di organico di migliaia di unità, 1.135 solo per quanto riguarda i docenti, per una popolazione scolastica di oltre mezzo milione di studenti.

Stando alle stime sindacali, sono 557.900 gli alunni pugliesi di ogni ordine e grado iscritti all’anno scolastico 2021/22.

«Questi fondi», ha concluso l’on. Donno, «consentiranno di distribuire gli studenti in spazi adeguati e con un numero tale da consentire il rispetto delle norme igienico-sanitarie, la scuola potrà ripartire in tutta sicurezza, per buona pace di chi avrebbe voluto ad oltranza scaricare tutto sulla libertà di scelta delle famiglie».

I COMUNI BENEFICIARI

Affitto di locali e spazi e relative spese di conduzione

Matino (un progetto, € 68.000,00)

Melissano (un progetto, € 45.000,00)

Noleggi di strutture modulari temporanee a uso didattico

Lecce (un progetto, € 350.000,00)

Copertino (un progetto, € 80.000,00)

Parabita (un progetto, € 350.000,00)

Lavori di adattamento di spazi, ambienti e aule didattiche di edifici pubblici adibiti ad uso didattico

Lecce (un progetto, € 200.000,00)

Ruffano (un progetto, € 200.000,00)

Provincia di Lecce (un progetto, € 400.000,00)

Trepuzzi (un progetto, € 200.000,00)

Parabita (un progetto, € 5.000,00)

Copertino (un progetto, € 200.000,00)

Tricase (un progetto, € 200.000,00)

Galatina (un progetto, € 200.000,00)

Casarano (un progetto, € 200.000,00)

Novoli (un progetto, € 200.000,00)

Monteroni di Lecce (un progetto, € 200.000,00)

Nardò (un progetto, € 200.000,00)

Martano (un progetto, € 60.000,00)

Sannicola (un progetto, € 200.000,00)

Racale (un progetto, € 22.000,00)

Gagliano del Capo (un progetto, € 200.000,00)

Leverano (un progetto, € 90.000,00)

Muro Leccese (un progetto, € 100.000,00)

Collepasso (un progetto, € 200.000,00)

Arnesano (un progetto, € 200.000,00)

Cursi (un progetto, € 200.000,00)

Miggiano (un progetto, € 200.000,00)

Supersano (un progetto, € 200.000,00)

Uggiano la Chiesa (un progetto, € 195.000,00)

Sogliano Cavour (un progetto, € 150.000,00)

Salice Salentino (un progetto, € 50.000,00)

Poggiardo (un progetto, € 200.000,00)

Botrugno (un progetto, € 39.209,50)

Spongano (un progetto, € 100.000,00)

Giuggianello (un progetto, € 100.000,00)

Andrano (un progetto, € 200.000,00)

Montesano Salentino (un progetto, € 200.000,00)

Ortelle (un progetto, € 200.000,00)

Sternatia (un progetto, € 200.000,00)

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus