Connect with us

Casarano

Reddito di cittadinanza non avendo requisiti: beccati in 12

Pubblicato

il

Non si fermano i controlli dei carabinieri sui percettori di Reddito di cittadinanza.


Il Nucleo Ispettorato del Lavoro di Casarano in questi giorni ha sorpreso 9 furbetti che avevano richiesto e percepivano il sussidio nonostante non ne avessero diritto.


Sono sia donne che uomini, di età compresa tra 32 ed i 61 anni:



  • D. F. C. CL. 59;

  • P. S. CL. 77;

  • B. C. CL. 79;

  • F. G. CL. 62;
  • B. S. CL. 68;

  • B. L. CL. 89.


I nominativi sono stati trasmessi all’autorità giudiziaria che procederà.


Stesso esito a Parabita dove sono stati sorpresi D.L., classe 1965,  e V.L., del 1959, percettori nonostante rispettivamente non avessero segnalato: il primo di essere detenuto ai domiciliari; il secondo di essere genitore di un soggetto sottoposto all’obbligo di firma.


Nel nord della provincia, invece, a Nardò, C. C., 56enne, percepiva il RED nonostante in casa avesse oltre 17mila euro contanti.


Attualità

Furbetti del vaccino, chi sono

Sono diverse le inchieste aperte sui furbetti del vaccino da procure di mezza Italia…

Pubblicato

il

Sono più di 2 milioni e 300.000 gli italiani che sotto la voce “altro”, hanno già ricevuto almeno una dose di vaccino.


Più di una su 5 delle 12 milioni di dosi somministrate è andata a persone non inserite nelle liste delle priorità.


La platea degli over 80 immunizzati è ancora lontana e, pertanto, come ha dichiarato il premier Draghi, le riaperture saranno possibili solo nelle regioni che hanno messo in sicurezza i più anziani.


Non sono tutti furbetti del vaccino.


Il report del commissario Figliuolo non menziona come voci a parte gli over 70 e le persone con gravi patologie che quasi tutte le regioni hanno cominciato a vaccinare.

In Regioni come la Sicilia, la Calabria, la Puglia, la Campania, la Toscana questa voce, però, ha numeri che sfiorano il 30% delle somministrazioni totali.


In alcune liste, appartenenti ai cosiddetti servizi essenziali, si è infilato chiunque: dai magistrati agli avvocati per finire con i sacerdoti di Taranto, giovani seminaristi compresi.


Sono diverse le inchieste aperte sui furbetti del vaccino da procure di mezza Italia e anche la commissione antimafia ha aperto un’istruttoria.


Continua a Leggere

Casarano

Positiva dopo ricovero a Casarano, paziente di Supersano muore di Covid

Operazione di routine e poi lo stop alle dimissioni dopo una positività in reparto: la donna muore dopo trasferimento a Galatina

Pubblicato

il


I familiari di una anziana signora di Supersano, deceduta dopo un ricovero nell’ospedale di Casarano, han presentato denuncia-querela presso i carabinieri in quanto il decesso della donna sarebbe stato causato dal Coronavirus, contratto in nosocomio.





La vicenda ha inizio a metà marzo, quando la sfortunata protagonista, una 82enne, viene ricoverata per un intervento di routine. Le sue dimissioni vengono stoppate in seguito al riscontro di una positività nel reparto di geriatria. La signora, entrata in ospedale con tampone negativo, risulta Covid positiva dopo un paio di tamponi e, anziché far rientro a casa, viene trasferita al Santa Caterina Novella di Galatina ad inizio aprile, in corrispondenza dell’aggravarsi delle sue condizioni.




Qui l’82enne muore qualche giorno dopo per le complicanze Covid. Ecco quindi che i suoi parenti decidono di denunciare l’accaduto in caserma. Sarebbe il secondo caso di paziente positivizzatosi e deceduto dell’ospedale di Casarano. Mentre si attendono sviluppi su quello che si teme possa essere un nuovo focolaio in un ospedale salentino (l’ultimo quello di Oncologia nel Vito Fazzi a Lecce, che ha provocato diverse vittime) i carabinieri raccolgono evidenze per risalire ad eventuali responsabilità in merito.


Continua a Leggere

Attualità

Covid, tutti i numeri di oggi

Aumentano i morti perché caricati in ritardo

Pubblicato

il

Oggi, martedì 6 aprile 2021, in Puglia, sono stati registrati 5.759 test per l’infezione da Covid-19 e sono stati registrati 475 casi positivi: 161 in provincia di Bari, 48 in provincia di Brindisi, 30 nella provincia BAT, 139 in provincia di Foggia, 90 in provincia di Lecce, 15 in provincia di Taranto. 2 casi di residenti fuori regione e 6 casi di provincia di residenza non nota sono stati riclassificati e riattribuiti.

Sono stati registrati 70 decessi: 50 in provincia di Bari, 2 in provincia di Brindisi, 2 in provincia BAT, 7 in provincia di Foggia, 1 in provincia di Lecce, 8 in provincia di Taranto.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 1.932.738  test. 146.892 sono i pazienti guariti. 50.454 sono i casi attualmente positivi.

 

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 202.347 così suddivisi:

79.008 nella Provincia di Bari;

19.727  nella Provincia di Bat;

14.674 nella Provincia di Brindisi;

37.359 nella Provincia di Foggia;

19.344 nella Provincia di Lecce;

31.245 nella Provincia di Taranto;

698  attribuiti a residenti fuori regione;

292  provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Il bollettino epidemiologico Regione Puglia 6.4.2021 è disponibile al link: http://rpu.gl/2cX0d

 

DICHIARAZIONE ASSESSORE LOPALCO

L’assessore alla Sanità Pier Luigi Lopalco precisa quanto segue: “Sono 15 i decessi avvenuti in Puglia nella giornata di oggi. Nel bollettino compare però un numero più alto, pari a 70, perché sono stati caricati oggi sul sistema dati relativi agli ultimi 7 giorni. 70 decessi in una settimana sono comunque un numero molto pesante che dà il senso del dramma di questa pandemia”.

I 70 decessi caricati oggi nel sistema, suddivisi per data e territorio:

30 Marzo:       4 Asl Bari;

1 Aprile:          4 Asl Bari;

2 Aprile:          4 Asl Bari; 2 Asl Taranto;

3 Aprile:          10 Asl Bari; 2 Asl Taranto;

4 Aprile:          11 Asl Bari; 1 Asl Taranto;

5 Aprile:          11 Asl Bari; 2 Asl Foggia; 1 Asl Lecce, 3 Asl Taranto;

6 Aprile:          6 Asl Bari; 2 Asl Brindisi; 2 Asl BT, 5 Asl Foggia.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus