Connect with us

Cronaca

Da Brindisi a Milano con 4 ore di ritardo: Ryanair deve risarcire

61enne resta bloccato di notte in aeroporto e fa causa alla compagnia aerea: il giudice quantifica il rimborso

Pubblicato

il

Oltre 4 ore di ritardo su un volo Ryanair Brindisi-Bergamo son costate alla compagnia irlandese un risarcimento nei confronti di un passeggero salentino.


Lo ha stabilito il Giudice di Pace di Brindisi, dopo che il 61enne viaggiatore aveva deciso di farvi ricorso.


L’attesa per l’imbarco, e di conseguenza per il decollo, nel fatidico giorno del viaggio, si era protratta dalle 19,30 alla mezzanotte. Circa 4 ore senza ricevere informazioni sul ritardo e su cosa stesse accadendo.

Non bastasse, l’arrivo fuori orario all’aeroporto di Orio al Serio, a notte fonda (quasi le 2) gli aveva fatto perdere anche la navetta con la quale avrebbe dovuto raggiungere la sua destinazione finale. Una disavventura quindi che al danno del ritardo aggiungeva la beffa del rimanere bloccato, di notte, in aeroporto, potendo raggiungere Milano solo alle prime luci dell’alba.


Ryanair è stata quindi condannata a pagare, oltre alle spese legali, 250 euro come risarcimento parziale ed altri 150 euro per i disagi subiti dal viaggiatore a causa del ritardo.


Cronaca

Pullman di studenti in fiamme, stanno tutti bene

Questa mattina sulla circonvallazione di Lecce, nei pressi del Comando della Polizia Municipale. Fortunatamente nessuno si è fatto male

Pubblicato

il

Un pulmann della Chiriatti carico di studenti ha preso fuoco stamattina in città.

Fortunatamente solo tanta paura e nessun danno fisico agli spaventati e involontari protagonisti della vicenda.

Sono ancora in corso di accertamento, le cause che hanno provocato l’incendio del mezzo proprio sulla circonvallazione  di Lecce, nei pressi del Comando della Polizia Municipale, il pulmino è stato avvolto dalle fiamme mentre era in transito.

Sul posto oltre ai vigili del fuoco anche gli agenti della polizia locale per decongestionare il traffico vista l’ora di punta.

Continua a Leggere

Attualità

Quell’alieno che minaccia pini ed ecosistema pugliese

L’entomologo, prof. Francesco Porcelli: « La Cocciniglia Tartaruga è un Alieno Invasivo e la sua presenza in Puglia è preoccupante perché minaccia i nostri pini e l’ecosistema in generale»

Pubblicato

il

Recente ritrovamento della Toumeyella parvicornis, la Cocciniglia Tartaruga del pino.

Il professor Francesco Porcelli, entomologo, afferma che da «Una sua occasionale recente osservazione, e campioni consegnati per l’identificazione da operatori sul territorio, confermano la presenza in Puglia della dannosissima cocciniglia che infesta il Pino da pinoli. La Cocciniglia Tartaruga è un Alieno Invasivo e la sua presenza in Puglia è preoccupante perché minaccia i nostri pini e l’ecosistema in generale».

«La cocciniglia», spiega il prof. Porcelli, «vive in dense e popolose infestazioni. Le grandi quantità di melata imbrattano le piante e i luoghi, annerendoli con la fumaggine. La Toumeyella si adatta facilmente a diversi ambienti, invadendo nuovi territori nei quali tende a uccidere le piante ospiti. L’Alieno compie diverse generazioni per anno nelle aree urbane che sono particolarmente minacciate da questa specie».

Continua a Leggere

Cronaca

Weekend di controlli stradali nella zona di Maglie: raffica di denunce

Pubblicato

il

Servizio straordinario di controllo del territorio per i carabinieri di Maglie nel weekend appena trascorso.

L’esito è una serie di segnalazioni all’autorità giudiziaria.

In 5 son stati deferiti per violazione ai sensi art.187 c. 1 c.D.S. (guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti e contestuale ritiro della patente).

Altri due per violazione ai sensi art.187 c.8 (rifiuto accertamento per verifica assunzione sostanze stupefacenti). Questi, nel corso di un controllo alla circolazione, han rifiutato di sottoporsi agli accertamenti volti a verificare l’eventuale guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

Ben 7 le denunce per violazione ai sensi art.186 c. 2 lettera “b” c.D.S. (guida di veicolo in stato di ebbrezza alcolica)

Ancora due, segnalati per violazione amministrativa ai sensi art.186 c.2 lettera “a” c.D.S. (guida di veicolo in stato di ebbrezza alcolica) ed infine uno per violazione  amministrativa ai sensi art.117 c. 2 bis e 5 c.D.S.  (neopatentato alla guida di veicolo con potenza specifica superiore a 70 kw/t).

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus