Connect with us

Cronaca

Sanità affaire, gli avvocati di Cariddi: “Accuse infondate”

Riceviamo  e pubblichiamo una nota da parte dell’uffico stampa del Comune di Otranto…

Pubblicato

il

Come è ovvio che sia, dopo la rappresaglia della Procura della Repubbica di ieri, nell’ambito di una inchiesta giudiziaria avente ad oggetto presunti illeciti connessi al settore della sanità regionale e locale, e che hanno generato alcuni provvedimenti di natura cautelare a carico di Senatori, Assessosi, dirigenti e quant’altro, oggi arrivano i primi ‘distinguo’.


Riceviamo  e pubblichiamo una nota da parte dell’uffico stampa del Comune di Otranto, che “precisano la posizione”, e denotano la “oggettiva estraneità ai fatti” e del sindaco Pierpaolo Cariddi.


Tra le persone destinatarie di detti provvedimenti vi è anche l’ing. Pierpaolo Cariddi, attuale sindaco di Otranto, cui è stata applicata la misura del divieto di dimora nel proprio comune di residenza in relazione ad un unico episodio, risalente al maggio 2020, che la Procura ha ritenuto di contestare nell’ambito di detto filone giudiziario, ma che nulla ha a che vedere con quel presunto sistema di “favoritismi” collegato ad ipotesi corruttive, enfaticamente riportato dagli organi di stampa.


Al sindaco Cariddi viene infatti contestata una ipotesi di falso ideologico in atto in relazione ad una nota, a firma dell’allora responsabile dell’ufficio demanio del Comune di Otranto, indirizzata alla Regione Puglia, con la quale è stato richiesto parere circa gli interventi di sistemazione dell’arenile da effettuarsi, in deroga al periodo ordinario previsto nelle linee guida regionali, nella zona a nord della baia cittadina, tra spiagge pubbliche libere e spiagge in concessione.


Richiesta di parere che era stata suggerita dagli responsabili degli Enti (Demanio Regione Puglia e Capitaneria di Gallipoli) preposti al rilascio e al controllo delle autorizzazioni. Autorizzazioni all’esecuzione dei lavori che sono puntualmente pervenute dalla stessa Regione Puglia e dalla Provincia di Lecce.

Lo slittamento dei termini richiesto regolarmente è stato necessario, nella stagione 2020, a causa del prolungato lockdown imposto dalla pandemia che non

ha consentito di sistemare le spiagge se non a partire dalla ordinanza del presidente Emiliano del 15 aprile 2020, per cui è stato impossibile rispettare il periodo 1 marzo-1 maggio.


Nel ribadire la oggettiva estraneità ai fatti illeciti presunti e contestati al nostro assistito – affermano i legali difensori Avv. Mauro Finocchito e Avv. Gianluca D’Oriaconfidiamo che lo stesso potrà chiarire in tempi brevi la propria posizione e dimostrare l’infondatezza delle accuse che gli vengono mosse.


Da una prima lettura degli atti di causa sembrerebbe, infatti, emergere con chiarezza che il coinvolgimento del  nostro assistito si fondi su un equivoconormativo che riteniamo potrà essere chiarito già dalla prima occasione utile


Cronaca

Incidente blocca la Maglie-Leuca: code e traffico deviato

Pubblicato

il

Traffico in tilt nella serata di domenica sulla strada statale Maglie-Leuca a causa di un incidente stradale.

Attorno alle 21 si è verificato un sinistro che ha visto coinvolti più mezzi nel tratto adiacente l’abitato di Nociglia, pochi chilometri a nord del tratto di statale ricadente nel territorio di Surano.

I mezzi coinvolti sono rimasti sulla carreggiata, ostacolando il traffico. La necessità dei soccorsi non ha permesso di liberare rapidamente la strada, portando in breve alla creazione di lunghe code.

Per circa un’ora, la statale è stata interdetta al traffico proprio nel tratto che costeggia il centro abitato di Nociglia.

Chi è transitato, ha dovuto optare per dei percorsi alternativi, tanto in direzione sud quanto in direzione nord.

Fortunatamente, a dispetto dell’allarme iniziale, sembrerebbe che i coinvolti non abbiano patito gravi conseguenze.

Foto Protezione Civile Salento

Continua a Leggere

Cronaca

Lecce, la Bellanova vittima di un incidente d’auto

La Lancia Thesis di servizio, si è scontrata con una Renault all’incrocio di Lecce tra via Regina Elena e via Patitari…

Pubblicato

il

Anche la vice ministra Teresa Bellanova ieri è rimasta vittima di un incidente in città senza gravi conseguenze, tranne le auto.

La Lancia Thesis di servizio, si è scontrata con una Renault all’incrocio di Lecce tra via Regina Elena e via Patitari, nel quartiere San Lazzaro.

Si è verificato poco dopo le 13 di ieri e, come raccontavamo, la vice ministra e le altre persone che viaggiavano su entrambe le vetture non avrebbero riportato conseguenze di rilievo.

Per i rilievi dell’accaduto e per accertare la dinamica dell’incidente sono intervenuti gli agenti della polizia di Stato, la municipale e i carabinieri.

Continua a Leggere

Cronaca

Spaventoso incidente, diciannovenne in pericolo di vita

Sono ancora sconosciute le cause dell’accaduto che non pare aver coinvolto

Pubblicato

il

Ancora una volta le strade salentine formano scenario indesiderato di uno spaventoso incidente: a tenere con il fiato sospeso è un diciannovenne di San Pietro in Lama che stamane, attorno alle 7:30, ha perso il controllo della sua auto mentre percorreva il tratto di provinciale che collega Novali alla frazione di Villa Convento, finendo ribaltato dopo l’urto con un muretto. 

Il ragazzo è stato prontamente soccorso dai sanitari, allertati dai presenti, e trasportato all’ospedale Vito Fazzi in codice rosso per trauma cranico. 

Sono ancora sconosciute le cause dell’accaduto che non pare aver coinvolto altre vetture. Sul posto sono sopraggiunti i vigili del fuoco e i carabinieri per svolgere accertamenti sull’accaduto.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus