Connect with us

Arnesano

Scontro all’incrocio: auto vola contro muro

Intervento di vigili del fuoco ed ambulanza a soccorso, in particolare, di una 37enne

Pubblicato

il


Un garbuglio di lamiere quello che si sono trovati davanti i vigili del fuoco di Lecce oggi ad Arnesano.





Poco prima delle 15 di questo pomeriggio, due vetture si sono scontrate violentemente (foto a fine articolo). La strada dove è avvenuto l’incidente è via Maria Caniglia, in corrispondenza di un incrocio.





Una Tipo ed una Yaris i mezzi protagonisti di un impatto che ha visto la Toyota sollevarsi da terra e volare contro il muro di una proprietà privata.





L’auto è rimasta adagiata sulla sua fiancata, mentre la Fiat ha riportato ingenti danni al cofano anteriore.





I pompieri hanno provveduto ad estrarre i coinvolti e poi a rimettere in sicurezza l’area.




Il 118 ha preso in carico in feriti. In particolare una di loro, D. D. G., 37 anni, è stata condotta in ospedale per accertamenti, presso il Vito Fazzi di Lecce.


















Alessano

Troppi incidenti stradali: Osservatorio convocato in Prefettura

La nostra la provincia pugliese interessata dal maggior numero di incidenti stradali mortali. Condivisa l’opportunità di adottare misure finalizzate alla messa in sicurezza delle strade, al contrasto dei comportamenti irresponsabili e all’ educazione alla guida sicura

Pubblicato

il

Focus sull’emergenza incidenti stradali nel Salento.

Nel 2021 la nostra è stata la provincia pugliese interessata dal maggior numero di incidenti stradali mortali.

La Prefettura ha convocato l’Osservatorio per il monitoraggio degli incidenti stradali e per l’individuazione e adozione di misure di prevenzione e contrasto delle principali cause.

L’osservatorio, presieduto dal Prefetto di Lecce Maria Rosa Trio, ha visto la partecipazione dei vertici delle Forze di Polizia, dei rappresentanti degli enti proprietari delle strade del territorio provinciale, nonché degli Enti locali, dell’Associazione “Alla conquista della vita” e di tutte le istituzioni a vario titolo interessate alle problematiche della sicurezza stradale.

Partendo dall’esame dei dati statistici elaborati da ASSET, è stata elaborata una mappatura dei tratti stradali più esposti all’incidentalità.

Il Prefetto ha evidenziato la necessità di una riflessione corale, sottolineando come «la complessità del fenomeno renda necessario assicurare sin da subito risposte di sistema da sviluppare con un approccio integrato, che elabori un quadro organico di interventi utili alla prevenzione ed al contrasto delle condotte di violazione del Codice della Strada, che rappresentano spesso le principali cause di incidenti stradali anche gravi».

Solo nel 2021, a seguito dell’attività di accertamento svolta su strada dalle Forze di Polizia, sono stati adottati dalla Prefettura circa 500 provvedimenti di sospensione cautelare della patente per guida in stato di ebbrezza per uso di alcool e sostante stupefacenti.

Al termine dell’incontro, i presenti hanno condiviso l’opportunità di porre in essere un’azione sinergica con misure finalizzate alla messa in sicurezza delle strade utilizzando i proventi delle sanzioni amministrative ( e quindi miglioramento della segnaletica e dell’illuminazione degli attraversamenti e dei percorsi pedonali, diffusione di dissuasori di velocità), implementazione del contrasto dei comportamenti irresponsabili (come guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di stupefacenti, uso di telefono cellulare, eccesso di velocità), interventi informativi, di sensibilizzazione e di educazione alla guida sicura (in raccordo con le Istituzioni scolastiche).

Continua a Leggere

Approfondimenti

Parco degli ulivi dedicato alle donne

Olivami: nel Parco di Carpignano Salentino ogni ulivo porterà il nome di una donna. 13 donne impegnate nell’attività amministrativa ambasciatrici della riforestazione del Salento 

Pubblicato

il

Una rete di donne pronte a sostenere la riforestazione del paesaggio salentino colpito dalla Xylella ha inaugurato il Parco delle Donne di Olivami, l’associazione che ha lanciato l’adozione a distanza degli ulivi.

Nel Parco di Carpignano Salentino ogni ulivo porterà il nome di una donna, non solo di chi lo adotterà ma anche di chi riceverà un albero in dono e di chi vorrà ricordare le donne vittime di mafia, violenza, disparità di genere che hanno lottato per la libertà, la verità e la giustizia.

Le prime a sostenere l’iniziativa hanno ricevuto nel Frantoio Alèa di Martano la consegna della certificazione della pianta adottata con il proprio nome.

Sono donne che ogni giorno si impegnano nell’attività amministrativa dei Comuni salentini: Adriana Poli Bortone presidente di Euromed, agenzia per il patrimonio culturale euro mediterraneo; Filomena D’Antini consigliere di parità della Provincia di Lecce; Monica Gravante, sindaco a di GiurdignanoAntonella Tremolizzo vice sindaco di Martano; Maria Grazia Sodero, vice sindaco di NardòGiusy Doria e Anna Elisa Prete, assessori di MelendugnoFederica Nuzzaci, assessore di Arnesano; Antonella Bray, assessore di Calimera; Annamaria Caputo e Alessandra Provenzano, consiglieri di Zollino; Caterina Carangelo, consigliere di Melissano; Angela Neri, consigliere pari opportunità di Surbo; Claudia Pascali, consigliere di Lizzanello.

«Un modo non rituale e nuovo, un’idea originale e legata al nostro territorio», ha spiegato Adriana Poli Bortone nel suo intervento, «per sottolineare le radici profonde che legano la donna a questa terra e al grido di dolore che si è levato nel vedere sradicare gli alberi di ulivo. Ecco perché ci faremo ambasciatrici di questo messaggio e del progetto di Alessandro Coricciati, perché vogliamo riprendere la nostra identità, quella di una terra amata e restituita al paesaggio».

«Festeggiamo la donna proponendo l’adozione di un albero d’ulivo, lì dove la terra è stata distrutta dalla Xylella.  Un momento di rinascita e di impegno coraggioso», ha detto il sindaco di Giurdignano, Monica Gravante, «se pensiamo che gli uomini hanno chiesto il nostro aiuto e lavoreranno insieme alle donne per la ricostruzione del paesaggio salentino».

«La festa delle donne», ha evidenziato il presidente di Olivami Alessandro Coricciati, «è occasione per costruire anche una rete di solidarietà per i rifugiati ucraini. Per questo abbiamo inviato i primi 100 litri di olio alle mense dei centri d’accoglienza di Puglia».

«Ci impegneremo a creare intorno alla rinascita dell’ulivo nel Salento anche la rinascita dell’azione di accoglienza per le profughe di guerra. L’ulivo simbolo di pace non solo tra paesi lontani ma anche tra realtà vicine chiamate a collaborare per la riforestazione della nostra amata terra», ha concluso il consigliere di parità della Provincia di Lecce, Mena D’Antini.

Prossimo obiettivo dell’Associazione Olivami è coinvolgere nella rete delle donne anche le rappresentanti istituzionali della Regione Puglia. 

Olivami è un’associazione ETS no profit che promuove l’adozione degli ulivi come strumento per la riforestazione del Salento distrutto dalla Xylella.

Continua a Leggere

Alessano

Fondo per la progettazione territoriale, Donno: «La Puglia può contare su più di di 14 milioni»

Pubblicato

il

FÈ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) che ripartisce il Fondo per la progettazione territoriale. Si tratta di 161.515.175 euro utili a rilanciare e accelerare la progettazione nei piccoli Comuni, le Province e le Città metropolitane delle regioni del Sud, Marche e Umbria, nonché nei centri delle aree interne.
Alla Puglia sono stati destinati €14.745.686,09. Di questi: €2.500.000,00 andranno alle Province (dunque 500mila alla Provincia di Lecce), €11.245.686,09 ai Comuni (91 quelli della provincia di Lecce che ne beneficeranno) e € 1.000.000,00 alla città metropolitana di Bari. Ogni singolo Comune gode di un finanziamento che varia da 14mila a 98mila euro, in base alla popolazione e ad alcuni parametri come la posizione.

L’on. Leonardo Donno

A darne notizia è il deputato salentino del Movimento 5 Stelle, Leonardo Donno, che spiega: «Si tratta di una misura innovativa a sostegno degli enti territoriali che assumono i progetti vincitori dei concorsi e possono utilizzarli per partecipare ai bandi e all’assegnazione delle risorse del PNRR e delle politiche di coesione nazionali ed europee. PNNR che – rivendica il deputato – dobbiamo al nostro leader Giuseppe Conte, che ha intrattenuto una dura trattativa con l’Unione Europea per raggiungere lo scopo. Gli enti possono adesso utilizzare le risorse del Fondo per promuovere bandi rivolti a professionisti (per esempio architetti, ingegneri, progettisti…) che andranno a presentare progetti in ambito urbanistico o di innovazione sociale. In questo modo, le amministrazioni interessate avranno a disposizione progetti già pronti per partecipare all’assegnazione delle risorse del PNRR, dei Fondi strutturali europei o del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione»

I Comuni fino a 5mila abitanti possono utilizzare, in tutto o in parte, il contributo anche per affidare incarichi per la redazione di progetti di fattibilità tecnica economica.

I bandi, ricorda poi Donno, «devono essere pubblicati e gli affidamenti disposti per l’intera somma assegnata entro sei mesi dall’entrata in vigore del DPCM, pena la revoca del contributo. È una grande occasione».

Di seguito i comuni beneficiari in provincia di Lecce: Alessano, Alezio, Alliste, Andrano, Aradeo, Arnesano, Bagnolo del Salento, Botrugno, Calimera, Campi Salentina, Cannole, Caprarica di Lecce, Carmiano, Carpignano Salentino, Casarano, Castrì, Castrignano de’ Greci, Castrignano del Capo, Castro, Cavallino, Collepasso, Copertino, Corigliano d’Otranto, Corsano, Cursi, Cutrofiano, Diso, Gagliano del Capo, Galatina, Galatone, Gallipoli, Giuggianello, Giurdignano, Guagnano, Leverano, Lizzanello, Maglie, Martano, Martignano, Matino, Melendugno, Melpignano, Melissano, Miggiano, Minervino di Lecce, Monteroni, Montesano, Morciano di Leuca, Muro Leccese, Neviano, Novoli, Ortelle, Otranto, Palmariggi, Parabita, Patù, Poggiardo, Porto Cesareo, Presicce Acquarica, Racale, Ruffano, Salice Salentino, Salve, San Cassiano, San Cesario, San Donato, San Pietro in Lama, Sanarica, Sannicola, Santa Cesarea Terme, Sogliano, Seclì, Sogliano Cavour, Soleto, Specchia, Spongano, Squinzano, Sternatia, Surano, Surbo, Taurisano, Taviano, Tiggiano, Trepuzzi, Tricase, Tuglie, Ugento, Uggiano, Veglie, Vernole, Zollino.

Per il detaglio dei singoli Comuni clicca qui

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus