Connect with us

Cronaca

Sequestro di 300 accessori contraffatti

Un mercato illecito prevalentemente gestito da cittadini extracomunitari, monitorato dai militari della Guardia di Finanza

Pubblicato

il

La Finanza di di Gallipoli,  nel corso dell’ultimo fine settimana, in due distinti interventi eseguiti presso il mercato settimanale di Nardò e presso un mercato rionale in Taviano, allestito per la ricorrenza di una festività locale, hanno sottoposto a sequestro, in violazione agli artt. 474 e 648 del codice penale, nr. 203 scarpe e 72 borse, recanti vari marchi contraffatti.

Un mercato illecito prevalentemente gestito da cittadini extracomunitari, monitorato dai militari della Guardia di Finanza operanti sul territorio.

Durante l’avvio dei controlli decine di sacchi e buste degli ambulanti sono stati abbandonati sulla strada per non incappare nelle sanzioni. All’esito delle operazioni sono state emesse denunce contro ignoti, trasmesse alla Procura delle Repubblica di Lecce, per vendita di prodotti falsi o mendaci e ricettazione.

Cronaca

Ugento: data alle fiamme auto maresciallo polizia locale

Pubblicato

il

Un raid all’indirizzo del maresciallo dei vigili urbani si è consumato nella notte appena trascorsa ad Ugento.

Ignoti hanno dato alle fiamme, attorno alla mezzanotte, l’auto del responsabile del servizio operativo e dei controlli al commercio, il signor Di Molfetta.

Quest’ultimo era solito parcheggiare la sua vettura, una Skoda Superb, nell’area di sosta del supermercato Lidl, non lontano dalla sua dimora e dove aveva anche il conforto delle telecamere a circuito chiuso dello stesso supermercato.

Gli attentatori hanno però agito con premeditazione. Hanno infatti oscurato l’impianto di videosorveglianza prima di accanirsi contro il mezzo, dato alle fiamme in maniera inesorabile.

Della Skoda infatti non restano che cenere e lamiere. Dei responsabili invece nessuna traccia. Danni anche per una parete del Lidl, annerita dal rogo.

Mentre le forze dell’ordine provano a fare luce sulla vicenda, Di Molfetta ha dichiarato alla stampa di esser stupito dell’accaduto, spiegando che gli unici attriti cui potrebbe ricondurre il gesto sarebbero ormai acqua passata.

Continua a Leggere

Attualità

Primo giorno di spostamenti tra regioni: in migliaia in Puglia

Portale per le registrazioni in tilt con quasi 100mila accessi: compilati 6600 moduli già nel primo pomeriggio

Pubblicato

il

Tempo di primi bilanci al termine del primo giorno che ha segnato la riapertura agli spostamenti tra regioni dopo il lockdown da Coronavirus.

Gli ingressi in Puglia nella giornata odierna sono stati tantissimi, si presume abbiano raggiunto quota 10mila.

Ne è riprova il fatto che la piattaforma dove si deve registrare chi vi arriva ha segnato quota 6600 moduli di autosegnalazione già nel primo pomeriggio del 3 giugno.

Il sito della regione che tiene il registro degli arrivi in mattinata è andato in tilt. Il numero di accessi ha infatti toccato quota 80mila già a metà giornata.

L’ordinanza

Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha emanato una ordinanza, la num. 245, con decorrenza dal 3 giugno 2020: “Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19”. Obblighi di segnalazione per l’ingresso delle persone fisiche in Puglia”.

Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19, si dispone:

Con decorrenza dal 3 giugno 2020, tutte le persone fisiche che si spostino, si trasferiscano o facciano ingresso, in Puglia, da altre regioni o dall’estero, con mezzi di trasporto pubblici o privati:

– segnalano lo spostamento, il trasferimento o l’ingresso mediante compilazione del modello di auto-segnalazione disponibile sul sito istituzionale della Regione Puglia;

– dichiarano il luogo di provenienza ed il comune in cui soggiornano;

– conservano per un periodo di trenta giorni l’elenco dei luoghi visitati e delle persone incontrate durante il soggiorno.

Foto stazione Lecce da instagram _iacovelligiuseppe_

Continua a Leggere

Cronaca

Dona stipendio durante pandemia: carabiniere salentino sarà Cavaliere della Repubblica

Pubblicato

il

Non solo Irene Coppola, la sarta gallipolina che ha donato migliaia di mascherine: anche un altro salentino sarà tra i Cavalieri della Repubblica insigniti dal Presidente Mattarella per essersi contraddistinti per il loro servizio alla comunità durante la pandemia.

Stiamo parlando di Ettore Cannabona, carabiniere originario di Miggiano, da 10 anni in Sicilia per lavoro.
Cannabona, ha deciso di donare il suo stipendio dopo aver “visto il disagio negli occhi dei tanti uomini e donne di Altavilla Milicia che durante i giorni della pandemia non avevano nulla da mangiare.

Per me contano i valori e i rapporti umani che sono alla base della convivenza tra le persone“, ha raccontato, “il mio gesto era privato e rispondeva solo a un’esigenza: fare qualcosa di concreto per chi ha sofferto nei mesi duri della pandemia” .

La solidarietà del maresciallo ha attivato una intera comunità che, col supporto di supermercati e macellerie del paese, è riuscita a soddisfare il bisogno di un centinaio di famiglie.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus