Connect with us

Cronaca

Calcio in lutto: è morto Dino Della Torre

Dopo una lunga malattia si è spento ad appena 48 anni il portiere della storica promozione in serie C del Tricase

Pubblicato

il

Un ottimo portiere, un bravo ragazzo prima, una persona per bene ora, un amico che se ne va.

Alle prime luci dell’alba è morto, ad appena  48 anni, Dino Della Torre, storico portiere della promozione in serie C del Tricase.

Proprio come quando scendeva in campo, ha lottato come un guerriero contro il “maledetto male”. Alla fine, stremato, si è arreso.

Con una nota sulla propria pagina facebook l’ASD Atletico Tricase ha espresso il proprio cordoglio: “Il grande portiere del Tricase della C2 ha lasciato il nostro tempo e il nostro spazio! I suoi valori, la sua amicizia, il suo sorriso continueranno ad accompagnare la nostra vita e la nostra memoria di comunità calcistica”.

Anche il Manfredonia, altra società molto legata a Della Torre, lo ha ricordato come “un Uomo dai valori inestimabili, amico di tutti, sempre sorridente, anche negli ultimi tempi quando quel male stava prendendo il sopravvento. Il Presidente, la Società, lo Staff Tecnico e Medico e la Squadra tutta si uniscono all’immenso dolore che ha colpito la famiglia”.

Quando la notizia è deflagrata a Tricase e nel Salento, in tanti sono rimasti in silenzio, mentre una lacrima rigava il viso.

Tra questi, ne siamo certi, tutti i suoi ex compagni di squadra a partire da Orazio Mitri, Giuseppe Contaldo e Massimo Carnevale; il preparatore dei portieri Vito De Francesco suo grande amico; tutti coloro che, come chi scrive, hanno avuto la fortuna e l’onore di conoscerlo e tutti gli appassionati di calcio che lo hanno potuto ammirare dagli spalti del via Olimpica negli anni d’oro del Tricase.

Domani, a Manfredonia si svolgeranno i funerali e, per l’ultimo saluto, da Tricase partirà una delegazione di amici, di cui faranno sicuramente parte Orazio Mitri, l’assessore allo sport Lino Peluso e il presidente di Tricaseèmia Gianluca Errico.

Ciao Dino, siamo sicuri che quando stamani San Pietro ha annunciato il tuo arrivo al microfono del paradiso, sia partito un applauso convinto, proprio come quando entravi in campo e lo speaker urlava il tuo nome.

Giuseppe Cerfeda

Caprarica di Lecce

Violenta grandinata, tanti i danni

Dopo la sfuriata meteorologica di ieri, oggi il meteo ha concesso il bis. Le foto

Pubblicato

il

Dopo la sfuriata meteorologica di ieri, oggi il meteo ha concesso il bis. L’unica variazione all’opera è quella toponomastica dopo Poggiardo e Ruffano di ieri, oggi il maltempo ha imperversato nella Grecia salentina ed in particolar modo a Galatina. La sorpresa, per questo periodo di quasi estate, è stata quella di vedere, dopo le prime gocce d’acqua, dei rovesci con grossi cubetti di grandine, e le strade che sembrano ricoperte di neve. In un battibaleno sono state colpite anche e distrutte verdure e vigneti. Di seguito alcune foto pubblicate dalla protezione civile.
Continua a Leggere

Cronaca

Covid, il bollettino in Puglia e provincia

Anche per oggi in Puglia, su 2.177 test registrati i casi…

Pubblicato

il

Anche per oggi in Puglia, su 2.177 test registrati i casi positivi  sono 8:

7 nella Provincia di Bari;

0 nella Provincia di Bat;

0 nella Provincia di Brindisi;

0 nella Provincia di Foggia;

0 nella Provincia di Lecce;

0 nella Provincia di Taranto;

1 riguardante un residente fuori regione.

Non sono stati registrati decessi. Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 116.765 test.

I pazienti guariti sono 2.768, 1.222 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 4.490 così divisi:

1.481 nella Provincia di Bari; 380 nella Provincia di Bat; 651 nella Provincia di Brindisi

1.153 nella Provincia di Foggia; 515 nella Provincia di Lecce;

281 nella Provincia di Taranto; 29 attribuiti a residenti fuori regione.

 

Continua a Leggere

Cronaca

Grandinata improvvisa: imbiancati alcuni paesi

Pubblicato

il

Il maltempo previsto per il weekend ha dato già una anteprima nella mattinata di oggi.

Dopo le prime ore soleggiate della giornata, delle nuvole passeggere hanno coperto i cieli salentini a macchia di leopardo.

Infelice sorpresa per i comuni interessati che, dopo le prime gocce d’acqua, sin son visti rovinare addosso grossi cubetti di grandine.

La precipitazione ha colpito in maniera particolarmente violenta l’area di Poggiardo per pochi minuti e la zona di Ruffano per un tempo più prolungato, attorno all’ora di pranzo.

Nelle foto di Alessandro Agostini, pubblicate dalla Protezione Civile, le immagini delle campagne attorno a Ruffano imbiancate dopo la precipitazione.

Per sabato e domenica previsti altri temporali. La speranza è che quantomeno non cada altra grandine.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus