Connect with us

Cronaca

Tricase: vasto incendio sulla litoranea

Complice anche il forte vento di tramontana le fiamme hanno divorato la vegetazione della collina prospiciente alla strada Tricase Porto – Marina di Andrano. In attesa dell’arrivo dei candair, alcuni residenti hanno dovuto armarsi di secchi d’acqua e mezzi di fortuna per fermare le fiamme giunte fino alla porta di casa

Pubblicato

il

Le fiamme alimentate dal forte vento proveniente da nord stanno divorando la macchia mediterranea di un’ampia area della collina prospiciente alla litoranea Tricase Porto – Marina di Andrano.


Sul posto sono giunti i vigili del fuoco del Distaccamento di Tricase, precedentemente impegnati in un altro incendio, questa volta nei pressi della marina di Novaglie, sono giunti sul posto e hanno provato a domare le fiamme.


Le operazioni sono state assai difficoltose perchè la zona è impervia ed ai vigili del fuoco non è stato possibile giungere sul luogo coi loro mezzi.


Intanto come già detto il vento soffiava  forte ed alimentava ulteriormente le fiamme che ci hanno messo poco per arrivare dalla zona dell’Isolotto fino a quasi Tricase Porto.


Cosi, in attesa dell’arrivo dei canadair, i residenti si sono attrezzati con secchi e quanto possibile per arignare le fiamme nei pressi delle loro abitazioni.


Ora, dopo l’arrivo dei canadair la situazione sembra tornata sotto controllo.


Fortunatamente non ci sono, almeno al momento notizia di danni a persone o abitazioni.


Restano il dispiacere per tutta quella macchia mediterranea andata in fumo e, soprattutto, la paura di molti, che hanno visto arrivare le fiamme fino alle porte di casa.


Resta anche una discreta rabbia nei confronti di chi ha appiccato il fuoco (difficile immaginare sia andata diversamente) e nei confronti di chi non provvede a pulire adeguatamente il terreno di proprietà.


Questa volta è andata bene. E la prossima?



Giuseppe Cerfeda











Sul posto anche uomini e mezzi della Protezione Civile





Cronaca

Poggiardo smentisce il bollettino epidemiologico: “Mai superati i 5 casi”

Pubblicato

il

Il bollettino epidemiologico della Regione Puglia di lunedì riporta una non irrilevante novità in merito a Poggiardo.

Come vi abbiamo raccontato nel pomeriggio, sulla mappa il territorio di Poggiardo è passato da “zona rosa-tenue” ad una tonalità più scura. Ad indicare l’aumento dei casi di positività ed il passaggio dal range tra 1 e 5 a quello tra 6 e 10.

Il COC però in serata smentisce seccamente: “Ad oggi non risultano nuovi casi di positività al Covid-19 nel territorio di Poggiardo”, scrivono dal Centro Operativo del Comune. “I casi confermati sono 5 e sono sotto sorveglianza medica da parte delle autorità competenti.
Ribadiamo sempre che non va abbassata la guardia e che bisogna rispettare le disposizioni sul distanziamento e sull’uso delle mascherine”.

Continua a Leggere

Copertino

Si ribalta col trattore: soccorso sulla Galatina-Copertino

Pubblicato

il

Grande spavento in serata sulla strada tra Copertino e Galatina.

Nel buio appena calato di questa calda notte, un uomo di e ribaltato sulla SP18 con il suo trattore, all’ingresso della zona industriale copertinese.

Pochi minuti alle 21 quando è partita, da alcuni passanti, la chiamata al 118.

Ambulanza e carabinieri sono accorsi sul luogo del sinistro. Non ancora chiare le ragioni per cui l’uomo ha perso il controllo del mezzo agricolo.

La strada interessata dal sinistro è rimasta, in quel tratto, chiusa al traffico per una abbondante mezz’ora. Il malcapitato soccorso dal 118 non sarebbe in gravi condizioni.

Continua a Leggere

Casarano

Lotta al Covid: le mosse della Regione

Fondi dal Ministero della Salute permetteranno un aumento dei posti anziché il loro taglio. Casarano sarà ospedale di primo livello

Pubblicato

il

Non piace, in Regione, l’andazzo sanitario che sta portando il Coronavirus a diffondersi nuovamente in maniera preoccupante.

Il governatore Michele Emiliano a breve convocherà i prefetti per discutere della direzione da seguire per contrastare l’incubo di un ritorno di fiamma del Covid.

Intanto, emergono decisioni in merito alla rete ospedaliera. Novità che sanno di un ritorno al passato: il Ministero ha infatti tirato il freno sui tagli. Il numero di posti letto stabilito è di 1255 per tutta la Puglia, 276 in più di terapia intensiva (arrivando a 580 complessivi) e 285 di semi intensiva.

Novità a Casarano

Il sistema ospedaliero, ha detto Emiliano, “si militarizza” in attesa della seconda ondata. Con l’imprescindibile aumento dei fondi ricevuti dal Ministero per realizzare il tutto: 98 milioni di euro.

La provincia di Lecce avrà 115 posti letto in più di terapia intensiva e 56 di sub intensiva. Per il post covid, 120 posti letto a Copertino e 40 a San Cesario.

A Casarano la più grande novità.

“L’ospedale di Casarano – ha annunciato il presidente Emiliano, aggiungendo che sarà inviata a Roma formale richiesta – deve essere di primo livello. Abbiamo previsto il raddoppio dei posti letto in terapia intensiva da 4 a 8. In questo modo, insieme a Gallipoli, non contro Gallipoli, assicurerà un presidio importante di salute e anche nella lotta al Covid”.

Poi, secondo obiettivo quello di incrementare, ovunque, di 474 posti letto gli ospedali tradizionali, 123 posti letto le riabilitazioni e 658 la lungodegenza.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus