Connect with us

Alliste

Spiagge accessibili: 20mila euro ai Comuni virtuosi

In provincia di Lecce ammessi a finanziamento Alliste, Melendugno, Nardò, Racale, Taviano e Ugento per rendere accessibile alle persone con disabilità l’accesso alle spiagge libere a gestione municipale

Pubblicato

il

Sono in tutto quattordici i Comuni pugliesi che riceveranno un finanziamento di 20 mila euro per rendere accessibile alle persone con disabilità l’accesso alle spiagge libere a gestione municipale.


I Comuni che hanno proposto loro progettualità e che sono stati ammessi a finanziamento regionale sono Ischitella, Peschici, Vico del Gargano e Zapponeta in provincia di Foggia; Bisceglie e Margherita di Savoia nella provincia di Barletta-Andria-Trani; Molfetta in provincia di Bari; Alliste, Melendugno, Nardò, Racale, Taviano e Ugento in provincia di Lecce; Maruggio in provincia di Taranto. Il progetto del Comune di Castellaneta, in provincia di Taranto, potrà probabilmente essere recuperato in seconda battuta.


La procedura aperta dalla Regione Puglia dall’1 al 10 dicembre scorsi chiedeva alle amministrazioni di individuare almeno una spiaggia libera in cui prevedere parcheggi riservati, agevolazioni all’accesso in spiaggia, servizi igienici e spogliatoi accessibili, realizzati in legno o altro materiale eco-compatibile, docce esterne con maniglioni, supporti e pavimentazione tattile unicamente per il raggiungimento della battigia, ovviamente amovibili, segnaletica, corrimano e mappe tattili.

L’altro avviso, indirizzato a interventi su torri costiere e di avvistamento nella disponibilità dei Comuni e da valorizzare con finalità turistico-culturali pubbliche, ha selezionato i progetti dei Comuni di Nardò, Racale, Vico del Gargano e Zapponeta, che avranno 25 mila euro di contributi regionali per realizzare le opere entro 6 mesi dalla concessione del finanziamento.


Alliste

Enorme incendio durato un pomeriggio, fiamme anche al cimitero

Pubblicato

il

Un fuoco infernale quello che nel pomeriggio di oggi ha tenuto impegnati vigili del fuoco e volontari della protezione civile di Alliste e Taviano.

Ben 15 ettari di terreno sono stati attraversati dalle fiamme in quel di Racale.

Sterpaglie, ulivi, vegetazione andata in cenere in un crescendo che è partito alle 15 circa ed è stato domato attorno alle 20. Ben 5 ore di lavoro massacrante per scongiurare il peggio. Con le fiamme che non hanno risparmiato nemmeno un luogo sacro come il cimitero.

Si indaga intanto sulla causa dell’accaduto. Aleggia l’ipotesi dolosa.

Foto di Protezione Civile Alliste Felline Facebook

Continua a Leggere

Alliste

Maltrattamenti, armi, droga, truffe, evasioni: arresti e denunce

Ancora carabinieri in azione: giro di vite nel territorio della Compagnia di Casarano

Pubblicato

il

A Melissano i carabinieri della locale stazione hanno arrestato in flagranza di reato Gianni Manni, 51 anni. L’uomo si è reso

responsabile nel tempo di maltrattamenti nei confronti della madre, culminati con il tentativo di aggressione all’interno della propria abitazione, scongiurato dal pronto intervento dei carabinieri. Per l’arrestato si sono aperte le porte della casa Circondariale “Borgo San Nicola” si Lecce.

Sempre a Melissano i carabinieri del posto hanno deferito in stato di libertà:

un uomo, poiché seguito perquisizione personale è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico;

un uomo ed una donna che, in concorso tra loro, dopo aver pubblicato on line annunci di vendita, mediante artifizi e raggiri, si sono fatti versare sulle rispettive carte dagli ignari acquirenti 500 euro per la vendita di un elettrodomestico e 160 euro per la vendita di alcuni capi di abbigliamento, senza mai consegnare la merce;

fermato anche un uomo che, sottoposto al regime arresti domiciliari ad Alliste, si  era allontanato arbitrariamente dalla propria abitazione fino a giungere a Melissano.

I carabinieri di Racale hanno denunciato: un uomo, che nonostante fosse  agli arresti domiciliari, in  seguito a perquisizione domiciliare è stato trovato in possesso di 0,88 grammi di eroina, nonchè vario materiale per il confezionamento ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti; un uomo, già detenuto agli arresti domiciliari, è stato sorpreso dai carabinieri in compagnia di una un pregiudicato, violando gli obblighi impostigli dall’autorità giudiziaria.

A Ruffano, i carabinieri locale stazione hanno deferito in stato di libertà un uomo sottoposto al regime degli arresti domiciliari che si era arbitrariamente allontanato dalla propria abitazione.

A Taviano denunciati:

una donna, già agli arresti domiciliari, ed un uomo che, a seguito di perquisizione personale e domiciliare, sono stati sorpresi in possesso di 3 involucri per un peso complessivo di 0,80 grammi di cocaina.

un uomo, dopo che da perquisizione personale e veicolare  è stato colto in possesso di un involucro contenente 1,2 grammi di cocaina nonché somma in contanti di euro 55 provento dell’attività di spaccio;

un uomo sorpreso alla guida della propria autovettura sprovvisto di patente di guida mai conseguita.

Ad Ugento i carabinieri locale stazione hanno deferito in stato di libertà:

un uomo ed una donna sorpresi in possesso di 24 grammi di marjuana, 3 piante di marijuana, un bilancino, 6 proiettili cal. 6.3, nonché sostanze da taglio e materiale per il confezionamento di sostante stupefacenti;

un uomo che, a seguito di un sinistro stradale con propria la autovettura, sottoposto ad accertamenti, è risultato con tasso alcolemico di  2,5 gr./l., superiore ai limiti consentiti (patente di guida di guida ritirata).

Arrestato Lulzim Kransniqi, 46 anni, nato in Albania e residente a Matino.  Già sottoposto all’affidamento in prova ai servizi sociali per aver reati in materia di stupefacenti, è stato sorpreso a violare reiteratamente le prescrizioni imposte dalla misura in atto, non rientrando a casa negli orari prestabiliti e giungendo ad infastidire una donna residente nello stesso paese. L’arrestatoora è in carcere a Lecce.

Sempre a Matino i Carabinieri della locale stazione hanno denunciato a piede libero un uomo, poiché, a seguito perquisizione personale e domiciliare,  è stato trovato in possesso di 24 cartucce cal. 22, 2 ogive per f.a.l. e 2 cartucce cal. 9, tutte illegalmente detenute.

Segnalato, infine, alla Prefettura di Lecce 6 giovani per “uso non terapeutico di sostanze stupefacenti”.

Continua a Leggere

Alliste

Alliste: Commissione tributaria annulla cartella 450mila euro contro il Comune

Pubblicato

il

L’Agenzia delle Entrate di Lecce fermata dalla Commissione Tributaria di Lecce – sez. 23 – che, in accoglimento dell’eccezioni di diritto e di merito formulate dall’Avv. Maurizio Villani, con la sentenza ritirata in data odierna, ha rigettato l’atto di appello dell’Agenzia delle Entrate di Lecce, con condanna alle spese, ed ha confermato l’annullamento della cartella esattoriale di euro 459.176,25 per l’anno 2011 notificata al Comune di Alliste.

In sostanza, anche sulla base della giurisprudenza della Corte di Cassazione nonché delle stesse risoluzioni ministeriali, il credito d’imposta deve essere sempre riconosciuto, logicamente se il contribuente, come nel caso in contestazione, dimostra di aver sopportato le relative spese.

Nel caso di specie, il Comune di Alliste, con il deposito di una relazione tecnica, ha dimostrato il pagamento dell’IVA per la gestione dello stadio e degli impianti sportivi, del servizio di assistenza non domiciliare agli anziani e delle locazioni immobiliari. La mancata esposizione del credito IVA nella dichiarazione annuale, per puro errore contabile, non deve mai comportare la decadenza dal diritto di far valere tale credito purchè lo stesso emerga dalle scritture contabili, come evidenziato e documentato in sede contenziosa e come opportunamente confermato dai giudici di primo e secondo grado.

Quindi, in definitiva, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, è corretta anche la condanna dell’Agenzia delle Entrate alle spese di euro 4.000,00 a favore del Comune di Alliste, anche perché l’Agenzia è andata di contrario avviso alle stesse risoluzioni ministeriali.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus