Connect with us

Alezio

A Parabita hanno vinto sport e solidarietà

Archiviata con successo la  20° Maratonina “Salento d’Amare”: primi sul traguardo  Emanuele Coroneo e Paola Bernardo

Pubblicato

il

Si spengono i riflettori sulla 20° edizione della Maratonina “Salento d’Amare” organizzata ieri a Parabita.


Gli Amici di Nico


A curare l’evento, l’Associazione Sportiva Dilettantistica “Podistica Parabita” presieduta da Antonio Leopizzi.


Quattro i comuni coinvolti dalla gara podistica nazionale di 21,097 Km: ParabitaAlezio, Sannicola e Tuglie.


All’evento hanno partecipato numerosi atleti  provenienti da ogni parte della regione. Il percorso, con un tempo massimo stabilito di tre ore, ha alternato borghi e strade poderali, Centri storici, distese d’ulivi e macchia mediterranea.


L’arrivo del vincitore


Per la categoria maschile, a tagliare il traguardo su via Coltura con il tempo di 01:17:03 è stato Emanuele Coroneo tesserato con la “La Mandra Calimera” seguito da Daniele Leggio A.s.d. Tre Casali” con 01:17:42. Terzo posto per Rosario Graziano Petracca Podistica Magliese”01:18:41, quarto per Diego Mauro Friolo A.s. Action Runnig Monteroni”  con 01:22:47 e quinto per Giorgio Esposito Atletica Salentina Lecce” 01:23:39.


Tra le fila femminili, la vincitrice è stata Paola Bernardo 01:28:59 tesserata con l’Asd “Amatori Corigliano ”. Al secondo posto, Pamela Greco della “Saracenatletica” di Collepasso con 01:30:23, terzo per Francesca Mele Club Corre Galatina” 01:30:58, quarto per  Claudia Vincenti A.s.d. At Runnig”   01:32:23 e il quinto a Viviana Mele Atl. Amatori Corigliano”  01:36:37.


Nel corso della giornata non sono mancate le sorprese perché a prendere parte alla manifestazione anticipando la partenza intorno alle ore 6.00 del mattino  è stata Silvia Furlani 58 anni di Udine, ex maratoneta,  affetta da Sclerosi multipla.


Nel 1990 partecipò a 3 maratone in un mese: Berlino, Venezia e Carpi, poi runner su distanze più brevi e ora camminatrice.

Per non arrendersi all’avanzare inesorabile della malattia, dopo aver girato il mondo partecipando a manifestazioni prestigiose come il cammino di Santiago, la Maratona di New York e quella di Verona, quest’anno ha scelto anche la Maratonina “Salento d’Amare”.


Una sfida per dimostrare a se stessa e agli altri che riuscire a vincere la propria malattia è possibile.


L’arrivo della vincitrice


Abbastanza partecipata è stata la camminata veloce non competitiva “Running and walking to Rosa” lungo un percorso di 10 Km (con un tempo massimo stabilito di 1h30’). Per l’occasione, i proventi sono stati interamente devoluti   per la ricerca sul cancro a favore dell’associazione “Angela Serra – Italia Memma Ferrari” di Parabita.


All’interno di questo contesto si è inserita pure la partecipazione del Centro Servizi per l’Autismo “Amici di Nico” Onlus di Matino guidato dalla sua presidente Maria Antonietta Bove. A promuovere l’invito, la “Podistica Parabita” per favorire il tema dell’Inclusione sociale. Si tratta di un’idea già avviata lo scorso dicembre, dalla realtà “Amici di Nico” e dal Comune di Matino, attraverso il Progetto “Vivi la Città”.


I ragazzi, infatti, hanno potuto percorrere 1,5 Km con il supporto degli educatori e delle loro famiglie.


La mattinata è stata caratterizzata dalla presenza de i “Volontari del sorriso” del gruppo “Pacer – gli originali” i quali si sono messi a disposizione dei corridori per tenere alto il buonumore e tagliare il traguardo in allegria, dimenticando fatica e tensioni.


<< Abbiamo vissuto una grande giornata all’insegna dello Sport.  Ringrazio tutti i volontari che si sono prodigati per la buona riuscita della manifestazione>> afferma il presidente Antonio Leopizzi.


Agli atleti che hanno preso parte al percorso della  20° edizione della Maratonina “Salento d’Amare” 2019 sono state consegnate delle  medaglie realizzate in legno d’ulivo, a cura  dell’erbanista parabitano Carlo Antonio Nicoletti.


Alezio

Palpeggiava figliastra minorenne: condannato 34enne

Accusato di aver molestato la figliastra di 11 anni, arriva il secondo verdetto
Arriva la condanna a un anno e 8 mesi nel processo d’appello per il 34enne di Alezio accusato di aver palpeggiato la figliastra

Pubblicato

il

Arriva la condanna a un anno e otto mesi di reclusione dalla Corte d’appello di Lecce per il 34enne di Alezio accusato di violenza sessuale ai danni della figliastra che all’epoca (dicembre 2017) aveva undici anni.

Sentenza alleggerita dunque di due anni e due mesi rispetto a quella dei giudici di primo grado, i quali avevano considerato il fatto di lieve entità, respingendo la richiesta di cinque anni avanzata dalla pubblica accusa.

L’inchiesta era partita dalla denuncia della madre della minorenne, allertata telefonicamente dalla figlia a causa di palpeggiamenti da parte del patrigno, il quale non era riuscito a spingersi oltre perché questa riuscì a divincolarsi e ad allertare per telefono la madre.

Durante l’interrogatorio, l’uomo, assistito dagli avvocati Rocco Vincenti e Lanfranco Leo, respinse le accuse, sostenendo che il fatto non sussiste e che il presunto tentativo di palpeggiamento non sarebbe mai avvenuto. Ed è questa la tesi sostenuta anche in sede processuale.

Continua a Leggere

Alezio

Denunciato perchè non ha sottoposto i dipendenti a sorveglianza sanitaria

Controlli dei carabinieri nel gallipolino: contestate ammende per 4.900 euro, scoperti 4 lavoratori irregolari e pizzicato titolare di una ditta non iscritto alla camerra del commercio che ha fatto anche domanda per il reddito di cittadinanza!

Pubblicato

il

Dopo la riapertura parziale delle attività produttive proseguono i controlli dei carabinieri per verificare se sono state attuate le misure di contenimento del contagio previste.

I carabinieri della Compagnia di Gallipoli insieme a personale del Nucleo Carabinieri Tutela Lavoro, hanno effettuato le ispezioni tra Gallipoli ed Alezio.

Un uomo di 45 anni, socio amministratore di una società è stato denunciato perché non ha sottoposto i lavoratori dipendenti a sorveglianza sanitaria.

Nel corso dei controlli su attività produttive, industriali e commerciali sono state controllate tre aziende, individuati 16 lavoratori (di cui 4 irregolari) e contestate ammende per un importo totale di 4.900 euro.

Scoperto anche il titolare di una ditta individuale non iscritto alla camera commercio e che, il 21 aprile scorso, aveva presentato istanza Inps per percepire il reddito cittadinanza.

Continua a Leggere

Alezio

Cocaina, marijuana ed hashish: tre arresti in provincia

Tre distinte operazioni dei carabinieri tra Lecce, Leverano e Alezio

Pubblicato

il

Il lockdown vale per (quasi) tutti ma non evidentemente per chi gravita nel mondo della droga e vorrebbe continuare a fare soldi facili con lo spaccio.

I carabinieri hanno fermato tre persone in provincia beccate a smerciare a droga.

A Leverano tratto in arresto in flagranza di reato Antonio Casaluce, 37 anni, trovato in possesso di 1.820,00 euro, di cui non era in grado di dare una giustificazione. Nella successiva perquisizione presso la sua abitazione rinvenuti: 70,4 grammi di marijuana; 26,25 grammi di cocaina; 27 grammi di sostanza da taglio, due bilancini di precisione e materiale vario per il confezionamento. Rivenuti anche altri 2.295 euro in contanti.

Casaluce è stato posto ai domiciliari a disposizione delle autorità giudiziarie.

A Lecce, arrestato in flagranza Mirando Roshaj, 31enne di nazionalità albanese ma residente nel capoluogo salentino, trovato in possesso di 24 grammi di cocaina, 39 grammi di hashish, una sigaretta confezionata artigianalmente contenente marijuana e materiale per il confezionamento, tutto posto sotto sequestro. Anche Roshaj è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso propria abitazione in attesa di citazione diretta a giudizio.

Infine ad Alezio fermato il ventenne F.G.: a seguito perquisizione personale e domiciliare i carabinieri hanno rinvenuto 300 grammi di marijuana, un bilancino precisione e 400 euro in contanti. Anche in questo caso l’arrestato è stato accompagnato presso la presso propria abitazione agli arresti domiciliari.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus