Connect with us

Attualità

Montesano, Miggiano e Specchia contro Matino, Ruffano e Casarano

“La Regione Puglia intervenga per ristabilire le regole all’interno dell’Aro 9”

Pubblicato

il

I sindaci di Montesano Salentino Silvana Serrano, di Miggiano Giovanni Damiano e di Specchia Rocco Pagliara assumono posizione comune rispetto alle attuali vicende che si stanno verificando all’interno dell’Aro 9. Già da tempo non partecipano più alle assemblee in segno di protesta contro il modus operandi dei sindaci dei Comuni di Matino, Ruffano e Casarano, detentori della maggioranza delle quote.


Cataldi, Russo e Stefano”, scrivono Silvana Serrano, Giovanni Damiano e Rocco Pagliara, “in assenza del presidente Cacciapaglia, hanno nominato un presidente pro tempore solo per presiedere l’assemblea nel corso della quale hanno dato mandato al responsabile unico del procedimento, Giuseppe Petruzzi, per procedere all’annullamento del bando di gara, da 32 milioni di euro più Iva, per la gestione dei rifiuti nei 7 Comuni rientranti nell’Ambito, a loro parere, “non rispondente agli obiettivi minimi contenuti nella normativa relativa all’affidamento del servizio di gestione dei rifiuti urbani e non risulta corrispondente alla Carta dei Servizi predisposta dalla Regione Puglia”. Inoltre hanno chiesto che la gestione venga portata da 5 a 9 anni con il conseguente stravolgimento dell’intero piano di gestione dei rifiuti. A tali comportamenti sono seguite le dimissioni dell’allora presidente  Alfredo Cacciapaglia, sindaco di Parabita, e del suo vice Silvana Serrano.


“Esprimiamo piena solidarietà al collega di Parabita dimissionario dell’Aro 9”, continuano Damiano, Pagliara e Serrano, “presidente fatto oggetto di attacchi sulla stampa per una gestione definita “feudale” dai primi cittadini di Casarano, Matino e Ruffano. A nostro parere ha sempre agito nella piena legittimità, in modo corretto e con le stesse priorità e preoccupazioni di un buon padre di famiglia ed è stato sempre disponibile all’ascolto. Risulta incomprensibile la decisione dei tre sindaci di chiedere l’annullamento del bando, a gara ormai conclusa e con le offerte già pronte per essere aperte, ipotizzando il coinvolgimento del CONAI per migliorare lo stesso bando. Ciò va contro tutta l’attività realizzata fino a questo momento. Ricordiamo agli stessi che il Consorzio Nazionale Imballaggi era già stato coinvolto sin dal principio nella fase di redazione del progetto posto a base di gara, e realizzato a costo zero per l’Aro, e attraverso una nota ha già sottolineato di non comprendere la decisione del Comune di Matino di chiedere l’annullamento del bando, ritenendo le motivazioni infondate”.

Damiano, Serrano e Pagliara chiedono l’intervento della Regione Puglia, già interessata dalla questione insieme all’Anac e alla Prefettura di Lecce, affinché venga commissariato l’Aro 9, che nei giorni scorsi per mano dei sindaci di Casarano, Ruffano e Matino ha eletto come nuovo presidente Gianni Stefano e vicepresidente Rocco Pagliara. Quest’ultimo neanche presente all’assemblea. “Non condividendo le azioni fin qui poste in atto”, ha spiegato il sindaco di Specchia, “e non essendoci possibilità di dialogo e di confronto, insieme ai colleghi di Miggiano, Montesano e Parabita già da tempo non partecipiamo agli incontri. Per questo motivo non ero presente al momento dell’elezione e sono pronto a presentare le dimissioni da vicepresidente”.


I tre sindaci confermano, infine, la loro decisione di non prendere parte alle assemblee future dell’Aro 9 fino a quando non si ristabilirà un tavolo di confronto e la Regione non darà direttive in merito.


Attualità

Decreto Semplificazioni: la 275 esclusa dalle opere strategiche

Pubblicato

il

L’atteso Decreto Semplificazioni che permetterà di accelerare e snellire le procedure per le realizzazioni di grandi opere non includerà la 275.

Una chimera

Rischia di restare una chimera la realizzazione dei lavori di miglioramento e allargamento della Maglie-Leuca. L’ennesima puntata dell’eterna incompiuta la segna il Premier Conte che ha annunciato le opere strategiche incluse nel Decreto, senza inserire la 275.

Potenziamento ferroviario

Resta sull’altro piatto della bilancia un intervento ferroviario che prevede il potenziamento dell’asse Napoli-Bari-Lecce-Taranto.

Continua a Leggere

Attualità

La scrittrice Marina Di Guardo, mamma della Ferragni, si gode il Salento

Pubblicato

il

La scrittrice Marina Di Guardo, mamma di Chiara Ferragni, si gode il Salento.

Piatti tipici, mare, centri storici nostrani. Le sue storie instagram raccontano il suo soggiorno nel basso Salento tra Specchia, Presicce, Ugento ed altri centri del Tacco.

Ospite di un resort di Torre San Giovanni, risolleva il morale della marina di Ugento, oggi comparsa sulle pagine di cronaca di mezza Italia per l’arresto di un boss della camorra finito in manette proprio sulle sue spiagge.

Continua a Leggere

Attualità

Un biglietto per il Salento? Costa oro

Pubblicato

il

L’alternativa al Frecciargento? Più che il Frecciarossa, il Frecciaoro.

È ciò che si direbbe consultando i prezzi che stanno comparendo sul sito di Trenitalia per l’alta stagione.

Quest’estate non torno

Una nostra lettrice di Montesano ci segnala l’incredibile rincaro dei biglietti. Complice il Coronavirus e le misure antiassembramento che hanno ridotto i posti utilizzabili nelle carrozze, la disponibilità di sedute è dimezzata. Ma la richiesta non va di pari passo, anzi.

Dopo mesi di lockdown, sono tanti i salentini che ancora attendono di poter tornare a casa. Dal lavoro o dall’università. E molti di loro non potranno farlo in queste vacanze estive. Il motivo? Il costo dei biglietti. Prendere un treno per Lecce da Torino, un sabato di agosto, costa minimo 150€. Le tariffe volano vertiginosamente (non solo per chi arriva da Piemonte).

Come in foto, dal capoluogo torinese in agosto partiranno treni per i quali vi è sola disponibilità di biglietti executive con un prezzo indicibile: 304 euro.

Chissà che, con ancora 3 settimane di tempo, il costo non possa salire ancora da qui al fischio del capotreno.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus