Connect with us

Attualità

Clown Lacoste: applausi a scena aperta

Da Tricase fino al sud della Polonia per regalare un sorriso ai bambini fuggiti dagli orrori della guerra

Pubblicato

il

Standing ovation per il Clown Lacoste. Non (solo) da chi ha assistito o assiste ai suoi spettacoli ma da tutti noi per il grande esempio che ci ha dato.


Rosario Mercogliano è partito lo scorso 5 aprile da Tricase, per portare sprazzi di divertimento e socialità per i bambini profughi dell’Ucraina, ospiti in un centro a Cracovia, in Polonia.


Oltre 2.100 km a bordo di un furgone zeppo di giochi in legno, giochi di socialità, tavolo musicale, computer, due tende da festa, cartoncini telati, 25 kg di colore a tempera, 30 kg di Das per manipolazione, set di pennelli per pittura su tela, 6 panche, una cassa audio con mixer incorporato e radiomicrofono. Per una spesa complessiva di 6.815 euro.


Applausi anche a chi lo ha sostenuto e gli ha consentito di raccogliere 7.512 euro attraverso una raccolta fondi su GoFundMe (Tricaseèmia, Associazione Commercianti, Adovos Messapica, Mobbasta, Coppula Tisa) e dal Fondo di mutualità e assistenza del gruppo BPP.


Dal canto suo la Caritas Ugento – S. M. di Leuca, di concerto con Caritas Italiana e Caritas Polonia, ha reso fattibile il viaggio, facilitando l’accoglienza nella Città di Cracovia presso il centro dei Padri Trinitari a cui saranno donate le somme rimanenti.


Dopo oltre duemila km e «un caffè americano lungo più del Danubio», il Clown Lacoste è finalmente arrivato a Cracovia.

Ad accoglierlo Padre Mattia del convento dei Padri Trinitari.


Distribuiti i primi doni ai bambini e agli adulti ospiti dei padri Trinitari di Cracovia, il Clown Lacoste ha provato con padre Mattia lo spettacolo per i bambini ospiti in montagna, dalle suore.


Il suo primo spettacolo di clowneria, a Zakopane, nel sud della Polonia è stato un successo.


La città ospita circa duemila profughi ucraini e sono centinaia i bambini accolti nelle scuole. La difficoltà di comunicazione, per via della lingua, uno dei primi problemi da affrontare, è del tutto svanita davanti alla mimica comica del Clown Lacoste.



Attualità

Riecco il Covid: raddoppiati i positivi totali in una settimana

Pubblicato

il

Il Covid torna a far parlare di sé. La diffusione dei contagi in questi ultimi giorni è ormai nota: tra parenti, amici, conoscenti, colleghi di lavoro, sono sempre di più le persone ad avere un “contatto” con un positivo.

Ed infatti, il report settimanale dell’Asl di Lecce conferma l’andazzo: i positivi sono quasi raddoppiati nell’arco di una sola settimana.

Una impennata che vede a Botrugno la percentuale più alta di positivi per mille abitanti. Ed a Lecce e Nardò il numero più elevato di casi assoluti. Il dato completo da tutti i Comuni della provincia nel documento che puoi scaricare qui di seguito, cliccando download.

Continua a Leggere

Attualità

Tricase destinazione autentica, il video

Il nuovo videospot commissionato dall’amministrazione. In un minuto e 30 secondi, un inno d’amore per la propria terra

Pubblicato

il

Un video per promuovere Tricase.

Con l’hastag #destinazioneautentica è disponibile sul canale youtube del Comune tricasino il nuovo videospot commissionato dall’amministrazione guidata dal sindaco Antonio De Donno.

Un vero e proprio racconto, in poco più di un minuto e mezzo, dell’amore che si nutre per la propria terra.

Continua a Leggere

Attualità

Ulivi e Primitivo sulla moneta pugliese

È stata coniata dal Poligrafico dello Stato nell’ambito di una serie da collezione dedicata alla cultura enogastronomica italiana; dal valore nominale di 5 euro, è stata prodotta in 15mila unità ed è in vendita nei negozi e sul sito internet del Poligrafico dello Stato

Pubblicato

il

Ora anche la Puglia ha la sua moneta, nata per celebrare la nostra regione e le sue eccellenze enogastronomiche.

È stata coniata dal Poligrafico dello Stato nell’ambito di una serie da collezione dedicata alla cultura enogastronomica italiana.

La moneta può essere non solo un mezzo di pagamento ma anche un importante vettore per la promozione culturale dei territori italiani, un percorso che il Poligrafico dello Stato ha intrapreso nel 2019 quando, per la prima volta è stata coniata una moneta dedicata alla pizza e alla cultura enogastronomica campana.

Quest’anno è toccato alla Puglia che è rappresentata con numerosi elementi tipici della regione tra cui orecchiette, il vino Primitivo (tutto salentino), il pane di Altamura, gli ulivi, un trullo e i delfini di Taranto.

«La moneta dedicata alla Puglia è un’occasione importante», ha dichiarato Alfonso Pecoraro Scanio, presidente della fondazione Univerde, «per sostenere la nostra battaglia contro il fake food».

La moneta dal valore nominale di 5 euro, è stata prodotta in 15mila unità ed è in vendita nei negozi e sul sito internet del Poligrafico dello Stato. Sta riscuotendo un successo notevole come ha riferito il direttore del Poligrafico dello Stato Antonio Cascelli, in poche ore sono stati venduti 9mila pezzi e si stima che entro la settimana non saranno più disponibili. All’evento ha preso parte il Presidente del

Poligrafico di Stato Antonio Palma che ha sottolineato la qualità e l’impegno del lavoro posto in essere dai tecnici del poligrafico che si confermano ogni giorno tra i migliori al mondo.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus