Connect with us

Attualità

Confindustria Lecce, linee programmatiche e priorità

Assemblea pubblica sabato 17 febbraio (dalle 10,30) al Centro Congressi Ecotekne. Nell’occasione saranno presentati anche i nuovi 4 vice del neo presidente Valentino Nicolì (di Lequile): Angela Ricchiuto (di Tiggiano), Antonio Filograna Sergio (Casarano), Antonio Pisanò (Nardò) e Fabio Montinaro (Campi Salentina)

Pubblicato

il

Confindustria Lecce si riunirà in assemblea e nell’occasione presenterà anche i nuovi vice presidenti dopo la designazione del nuovo presidente Vincenzo Nicolì.


L’assemblea è in programma sabato 17 febbraio (dalle 8,30 assemblea privata e dalle 10,30 quella pubblica) presso il Centro Congressi Ecotekne.


I lavori saranno aperti dai saluti istituzioni di Fabio Pollice (rettore dell’Università del Salento), Luca Rotondi (Prefetto di Lecce), Carlo Salvemini (sindaco di Lecce), Stefano Minerva (presidente della Provincia), Alessandro Delli Noci (assessore regionale allo sviluppo economico) e Sergio Fontana (presidente di Confindustria Puglia).


Valentino Nicolì, il nuovo presidente di Confindustria Lecce


A seguire la relazione programmatica del neopresidente di Confindustria Lecce, Valentino Nicolì (illustrerà le linee programmatiche e le priorità per lo sviluppo dell’impresa, del lavoro e del territorio), e l’intervento del ministro per gli affari europei, le politiche di coesione e il PNRR, Raffaele Fitto.


Le conclusioni saranno affidate al presidente nazionale di Confindustria Carlo Bonomi.


Nel corso dell’evento si discuterà e si condivideranno le sfide e le opportunità che il settore industriale sta affrontando nella nostra provincia, in un più ampio contesto regionale, meridionale, nazionale ed estero. L’assemblea riunirà imprenditori, rappresentanti istituzionali, esperti del settore, esponenti della società civile, sindacale e datoriale, il mondo dell’università, della formazione e della scuola, offrendo un’importante piattaforma di relazione e confronto.


«L’impresa e il lavoro», si legge in una nota di Confindustria, «devono essere rimessi al centro delle politiche e della programmazione dei Governi a tutti i livelli, soprattutto il complessivo rilancio del Mezzogiorno. In un contesto globale in continua evoluzione, la competitività territoriale diviene la partita più importante, insieme alla capacità di visione con obiettivi chiari e misurabili, da realizzare in tempi certi. L’impegno di Confindustria Lecce è quello di promuovere un dialogo con tutte le parti economiche, sociali, civili e politiche per creare un contesto favorevole all’impresa e allo sviluppo. Gli imprenditori sono consapevoli dei gravi ritardi del sud rispetto al resto del Paese, ma esistono, oggi più che mai, le condizioni e gli strumenti per ridare slancio al sistema economico territoriale».


I NUOVI VICE


Come detto nell’occasione saranno presentati i quattro nuovi vice presidenti di Confindustria Lecce: Antonio Pisanò, amministratore di Ilmea (Nardò); Antonio Filograna Sergio di Casarano amministratore del gruppo Green Seagull (“Leo Shoes”, “Antonio Filograna” e “Manifatture Salento”); Fabio Montinaro, legale rappresentante Sud Gas di Campi Salentina; Angela Ricchiuto, originaria di Tiggiano e quality manager di Fornopronto a Tricase, garantirà la quota rosa in seno ai vertici provinciali degli industriali.





 


Attualità

AQP: “A Corsano mancherà l’acqua per alcuni lavori”

Disagi saranno avvertiti esclusivamente negli stabili sprovvisti di autoclave e riserva idrica o con insufficiente capacità di accumulo.

Pubblicato

il

L’acquedotto Pugliese fa sapere che, per consentire l’esecuzione di alcuni lavori, sarà necessario sospendere temporaneamente la normale erogazione idrica il 22 aprile 2024, in via Nino Bixio, a Corsano.

La sospensione avrà la durata di 8 ore, a partire dalle ore 9:00 con ripristino alle ore 17:00.

Disagi saranno avvertiti esclusivamente negli stabili sprovvisti di autoclave e riserva idrica o con insufficiente capacità di accumulo.

Continua a Leggere

Attualità

Surbo: Cataldi (M5S) entra in consiglio comunale

Come primo dei non eletti alle amministrative della scorsa primavera subentra ad un consigliere dimissionario

Pubblicato

il

 Segui il canale il Gallo  Live News su WhatsApp: clicca qui

Salvatore Cataldi, (nella foto con il presidente Giuseppe Conte) «militare, classe 1979, pentastellato storico del MoVimento 5 Stelle di Surbo, è stato chiamato, come primo dei non eletti alle amministrative della scorsa primavera, a subentrare in Consiglio comunale ad un consigliere dimissionario. La proclamazione avverrà nel primo Consiglio utile, verosimilmente mercoledì 24 aprile».

Lo dichiara in una nota il Coordinatore M5S per la Provincia di Lecce e già senatore, Iunio Valerio Romano che aggiunge: «Salvatore e tutta la comunità pentastellata di Surbo hanno sempre lavorato bene e quest’opportunità consentirà loro di essere direttamente incisivi nell’amministrazione di Surbo e Giorgilorio sui temi più identitari, quali il welfare e la transizione ecologica».

«Sono estremamente motivato a fare del mio meglio e l’impegno sarà massimo, unitamente al Gruppo M5S di Surbo e Giorgilorio, che ringrazio per il costante supporto, al fine di portare le nostre idee e i nostri progetti in Comune, al servizio dei nostri concittadini», le prime parole di Cataldi, «ringrazio, altresì, il MoVimento 5 Stelle, la mia casa da oltre dieci anni, che mi ha consentito di crescere, prima di tutto come persona, rappresentando sempre un luogo di confronto e condivisione».

Continua a Leggere

Attualità

Depressa di Tricase: lavori al Calvario

La vice sindaco Francesca Longo: «Luogo di interesse religioso, oltreché culturale e identitario della nostra Città per questo abbiamo deciso di investire centomila euro utilizzando fondi del bilancio comunale»

Pubblicato

il

 Segui il canale il Gallo  Live News su WhatsApp: clicca qui

Avviati i lavori per la riqualificazione del Calvario a Depressa di Tricase.

Ne ha dato annuncio la vice sindaco di Tricase Francesca Longo: «Il Calvario, sito nella zona denominata “Largo Dei Pozzi Messapici”», la premessa, «venne costruito nel 1885 e abbellito nel 1973, su progetto e disegni di G. Villani, con le terracotte della prestigiosa ditta Garrisi di Galatina».

Ne consegue che «rappresenta un luogo di interesse religioso, oltreché culturale e identitario della nostra Città».

Per questa ragione, «l’amministrazione comunale ha deciso di investire centomila euro utilizzando fondi del bilancio comunale, per riqualificare l’intera area».

 

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus