Connect with us

Attualità

“Il pericolo degli allagamenti nel Salento”

Convegno e presentazione del saggio del geologo Francesco Forte il 19 ottobre a Maglie. Nel corso degli anni, quasi tutti i Comuni salentini sono stati colpiti da questi eventi naturali, compreso Tricase…

Pubblicato

il

Di recente, come nel passato, il territorio del Salento leccese è stato vulnerato da allagamenti, generati da piogge cadute con forte intensità, ancorché esso sia privo di importanti corsi d’acqua.

Gli eventi di pioggia accadono sovente e con elevata energia nei mesi autunnali e invernali, saltuariamente e con straordinaria intensità nei mesi estivi.

Di conseguenza, si generano alluvioni lampo i cui effetti pericolosi sono amplificati dalle naturali caratteristiche geologiche e geomorfologiche del territorio salentino e, soprattutto, da una frenetica attività antropica iniziata negli anni Settanta del secolo scorso e tuttora in atto.

Le alluvioni possono causare situazioni di allarme e panico alla popolazione, danni alle strutture e infrastrutture e a ogni tipo di bene socio–economico.

Inoltre, esse rendono acquitrinosi estesi terreni e, quando l’acqua si infiltra nel sottosuolo, possono provocare interferenze alla falda acquifera sotterranea.

Nel corso degli anni, quasi tutti i Comuni salentini sono stati colpiti da questi eventi naturali, compreso Tricase. Qui, infatti, dopo abbondanti piogge, l’acqua alluvionale ha attraversato l’abitato e si è riversata, dapprima, in un’ampia depressione topografica che cinge il paese a Sud e a Est, abbattendo alcune serre e, poi, è sfociata nel mare.

Nelle campagne, invece, le alluvioni hanno ristagnato per lungo tempo sulle terre rosse, impermeabili, rovinando diverse colture.

Ancora oggi, le alluvioni continuano ad arrecare danni agli edifici del centro urbano, come pure alle infrastrutture stradali, tra cui i viali Ottaviano Augusto e Monteverdi, i vicoli del centro storico, alcune vie del rione di Caprarica e le strade provinciali n. 75, n. 81, n. 335.

Parimenti, nelle frazioni di Depressa, Lucugnano e Tutino, a Marina Serra ed a Tricase Porto.

Gli studi compiuti, in accordo con le leggi 183/89, 267/98, 365/2000, il DPCM del 27 febbraio 2004, il decreto-legge 152/06, la Direttiva 2007/60/CE e il relativo decreto-legge 49/2010 di attuazione, possono essere un indirizzo utile per avviare un’accurata politica di gestione e pianificazione del territorio, adottando linee d’intervento che mirino alla reale mitigazione e, ancor meglio, alla prevenzione del rischio di allagamento.

Tali studi saranno argomenti di un Convegno nel quale il geologo Francesco Forte presenterà il saggio dal titolo “Le alluvioni e le avversità del tempo atmosferico nel Salento leccese”.

L’evento si terrà venerdì 19 ottobre, alle ore 18,30, presso la Galleria “Francesca Capece”, a Maglie.

BREVE BIOGRAFIA DELL’AUTORE

Francesco Forte è geologo e dottore di ricerca in Geomorfologia e Dinamica ambientale con una specializzazione in Telerilevamento e Sistemi Informativi Geografici per la valutazione dei rischi naturali all’Istituto internazionale per le Scienze Geoinformatiche e l’Osservazione della Terra di Enschede, in Olanda.

Collabora con Università e Società di Geologia e Ingegneria; è autore di diverse pubblicazioni scientifiche e membro di Case editrici internazionali.

Attualità

Bollettino covid: +11 in Puglia ma il Salento resta vergine

Dall’inizio della pandemia è di 4.458 il totale dei contagiati: sono 2.178 i pazienti guariti, 1.793 i casi attualmente positivi

Pubblicato

il

Altri 11 contagi in Puglia ma il Salento resta ancora esente da nuovi contagi.

Eseguiti nelle ultime 24 ore 1.832 test: il tasso di positività su tutto il territorio regionale è dello 0,60% in aumento rispetto allo 0,45% di ieri ma sempre contenuto.

Sottolineato che gli ultimi casi riguardano soprattutto la Capitanata (7) e il barese (3) ieri è stato registrato un altro decesso di Pugliese con covid nella provincia Bat.

Dall’inizio della pandemia sono stati effettuati 103.570 test.

Sono 2.178 i pazienti guariti; 1.793 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia dall’inizio dell’emergenza sanitaria è di 4.458, di cui 511 nella provincia di Lecce.

IL BOLLERTTINO EPIDEMIOLOGICO DEL 24 MAGGIO

 

Continua a Leggere

Attualità

“Aiutaci a ripartire in sicurezza”, il video di Confcommercio Lecce

Da Confcommercio Imprese Lecce, un video per sensibilizzare sull’uso corretto delle mascherine, sul mantenimento della distanza sociale e sugli assembramenti

Pubblicato

il

IL VIDEO DI CONFCOMMERCIO IMPRESE PER L’ITALIA LECCE

Continua a Leggere

Attualità

Muro Leccese: aiutiamo Gianpiero

L’appello dei figli: “Lotta da due anni contro un raro tumore al cervello. In Germania è possibile un intervento presso l’International Neuro Science Institute di Hannover che può restituirgli la vita…”

Pubblicato

il

Come per il caso di Andrea il 35enne magliese che è stato operato con successo ad Hannover (in quel caso la campagna di raccolta fondi fu lanciata dalla fidanzata Giovanna di Corigliano d’Otranto) anche Francesco e Stefano di Muro Leccese, lanciano una campagna di raccolta fondi su gofundme per aiutare il papà Gianpiero.

Siamo Francesco e Stefano”, scrivono nel loro appello, “il nostro papà Gianpiero lotta da due anni contro un male che ora mette in pericolo la sua vita. Si tratta di un raro tumore al cervello che in Italia non trova rimedi efficaci. In Germania, invece, è possibile un intervento presso l’International Neuro Science Institute di Hannover che può restituirgli la vita. Per questo chiediamo il vostro aiuto economico, per affrontare i costi dell’intervento che serve a salvare il nostro papà Gianpiero. Aiutateci!”.

Chiunque voglia aiutare Gianpiero e raccogliere l’appello di Francesco e Stefano può utilizzare l’iban: IT45Q0526279720CC0030401810;

intestatario Grande Emilio

(Indicare nella causale DONAZIONE AIUTIAMO GIANPIERO)

 

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus