Connect with us

Attualità

Ospedale di Tricase: il Cup ora è a pieno regime

Il direttore sanitario Pierangelo Errico: “Disagi solo nei primi giorni di ottobre”

Pubblicato

il

Numerose le segnalazioni giunte in Redazione riguardo la difficoltà di raggiungere il Centro Unico di Prenotazione (CUP) dell’Ospedale “Card. Panico” di Tricase. Le prenotazioni attraverso il CUP possono essere fatte anche telefonicamente per agevolare gli utenti ed evitargli di dover prendere l’auto e recarsi fino alla struttura sanitaria di riferimento. Vista la bontà e l’utilità del servizio in una struttura che solo nell’ultimo anno ha aumentato il numero di prestazioni complesse (prestazioni che contemplano un day surgery ed un day hospital o prestazioni multidisciplinari all’interno delle lungodegenze come ad esempio le tante esecuzioni di interventi complessi in chirurgia laparoscopica – chirurgia mininvasiva senza cicatrice) del 27,27%, toccando quota 28 mila (da 22mila).

Abbiamo voluto verificare in prima persona l’attendibilità di quanto segnalatoci: trovata conferma, abbiamo chiesto lumi al direttore sanitario dell’Ospedale Pierangelo Errico che ci ha confermato delle “difficoltà nella prima parte del mese ottobre, quando abbiamo dovuto ridurre l’operatività per motivi tecnici: il servizio invece di terminare come al solito alle 19 veniva interrotto alle 15”. I disagi sono seguiti al passaggio di potenziamento dell’orario stabilito dopo il periodo estivo quando si è allungato l’orario proprio fino alle 19. Ora, però, il problema pare risolto anche se il direttore sanitario avverte: “L’attesa media è di almeno 3-4 minuti; il sistema è meccanizzato e mette in coda le telefonate a seconda dell’orario di arrivo. Chiaro che se sono in tanti a telefonare nello stesso momento l’attesa si prolunga. Ecco perché consiglio, se possibile di chiamare anche in orari diversi rispetto alla metà mattinata, fase della giornata nella quale di solito si accavallano le telefonate”.

Ricordiamo che il numero del Cup dell’Ospedale tricasino è lo 0833/1830652 ed è accessibile dalle 8,30 alle 19 dal lunedì al venerdì e dalle 8 alle 13 il sabato (salvo diverso avviso registrato in segreteria). Tra accettazione e Cup il personale sempre operativo non è mai inferiore alle 9 unità e di queste fino alle 15, tre o quattro sono impegnate al Centro prenotazione.
g.c.


Attualità

Su 73 nuovi contagi in Puglia, 5 sono nel Leccese

Pubblicato

il


Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi giovedì 24 settembre in Puglia, sono stati registrati 4.123 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 73 casi positivi: 37 in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi, 5 nella provincia BAT, 19 in provincia di Foggia, 5 in provincia di Lecce, 6 in provincia di Taranto.

Sono stati registrati 3 decessi: 2 in provincia di Bari e 1 in provincia di Taranto.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 389613 test.

4.455 sono i pazienti guariti.

2.263 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 7.304, così suddivisi:

2.846 nella Provincia di Bari;

602 nella Provincia di Bat;

764 nella Provincia di Brindisi;

1.746 nella Provincia di Foggia;

772 nella Provincia di Lecce;

515 nella Provincia di Taranto;

58 attribuiti a residenti fuori regione;

1 provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.




Sulla mappa del contagio spunta Carmiano, mentre alcuni dei nuovi contagi sono a Campi ed a Salice (dove un piccolo focolaio aveva interessato la sede comunale).


Continua a Leggere

Attualità

Arriva l’autunno, rovesci, temporali e neve (al nord)

Al Sud il grosso del maltempo è atteso dalla serata di venerdì con temporali a partire…

Pubblicato

il

L’autunno irrompe con prepotenza sull’Italia con una intensa perturbazione dal Nord Europa che darà vita a un vortice ciclonico nel cuore dell’Italia. Attesi rovesci, temporali, grandinate, burrasche di vento e persino la neve su Alpi e Appennino

FORTE PERTURBAZIONE IN ARRIVO

“Nelle prossime ore ci attendiamo un netto cambiamento delle condizioni meteo-climatiche sull’Italia, per una intensa perturbazione in discesa dal Nord Europa e alimentata da aria fredda groenlandese” – lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che avverte – “in arrivo rovesci e temporali anche di forte intensità nelle prossime ore con inizialmente un maggiore coinvolgimento del Centronord. Forti temporali aggrediranno poi il versante tirrenico venerdì, estendendosi a quello adriatico, con fenomeni anche intensi tra Toscana, Lazio, Umbria, Abruzzo e sulla Sardegna.

Al Sud il grosso del maltempo è atteso dalla serata di venerdì con temporali a partire da Campania e Molise. Le temperature saranno in netto calo a partire dal Nord con ritorno della neve sulle Alpi fin verso i 1100-1500m a fine giornata”

NEL WEEKEND CICLONE SULL’ITALIA

“Questa perturbazione darà vita a una circolazione ciclonica sul cuore dell’Italia nel corso del weekend con nuovi rovesci e temporali sparsi, specie domenica e al Centrosud.

Continua a Leggere

Attualità

Finale nazionale delle olimpiadi della matematica

Anche a Tricase, la Finale Nazionale della Gara Individuale delle Olimpiadi di Matematica.

Pubblicato

il

Anche a Tricase, la Finale Nazionale della Gara Individuale delle Olimpiadi di Matematica.

Venerdi 25 settembre dalle ore 14 presso la sede centrale del liceo Stampacchia.

Il 2020 è stato un anno particolare per tutti. Lo sappiamo bene. Il Covid ha cambiato le nostre abitudini in modo radicale.

Per gli appassionati di matematica il mese di maggio era sempre legato alla città di Cesenatico dove si svolgevano le finali nazionali delle Olimpiadi della Matematica.

A maggio 2020 questo non è successo.

Le finali sono state rinviate e si è provato ad organizzale dal 15 al 18 settembre.

Ma far confluire circa 300 ragazzi provenienti da tutte le provincie d’Italia è stato impossibile, causa anche la concomitante chiusura dell’aeroporto di Bologna.

Ma non poteva finire così.

L’UMI (Unione Matematica Italiana) ha deciso di far svolgere la gara finale ognuno nel proprio distretto, sorvegliato, in presenza, dai docenti referenti e, a distanza tramite videoconferenza, dalla Commissione Olimpiadi.

Il distretto di Lecce proprio quest’anno aveva visto aumentare da 5 a 6 le quote degli ammessi alla finale, merito del solerte lavoro dei docenti e degli studenti coinvolti, lavoro che ha portato i giovani salentini a farsi notare nelle precedenti edizioni delle Olimpiadi.

Quest’anno i nostri finalisti sono: Giacomo Calogero del liceo Banzi di Lecce, Mattia Giuri, Gabriele Rizzo e Simone Macchia del liceo De Giorgi di Lecce, Pietro Crisostomo e Giuseppe Tagliaferro del liceo Stampacchia di Tricase .

Il pomeriggio del 25 settembre, presso la sede centrale del liceo Stampacchia i ragazzi si cimenteranno nella risoluzione dei 6 problemi dimostrativi che compongono la finale nazionale 2020.

Avranno quattro ore e mezza di tempo per formulare le loro soluzioni, dopo di che le stesse verranno scansionate e spedite alla Commissione Olimpiadi per la correzione.

Nel giro di pochi giorni si sapranno i risultati e scopriremo se i nostri ragazzi avranno conquistato qualche medaglia che comporterà l’iscrizione nell’Albo delle Eccellenze del Miur.

Lo scorso anno i ragazzi salentini hanno portato a casa 3 medaglie di bronzo e una di argento.

Per questa edizione particolare della Finale Nazionale delle Olimpiadi della Matematica nel Salento, è stato nominato il corrispondente del Nuovo Quotidiano di Puglia, Pino Greco, figura super pates per la conduzione della gara.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus