Connect with us

Attualità

Puglia regina del turismo nazionale e internazionale

Dopo la pandemia, il turismo in Puglia ha registrato un +45% degli arrivi. Tutti i dati

Pubblicato

il

“Dopo chiusure e limitazioni”, dopo la pandemia, il turismo in Puglia ha registrato un +45% degli arrivi (1.327.000) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, questo solo nei primi nei primi 7 mesi del 2021. A giugno, rispetto al 2020 si è registrato un (+125%) e luglio segna invece un +40%.


A luglio gli arrivi hanno superato quelli di luglio 2019, anno pre-pandemia, con un incremento pari a +1,5% sul totale e +11,5% sugli arrivi nazionali. Questo è quello che si legge nel report dell’Osservatorio regionale sul Turismo.


A trainare la ripresa soprattutto il turismo nazionale, che hanno segnato un incremento del 40% rispetto al 2020: turismo interno, pugliesi in Puglia, e poi turisti da Lombardia, Campania, Emilia Romagna e Veneto. Il ritorno dei turisti internazionali è significativo anch’esso: +82% rispetto al 2020.


Gli stranieri arrivati sono in ordine: dalla Germania, Francia, Svizzera, Belgio, Paesi Bassi e Polonia, con una percentualeche nel 2019 rappresentava il 28% del totale degli arrivi, ed oggi, nei primi 7 mesi, raggiunge il 13%, con un recupero di 2 punti rispetto al 2020.


Il comparto del turismo ha già recuperato 18 punti percentuali in un anno, passando da una perdita del -60% (tra il 2019 e il 2020), al -42% (tra il 2019 e il 2021).

Altro dato importante quello degli aeroporti di Bari e Brindisi, dove il traffico passeggeri di luglio e agosto ha raggiunto 1 milione 337mila 245 unità, di cui 490mila 293 sono i passeggeri internazionali.


Lecce è il territorio che ha registrato l’incremento maggiore da gennaio a luglio 2021 (+109mila arrivi), cui seguono Foggia (+104mila arrivi) e Bari con +36mila arrivi.


Aldo Patruno, direttore del dipartimento Turismo e Cultura della Regione Puglia, ha commentato: “La Puglia si è confermata tra le mete più ambite del turismo”.


Attualità

Riecco il Covid: raddoppiati i positivi totali in una settimana

Pubblicato

il

Il Covid torna a far parlare di sé. La diffusione dei contagi in questi ultimi giorni è ormai nota: tra parenti, amici, conoscenti, colleghi di lavoro, sono sempre di più le persone ad avere un “contatto” con un positivo.

Ed infatti, il report settimanale dell’Asl di Lecce conferma l’andazzo: i positivi sono quasi raddoppiati nell’arco di una sola settimana.

Una impennata che vede a Botrugno la percentuale più alta di positivi per mille abitanti. Ed a Lecce e Nardò il numero più elevato di casi assoluti. Il dato completo da tutti i Comuni della provincia nel documento che puoi scaricare qui di seguito, cliccando download.

Continua a Leggere

Attualità

Tricase destinazione autentica, il video

Il nuovo videospot commissionato dall’amministrazione. In un minuto e 30 secondi, un inno d’amore per la propria terra

Pubblicato

il

Un video per promuovere Tricase.

Con l’hastag #destinazioneautentica è disponibile sul canale youtube del Comune tricasino il nuovo videospot commissionato dall’amministrazione guidata dal sindaco Antonio De Donno.

Un vero e proprio racconto, in poco più di un minuto e mezzo, dell’amore che si nutre per la propria terra.

Continua a Leggere

Attualità

Ulivi e Primitivo sulla moneta pugliese

È stata coniata dal Poligrafico dello Stato nell’ambito di una serie da collezione dedicata alla cultura enogastronomica italiana; dal valore nominale di 5 euro, è stata prodotta in 15mila unità ed è in vendita nei negozi e sul sito internet del Poligrafico dello Stato

Pubblicato

il

Ora anche la Puglia ha la sua moneta, nata per celebrare la nostra regione e le sue eccellenze enogastronomiche.

È stata coniata dal Poligrafico dello Stato nell’ambito di una serie da collezione dedicata alla cultura enogastronomica italiana.

La moneta può essere non solo un mezzo di pagamento ma anche un importante vettore per la promozione culturale dei territori italiani, un percorso che il Poligrafico dello Stato ha intrapreso nel 2019 quando, per la prima volta è stata coniata una moneta dedicata alla pizza e alla cultura enogastronomica campana.

Quest’anno è toccato alla Puglia che è rappresentata con numerosi elementi tipici della regione tra cui orecchiette, il vino Primitivo (tutto salentino), il pane di Altamura, gli ulivi, un trullo e i delfini di Taranto.

«La moneta dedicata alla Puglia è un’occasione importante», ha dichiarato Alfonso Pecoraro Scanio, presidente della fondazione Univerde, «per sostenere la nostra battaglia contro il fake food».

La moneta dal valore nominale di 5 euro, è stata prodotta in 15mila unità ed è in vendita nei negozi e sul sito internet del Poligrafico dello Stato. Sta riscuotendo un successo notevole come ha riferito il direttore del Poligrafico dello Stato Antonio Cascelli, in poche ore sono stati venduti 9mila pezzi e si stima che entro la settimana non saranno più disponibili. All’evento ha preso parte il Presidente del

Poligrafico di Stato Antonio Palma che ha sottolineato la qualità e l’impegno del lavoro posto in essere dai tecnici del poligrafico che si confermano ogni giorno tra i migliori al mondo.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus