Connect with us

Cronaca

20 chili di marijuana nel porto di Tricase

È accaduto lo scorso 3 settembre, a Tricase porto, un cittadino ha avvisato le forze dell’ordine

Pubblicato

il

Nel tratto delle acque di Tricase Porto, sono stati rinvenuti ben 21,5 chili di marijuana.  Ad accorgersi del voluminoso involucro che galleggiava sulla battigia dello scalo, è stato un cittadino che si trovava sul posto. L’uomo, resosi conto dell’anomalo pacco, si è rivolto alle forze dell’ordine, denunciandone il fatto. I Carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Tricase si sono precipitati sul posto dove era stato rinvenuto l’involucro e attualmente indagano sull’ accaduto.


Secondo il capitano Riglietti: “Alcuni giorni fa c’è stato un inseguimento e cattura di tre albanesi, da parte della guardia di finanza, che trasportavano un carico di sostanze stupefacenti nel canale d’Otranto. Molto probabilmente è parte del carico che i malfattori hanno abbandonato in mare nel tentativo di alleggerire l’imbarcazione”.

Botrugno

Rapina in banca a Botrugno

Due malviventi con il volto coperto da maschere carnescialesche hanno fatto irruzione nella filiale del Monte dei Paschi di Siena e, minacciando con un taglierino i dipendenti, si sono fatti consegnare 5mila euro. La fuga a bordo di un Fiat Fiorino, a bordo del quale li attendeva un terzo complice

Pubblicato

il

Poco prima dell’ora di pranzo due malviventi, mascherati come se fossero diretti ad un party di carnevale, hanno fatto irruzione nella filiale di Botrugno della Monte dei Paschi di Siena, in via Cavour.

I due hanno immediatamente esplicitato le loro intenzioni, blandendo un taglierino in direzione degli impiegati della filiale che hanno consegnato loro la somma di cinquemila euro.

I rapinatori si son poi dileguati pare a bordo di un Fiat Fiorino bianco, forse rubato, dove ad attenderli pare ci fosse un terzo complice.

Allertati, i Carabinieri della Compagnia di Maglie sono immediatamente giunti sul posto ed hanno avviato le indagini, a cominciare dalla visione delle immagini dei sistemi di videosorveglianza della Monte dei Paschi e dalle altre presenti nella zona.

Continua a Leggere

Cronaca

Tricase, ricorso contro nuova Eurospin: sentenza del Tar attesa nei prossimi 15 giorni

I giudici del Tribunale regionale si son riservati la decisione e, se i tempi verranno rispettati, entro una paio di settimane potremo conoscere l’esito della vicenda giudiziaria che si trascina dal febbraio scorso

Pubblicato

il

Dovrebbe arrivare entro un paio di settimane la sentenza del Tar in merito al ricorso presentato contro l’apertura del nuovo Eurospin.

Al termine dell’udienza tenutasi il 10 gennaio scorso, infatti, i giudici del Tribunale regionale si son riservati la decisione e, se i tempi verranno rispettati, entro una quindicina di gironi potremo conoscere l’esito della vicenda giudiziaria che si trascina dal febbraio scorso, quando il Gruppo Coop, rappresentato dall’avv. Giovanni Crisostomo, ha inoltrato ricorso al Tar.

Ricorso che, lo ricordiamo, chiedeva una valutazione dell’autorizzazione concessa per una media struttura di tipologia dimensionale M2 per la vendita al dettaglio di prodotti alimentari e misti.

Secondo i ricorrenti, «stando alla qualificazione data dall’allora Commissario ad Acta e recepita dal Consiglio, in quel sito potrebbe andarci solo un esercizio di vicinato e non un M2».

Nel maggio scorso i ricorrenti, anche per evitare che il procedimento giudiziario si protraesse nel tempo con lungaggini (anche 3-4 anni di attesa), davanti al Tribunale regionale, avevanorinunciato alla sospensiva.

Vista la non opposizione della controparte, tutto è stato rinviato prima a dicembre e poi al 10 gennaio.

Ora bisognerà pazientare ancora un apio di settimane per la pronuncia della sentenza da parte dei giudici del Tribunale regionale.

 

Continua a Leggere

Cronaca

Fiamme nella notte: a Montesano distrutta un’auto, a Torre Lapillo danneggiato negozio

Nella Marina di Porto Cesareo danneggiati gli esterni di un’attività commerciale. A Montesano in fumo una Lancia Y di una donna del posto

Pubblicato

il

Notti di fuoco. E purtroppo non è solo un modo di dire. Altri episodi incendiari, probabilmente dolosi, hanno interessato il Salento.

A cavallo tra mezzanotte e l’una della notte appena trascorsa due incresciosi episodi si sono registrati rispettivamente a Torre Lapillo (Porto Cesarero) e a Montesano Salentino.

Nella località marina, poco dopo la mezzanotte un rogo ha interessato il negozio “Il canapaio”, che come si evince dal suo nome è specializzato nella vendita di prodotti realizzati con la Canapa: distrutto un tendone e danneggiati due distributori di bevande; annerita la facciata. Sulla vicenda indagano i carabinieri che non escludono la pista dolosa anche perché già nel 2020 lo stesso negozio fu seriamente danneggiato da un incendio ben più vasto che comportò danni anche all’interno dei locali.

A Montesano Salentino, in via Risorgimento, intorno all’una di notte, invece, le fiamme hanno avviluppato una Lancia Y di una donna del luogo.

Oltre ai vigili del fuoco del distaccamento di Tricase che hanno provveduto a spegnere l’incendio sul posto sono giunti anche i carabinieri della stazione di Specchia che ora indagano sull’accaduto.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus