Connect with us

Carpignano

In manette cameriere estorsore

SERRANO (Carpignano Salentino). L’uomo diceva di aver avuto richieste di pizzo da malviventi baresi e con questa scusa estorceva denaro alla ristoratrice

Pubblicato

il

I Carabinieri di Martano hanno arrestato per estorsione Corrado Cecilia, 45enne di Serrano di Carpignano Salentino. La vicenda ha inizio lo scorso 14 gennaio, quando la sig.ra f. m., 38 anni, originaria della Repubblica Slovacca ma residente a Serrano e proprietaria di un ristorante, denuncia di essere vittima di estorsione. La stessa riferiva che Cecilia, già suo dipendente, aveva riferito che alcuni personaggi di Bari, per suo tramite, avevano chiesto il “pizzo” e, in caso di rifiuto di pagamento, gli stessi avrebbero incendiato il locale e fatto del male ai suoi familiari. L’uomo, così, si era fatto consegnare dalla donna 6500 euro tra settembre 2012 e gennaio 2013. La proprietaria ha riferito che il suo aguzzino aveva richiesto per il mese di febbraio ben € 15.000 da pagare come ultima rata del “pizzo”. La malcapitata ha detto di aver pagato, perché impaurita dalle minacce che il Cecilia aveva riferito di aver subito. La signora, pertanto, il 28 febbraio, su richiesta di Cecilia, avrebbe dovuto fare l’ultima consegna.


I Carabinieri di Martano si sono però appostati in prossimità dell’abitazione del Cecilia, luogo in cui sarebbe avvenuto lo scambio. L’uomo è stato tratto in arresto in flagranza di reato dopo aver ritirato una busta contenente la somma contante di € 2.000,00 consegnatagli qualche istante prima dalla vittima a titolo di acconto a fronte della richiesta di € 15.000,00. Nel corso dell’immediata perquisizione è stato sottoposto a sequestro un manoscritto predisposto dal Cecilia da far firmare alla vittima al fine di giustificare quale prestito la somma estorta, nonché un telefono cellulare utilizzato dall’autore del reato. La somma è stata restituita alla vittima. Il malvivente, dopo le formalità di rito, è stato associato alla Casa Circondariale di Lecce.

Attualità

I veterinari giocano a calcio nella Grecìa Salentina

Nei quattro giorni oltre trecento medici veterinari provenienti da diverse parti d’Italia e le loro famiglie saranno nei comuni della Grecìa. Una vetrina importante per conoscere e promuovere l’area ellenofona con le sue numerose peculiarità e potenzialità

Pubblicato

il

Lo sapevate che sui campi di calcio della Grecìa Salentina da oggi e fino a sabato prossimo si gioca il XXI torneo dei medici veterinari italiani?

Nelle mattine dei quattro giorni oltre trecento medici veterinari, provenienti dalle varie parti d’Italia, si confronteranno sui campi di calcio di Castrignano dei Greci, Martano e Martignano.

Nel pomeriggio, invece, visiteranno alcune meraviglie dei comuni della Grecìa Salentina e del Salento.

Quattro giorni intensi e ricchi di appuntamenti che vedrà gli oltre cinquecento ospiti impegnati in un tour nella Grecìa Salentina e dintorni.

Si comincia con la in visita guidata alla cripta di Santa Cristina a Carpignano Salentino che conserva gli affreschi più antichi e datati al mondo, poi nella vicina frazione di Serrano e una sosta nel laboratorio della mosaicista Stefania Bolognese.

I partecipanti vedranno da vicino anche il birrificio “Birra Salento” di Leverano e degusteranno la birra.

Una visita guidata teatralizzata farà conoscere Maglie in costume storico; immancabile un itinerario guidato alla scoperta di Lecce, della sua storia e delle meraviglie barocche.

La serata conclusiva della manifestazione si svolgerà nell’incantevole cornice del castello de Gualtieris di Castrignano de’ Greci, nell’atrio i partecipanti potranno degustare prodotti tipici e godere del concerto di pizzica, assistere alle premiazioni delle squadre e dei migliori calciatori che si saranno distinti in campo nel corso del torneo e per finire dj set.

«Far conoscere la Grecìa Salentina anche dal punto di vista sportivo oltre che culturale e storico, agli oltre trecento medici veterinari provenienti da diverse parti d’Italia e alle loro famiglie, mi è sembrata subito un’occasione importante. La nostra unione dei comuni ha diverse potenzialità che comprendono i vari ambiti e lo sport è importante perché crea sinergie e coinvolge le varie attività del territorio» dichiara Roberto Casaluci sindaco di Castrignano dei Greci e presidente della Grecìa Salentina.

«Siamo entusiasti di far conoscere questo angolo di Puglia ed in particolare le bellezze della Grecìa Salentina ai colleghi che vengono da diverse parti d’Italia», ha sottolineato Teodosio Barresi presidente dell’Asd veterinari Puglia, «un ringraziamento particolare a Roberto Casaluci, Presidente dell’Unione dei Comuni della Grecìa Salentina, che si è mostrato subito entusiasta della nostra iniziativa e ci ha supportati fin dal principio, nonostante i suoi impegni istituzionali, per mettere in risalto le bellezze che il nostro territorio offre».

I vari medici con i loro accompagnatori albergano al Voi Alimini Resort che oltre a far degustare ogni sera le tipicità salentine organizzeranno anche una speciale cena di gala e la consueta lotteria di beneficenza della USAVA – Associazione Nazionale di Medici Veterinari e quest’anno il ricavato sarà devoluto per gli animali da compagnia ucraini.

Continua a Leggere

Attualità

Riduzione o sospensione erogazione idrica in 7 località

Lavori in corso tra mercoledì 25 e giovedì 26: erogazione acqua sospesa o ridotta a Castro, Santa Cesarea, Giuliano, San Dana, Carpignano Salentino, Cannole e Bagnolo del Salento

Pubblicato

il

Continuano i lavori di Acquedotto Pugliese in diverse località della provincia. Lavori che prevedono la sospensione dell’erogazione dell’acqua per alcune ore.

In particolare negli abitati di Castro e Santa Cesarea Terme (dove i lavori riguardano l’inserzione di nuove opere acquedottistiche nel serbatoio CA011) sarà ridotta temporaneamente la pressione idrica nell’intero abitato di mercoledì 25 maggio.

La riduzione avrà la durata di 8 ore, a partire dalle ore 8 con ripristino alle ore 16.

Giovedì 26 maggio toccherà agli abitati di Giuliano del Comune di Castrignano del Capo e San Dana di Gagliano del Capo interessati da interventi per il miglioramento del servizio. La sospensione avrà la durata di 6 ore, a partire dalle ore 8,30 con ripristino alle ore 14,30.

Sempre giovedì 26 maggio per i lavori riguardano l’inserzione di nuove opere acquedottistiche nel Partitore di Bagnolo del Salento disagi negli abitati di Carpignano Salentino, Cannole e Bagnolo del Salento.

Per consentire l’esecuzione dei lavori, sarà necessario ridurre temporaneamente la pressione del servizio idrico dalle ore 14 con ripristino alle ore 20.

In tutte le zone interessate dai lavori disagi saranno avvertiti esclusivamente negli stabili sprovvisti di autoclave e riserva idrica o con insufficiente capacità di accumulo.

Acquedotto Pugliese raccomanda i residenti delle aree interessata di razionalizzare i consumi, evitando gli usi non prioritari dell’acqua nelle ore interessate dall’interruzione idrica. I consumi, infatti, costituiscono una variabile fondamentale per evitare eventuali disagi.

 

Continua a Leggere

Attualità

Olivami: aderisce anche Vadrucci

Il presidente della camera di commercio partecipa alla campagna per sostenere la riforestazione degli ulivi nel Salento: ha adottato il primo olivo, recandosi direttamente nelle campagne di Carpignano

Pubblicato

il

Gli olivi devono tornare a colorare di verde la campagna salentina.

Non è possibile che una coltivazione ultramillenaria possa essere abbandonata a seguito dei guasti della xylella.

Tra le iniziative per ripristinare il mare verde del Salento, l’Associazione “Olivami”, nata a Carpignano salentino, in una zona particolarmente vocata alla coltivazione olivicola, ha lanciato sul web l’adozione a distanza di uno o più olivi di nuova generazione, piantando per ogni olivo adottato, un nuovo olivo delle varietà resistenti alla xylella.

L’iniziativa ha avuto un immediato riscontro da parte di Mario Vadrucci, presidente della Camera di Commercio, Industria, Agricoltura e Artigianato.

Il presidente Vadrucci, infatti, ha adottato il primo olivo, recandosi direttamente nelle campagne di Carpignano, insieme ai fondatori dell’Associazione, Alessandro Coricciati, Simone Chiriatti, Cosimo Valente, Christian Caracuta e Gianfranco D’Amico.

«Il gesto non è soltanto simbolico», ha sottolineato Mario Vadrucci, «perché la Camera di Commercio è fortemente impegnata a sostenere le attività delle imprese agricole e dei singoli coltivatori, fortemente convinta che la coltivazione dell’olivo non possa essere abbandonata per quello che rappresenta nell’agricoltura salentina».

L’Associazione “Olivami”, intanto, approfittando del testimonial d’eccezione, ha ricordato che, per ogni olivo adottato, viene riconosciuto simbolicamente ogni anno un litro di olio d’oliva EVO, insieme ad un certificato attestante la quantità di CO2 sottratta all’ambiente.

Oltre che essere adottati, gli olivi possono essere anche regalati, il tutto via internet.

La rete, insomma, al servizio di questa iniziativa che ha come obiettivo quello di raccogliere fondi che saranno devoluti direttamente agli agricoltori della zona per sostituire gli olivi colpiti dalla xylella.

La riforestazione degli uliveti del Salento, restituendo tradizioni e cultura antichissime, amplierà quindi   attraverso questa iniziativa il proprio pubblico di riferimento, in modo che i social e la rete possano rappresentare il passaparola che potrà rendere tutte le persone particolarmente sensibili alla difesa dell’ambiente, complici e protagonisti di questa avventura che è tutta da scrivere.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus