Connect with us

Corigliano

Operazioni delle Fiamme Gialle di Lecce

Le Fiamme Gialle di Lecce hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Lecce l’amministratore ed i due soci di una Società di Matino e hanno scoperto una locazione in nero a Corigliano d’Otranto.

Pubblicato

il

Le Fiamme Gialle del Nucleo di Polizia Tributaria di Lecce hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Lecce l’amministratore ed i due soci di una Società di Matino per il reato di bancarotta fraudolenta. Le indagini condotte dai Finanzieri hanno evidenziato che l’amministratore, un 59enne originario di Taviano; ed i soci avrebbero svilito il patrimonio aziendale occultando materie prime, materiali e somme di denaro nel periodo immediatamente precedente alla dichiarazione di fallimento dell’impresa nell’atto in cui la stessa versava in procedura di concordato preventivo. L’imprenditore, aggravando ulteriormente la propria posizione, avrebbe inoltre volutamente occultato i registri e le scritture contabili dell’azienda non consentendo, quindi, la reale ricostruzione del patrimonio della stessa, nonché il suo effettivo volume d’affari.


I Finanzieri della Tenenza di Maglie hanno concluso un controlli in materia di canoni di locazione, con la scoperta di una locazione in nero a Corigliano d’Otranto. Dagli accertamenti svolti, è stato appurato che il proprietario dell’abitazione, concessa in locazione, non ha dichiarato il reddito del canone di locazione percepito. Infatti la legge dispone che tutti i contratti di locazione e affitto di beni immobili devono essere obbligatoriamente registrati, entro 30 giorni, dall’affittuario (conduttore) o dal proprietario (locatore), qualunque sia l’ammontare del canone pattuito, versando contemporaneamente le imposte dovute (registro e bollo). Se la durata del contratto non supera i 30 giorni complessivi nell’anno, non si è obbligati alla registrazione dello stesso. Poiché il locatore non ha provveduto alla dichiarazione dei canoni percepiti, lo stesso è stato segnalato alla Agenzia delle Entrate di Lecce per il recupero delle imposte dovute.

Appuntamenti

Torna Andrea Baccassino col suo “Memorial”

Il 19 settembre alle ore 20e30, a Lu Mbroia di Corigliano d’Otranto, torna per la quinta volta “e mezzo” Memorial, il consueto appuntamento con Andrea Baccassino

Pubblicato

il

Il 19 settembre alle ore 20e30, a Lu Mbroia di Corigliano d’Otranto, torna Memorial, il consueto appuntamento con il cantarettista cabaregista Andrea Baccassino che precorrendo i tempi delle campagne social di Taffo iniziò nel 2014 a giocare su un argomento sul quale non molti scherzano: la morte. Se Woody Allen dice che la commedia è tragedia più tempo, Baccassino è ancora più avanti e ci mostra come per il lutto ci si possa preparare anche molti decenni prima.


Gli ospiti di questa edizione saranno il sosia defunto Andrea Baccassino con la “Covid” band dei BàshaKa Indie, Miss Mykela, Domy Siciliano, Massimo Donno, Alessia Macaro, Valentina Iaia, gli Scemifreddi e Pierpaolo Lala. Durante la serata verranno assegnati due premi: la Targa Memorial e la Coppa Memorial che per motivi tecnici non sono stati assegnati durante la Quinta Edizione. Ma perché questa è la quinta edizione e mezzo e non la sesta?


«Sarà un’edizione in piccolo», spiega Baccassino, «senza gli annessi e connessi come il Bac-Pitaffio (ovvero il concorso letterario per ideare l’epitaffio per la tomba di Bac), senza la Casa Museo Andrea Baccassino e senza la piazza e i grandi palchi. Ma ci saranno come sempre gli artisti, gli amici di Bac che si esibiscono in sua memoria».


Ingresso 10 euro comprensivo di tessera associativa. Si consiglia di prenotare perché i posti sono limitati.

La storia del Memorial a questo link http://www.baccassino.com/memorial.html


Info e prenotazioni: 3381200398


Continua a Leggere

Corigliano

Covid: oggi 4 tamponi positivi in provincia

Contagi anche a Surano e Corigliano. Quest’ultimo resisteva dall’inizio della Fase 3, mentre Surano era Covid-free da inizio pandemia

Pubblicato

il


Il Presidente della Regione Puglia, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi domenica 23 agosto, in Puglia, sono stati registrati 1591 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 33 casi positivi: 11 in provincia di Bari; 2 nella provincia BAT; 7 in provincia di Brindisi; 9 in provincia di Foggia, 4 in provincia di Lecce.

Non sono stati registrati decessi

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 283.415 test.

4003 sono i pazienti guariti.

467 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 5025 così suddivisi:

1641 nella Provincia di Bari;

405 nella Provincia di Bat;

690 nella Provincia di Brindisi;

1313 nella Provincia di Foggia;

647 nella Provincia di Lecce;

293 nella Provincia di Taranto;

36 attribuiti a residenti fuori regione.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.





“Sono 4 i casi registrati oggi nella provincia di Lecce”, spiega il direttore dell’Asl di Lecce Rodolfo Rollo, “: uno legato a casi già noti, uno entrato in contatto con un positivo, uno di rientro dall’Albania e un residente fuori regione attualmente presente nel nostro territorio. Proseguono tutte le iniziative utili per prevenire e individuare eventuali nuovi casi”.





La mappa




Ci sono anche i Comuni di Corigliano d’Otranto e di Surano sulla mappa del contagio.





Nella giornata di oggi le rispettive aree passano da bianche a rosa dopo i primi tamponi positivi su alcuni cittadini. Corigliano D’Otranto era rimasto “Covid-free” in fase 3, mentre Surano aveva resistito sin dall’inizio della pandemia.






Continua a Leggere

Corigliano

Follia sulla Lecce-Maglie: ragazzini lanciano sassi sulle auto da cavalcavia

Pubblicato

il


Non finiamo di raccontare della notte folle di Otranto (risse tra vandali che si impossessano del camion dei rifiuti), che sulla strada statale 16 è già tempo di un’altra bravata.





Una segnalazione di un automobilista di Alberobello ha permesso ai carabinieri di intervenire nel territorio di Corigliano d’Otranto per identificare 9 ragazzini, tutti minori e salentini, che lanciavano sassi da un cavalcavia sulla Lecce-Maglie.




Al loro arrivo i militari han rinvenuto numerose pietre sull’asfalto. Una delle quali aveva colpito la Volvo in transito dello stesso cittadino che aveva chiesto l’intervento dell’Arma.





I sassi sono stati sottoposti a sequestro e custoditi in attesa di essere depositati presso l’Ufficio Corpi di Reato del tribunale di Lecce. Sono in corso indagine per accertare ulteriori eventuali ipotesi di reato.


Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus