Connect with us

News & Salento

Rocambolesca rapina in farmacia a Galugnano: arrestati in due

Presa di mira nella serata di ieri, alle 18,30 circa, la farmacia Cagnazzo a Galugnano, frazione di San Donato di Lecce. Due rapinatori, di cui uno armato di pistola

Pubblicato

il

Presa di mira nella serata di ieri, alle 18,30 circa, la farmacia Cagnazzo a Galugnano, frazione di San Donato di Lecce. Due rapinatori, di cui uno armato di pistola, hanno minacciato uno dei titolari ed una collega, quest’ultima peraltro incinta di otto mesi. Poi hanno preso il cassetto del registratore di cassa prelevando 500 euro in contanti, quindi si sono dati alla fuga. Ma poi hanno dovuto fare i conti con la reazione del cognato della titolare della farmacia: Miro Maranesi, di 40 anni, ha inseguito i malviventi e nel frattempo allertato il 112. Sulle tracce dei rapinatori anche i Carabinieri della stazione di San Cesario e quelli del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia di Lecce, oltre ad un Carabiniere in congedo e ad alcuni passanti. Così uno dei rapinatori, il 20enne Dario Capone, di San Cesario, è stato acciuffato. Poi i militari hanno visto le immagini del sistema di videosorveglianza della farmacia confrontandole con quelle riferite ad un’altra rapina alla farmacia messa a segno meno di un mese fa, il 25 novembre, con le stesse modalità ed alla stessa ora: sono così emersi sospetti su chi potesse essere il secondo malviventi, ossia Cesario Antonio Fiordiso, di 27 anni, anche lui di San Cesario, già conosciuto dalle forze dell’ordine e da tempo tenuto sott’occhio dai Carabinieri in quanto lo scorso 6 novembre, proprio insieme al Capone, erano stati trovati in possesso di strumenti atti allo scasso, di un passamontagna e di una pistola giocattolo cal. 9 di marca “Bruni”. Alle 22 la fuga del Fiordiso ha avuto fine, fermato in campagna nei pressi di Cavallino. I militari sono riusciti anche a recuperare la somma rubata, che i due rapinatori avevano abbandonato per le vie di Galugnano durante la fuga.

News & Salento

Pubblicato

il

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi domenica 31 gennaio 2021 in Puglia, sono stati registrati 8.186 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 1.069 casi positivi: 354 in provincia di Bari, 59 in provincia di Brindisi, 92 nella provincia BAT, 321 in provincia di Foggia, 80 in provincia di Lecce, 163 in provincia di Taranto, 1 residente fuori regione. 1 caso di provincia non nota è stato attribuito e riclassificato.


Sono stati registrati 13 decessi: 5 in provincia di Bari, 1 in provincia BAT, 6 in provincia di Foggia, 4 in provincia di Taranto. 3 decessi registrati nei giorni scorsi in provincia di Brindisi sono stati riclassificati e riattribuiti.


Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 1.312.676 test.


66.971 sono i pazienti guariti.


52.744 sono i casi attualmente positivi.


Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 122.907, così suddivisi:


46.766 nella Provincia di Bari;


13.640 nella Provincia di Bat;


8.846 nella Provincia di Brindisi;

25.962 nella Provincia di Foggia;


10.344 nella Provincia di Lecce;


16.651 nella Provincia di Taranto;


588 attribuiti a residenti fuori regione;


110 provincia di residenza non nota.


I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.


Il bollettino epidemiologico Regione Puglia 31.1.2021 è disponibile al link: http://rpu.gl/1dA3V


Continua a Leggere

Cronaca

Ciclista travolto e ucciso: conducente Punto indagato per omicidio colposo e omissione di soccorso

Dopo lo schianto infatti si era allontanato a bordo della sua vettura, salvo poi costituirsi ai carabinieri qualche ora dopo

Pubblicato

il


È indagato per omicidio colposo ed omissione di soccorso l’uomo alla guida della Fiat Punto che lo scorso mercoledì ha travolto, provocandone la morte, un ciclista sulla statale 274.





Una consulenza tecnica rivelerà ulteriori dettagli sul decesso del tipografo di Taviano, spirato sul colpo dopo l’impatto che lo ha scaraventato sull’asfalto delle Gallipoli-Leuca.




Sara l’ingegnere Antonio Vernaleone ad essere incaricato dal pm della consulenza. Nell’attesa, P.V., 65enne di Matino, è indagato per le ipotesi di reato di omicidio stradale ed omissione di soccorso.


Dopo lo schianto infatti si è allontanato a bordo della sua vettura, salvo poi costituirsi qualche ora dopo presso i carabinieri.


Continua a Leggere

Attualità

Galatina: “Quei pali non sono di competenza Enel”

Enel Italia chiarisce: «Quelle nella foto non sono linee elettriche e ad ogni modo non si tratta di infrastrutture gestite da Enel o da altre aziende del gruppo Enel che volge regolare manutenzione sulle proprie linee. Nel caso si renda necessario effettuare una segnalazione resta a disposizione dei cittadini il numero verde gratuito 803500»

Pubblicato

il

In merito alla lamentela del Circolo locale del Partito democratico riguardo la presenza di pali pericolanti sulla via vicinale Vecchia Galatone arriva la precisazione dell’Enel.

Ivano Medici, responsabile delle relazioni coi media di Enel Italia per Campania, Puglia e Basilicata ha precisato che, contrariamente a quanto indicato dal Pd galatinese, «quelle nella foto non sono linee elettriche e ad ogni modo non si tratta di infrastrutture gestite da Enel o da altre aziende del gruppo Enel».

«E-Distribuzione, la società del gruppo che gestisce la rete di media e bassa tensione in Italia», ha chiarito, «svolge regolare manutenzione sulle proprie linee. Nel caso si renda necessario effettuare una segnalazione», ha concluso Medici, «resta a disposizione dei cittadini il numero verde gratuito 803500».

Palo pericolante

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus